www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 07/09/2010  -  stampato il 30/03/2017


BRASILE: arco e frecce per introdurre telefonini in carcere.

 

Dopo aver fallito con molti altri sistemi il tentativo di introdurre cellulari in una prigione, una gang brasiliana ha fatto ricorso ad  un adolescente armato di arco e frecce, per lanciare apparecchi telefonici verso la casa circondariale.
Il piano, però,  si è infranto sulla schiena di un poliziotto penitenziario.
La stampa brasiliana ha riferito che il ragazzino è stato catturato quando una delle sue frecce ha colpito un poliziotto alla schiena.
 L’uomo, fortunatamente,  non è stato ferito in maniera grave perché il cellulare attaccato alla punta della freccia ha attutito l’impatto.
In effetti il sistema non era affatto idiota se, prima di quel colpo, il ragazzo era, comunque,  riuscito a infiltrare quattro dispositivi telefonici all’interno del carcere.
 
Cesare Cantelli