www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 17/05/2010  -  stampato il 03/12/2016


ASTREA: sconfitta a Gaeta. Ai play out con il Castelsardo.

 

Campionato Serie D – LND 2009/2010 (girone G) 
- 34 ^ giornata (16^ ritorno) – Gaeta, 16/05/2010     
 
GAETA- ASTREA 2- 0 (1-0)       
 
GAETA: Campironi, Esposito, Colantuono, Vitale, Cioffi, Speranza, Tarantino, Iozzi, Ezeadi, Marzullo, Amendola (Recchia 18’ st). All Cannone.    
 
ASTREA: Roverso, Fatello, Braccani, Ripa, De Angelis ( Rota 32’ st ), Narcisi, Fantini (20’ st Curcio), Persia, Stirpe, Aglitti (36’ st Nanni), Aurino. All. Calce    
 
Arbitro:    Robilotta di Sala Consilina      
Marcatori:    19’ pt Marzullo, 14’ st Tarantino    
Ammoniti:    Aglitti 31’ pt, Narcisi 36’ pt  (A), Vitale (G)       
 
L’Astrea non passa a Gaeta e i play out sono ormai una certezza per il team della Polizia Penitenziaria. Una prova comunque coraggiosa in un campo reso pressoché impraticabile dalla pioggia non è bastata a portare a casa una partita in cui si doveva solo vincere visti i risultati delle dirette interessate alla salvezza e vista la determinazione del Gaeta a prendersi il secondo posto in classifica con la mente già ai play off. L’Astrea ci prova già al 5’ minuto del primo tempo con Aurino: tiro potente dai 15 metri verso Campironi, deviazione in angolo. Battuto da Aglitti spiovente verso la porta, Campironi allontana. Al 10’ sempre Aglitti serve ad Aurino una palla preziosa al termine di un rapido contropiede dell’Astrea. Campironi però intuisce tutto ed è bravo ad anticipare l’uscita evitando il tiro da posizione favorevole. Al 19’ punizione per il Gaeta a cinque metri dall’area di rigore. Il tiro di Marzullo oltrepassa la barriera, è imprendile per Roversi ed entra in rete per il vantaggio dei padroni di casa. Al 32’ ci prova Aglitti su punizione, il tiro è alto sopra la traversa. Sempre lui poco dopo al limite dell’area piccola trova il traversone in direzione di Fantini che però non aggancia sul secondo palo per la conclusione. Prima della chiusura del primo tempo Roversi fa un miracolo con i pugni su un colpo di testa di Speranza. Nella ripresa l’Astrea parte carica e determinata per tentare il recupero e nei primi 15 minuti c’è solo lei: Aurino, Fantini, Stirpe e Aglitti sono autori di fraseggi che portano la squadra a salire in più occasioni con ottime incursioni contro le quali il Gaeta, si chiude a riccio pensando prevalentemente a difendere il vantaggio. Sul primo contropiede dei padroni di casa al 15’ st matura il secondo gol che sarà quello del risultato definitivo. Tarantino sulla fascia arriva davanti a Roversi che nulla può sul suo tiro potentissimo da sinistra. E’ il 2 a 0.  Al 20’ st Ezeadi su cross di Recchia conclude di poco a lato della porta di Roversi. Al 28’ st, in area di rigore Aurino è messo giù da un difensore biancorosso. Tra vivaci polemiche l’arbitro giudica che è solo punizione dal limite. Ad Aglitti il compito di calciare direttamente verso Campironi il quale respinge verso Aurino ancora in gioco che prontamente mette in rete, ma il guardalinee indica il nostro numero 11 in fuorigioco e il gol viene annullato. L’ultima azione utile è del Gaeta con Iozzi di testa al 47’. Appuntamento con i play out il 30/05 in Sardegna: Castelsardo- Astrea, e il 06/06 a Casal del Marmo per il ritorno Astrea- Castelsardo.