www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 01/10/2010  -  stampato il 06/12/2016


ASTREA: Secca vittoria, 3-0 al Saluri.

 

Campionato Serie D – LND 2010/2011 (girone G) – 5^ giornata (5^ andata) – Casal del Marmo 03/10/2010
 
ASTREA- SANLURI   3-0 (2-0)   
 
ASTREA:  Iacomini,Braccani,Sereni,Ripa E (20’ st Fatello), De Santis, Muzzachi (20’st Pompili), Fantini, Persia, Di Iorio, Aglitti, Vano (32’ st Kerkeni). All. Luca Ripa.    
 
SANLURI:  Sanna, Ledda, Acquaviva, Zaro Josè, Sartor, Mirabet, Bruscia, Marci, Tagliafierro (38’st Paschina), Caddeo (32’ st Murgia), Fanni. All. Busanca    
 
Arbitro: Opromolla Giuseppe di Salerno    
 
Marcatori:  Fantini (A) 5’ pt, 40’ pt, 12’ st    
 
Note:  350 spettatori circa, recupero 2’ pt, 3’ st. Angoli, 10 (A) 5 (S); ammoniti: Muzzachi 6’ pt, Vano 45’ pt (A), Sartor 12’ pt, Mirabet 15’ pt (S). Espulso Zaro 16’ pt per fallo di gomito.    
 
L’Astrea a Casal del Marmo travolge un Sanluri mai entrato in partita e mai in grado di impensierire una squadra in grande spolvero che è apparsa ben organizzata e bel oliata in tutti i reparti del campo nei 90°. C’è stato poi il personaggio partita, il piccolo grande uomo Gianluca Fantini, classe 1991, a fare una gara capolavoro: è sua la tripletta di giornata fatta di guizzi personali intelligenti e giocate propiziate dal supporto dei compagni che ben ha saputo mettere a frutto. Venendo alla gara, al 2’pt minuto è stata per l’Astrea la prima occasione di tentare la conclusione con una girata di Di Iorio che non ha impensierito Sanna ed è finita alta sopra la traversa. La rete del vantaggio dei padroni di casa  arriva al 5’ pt: sponda di Vano, apertura di Aglitti per Fantini che aggancia e non sbaglia la rete dell’1 a 0. Al 12’ pt, punizione dal limite di Marci verso Iacomini, deviazione di Ripa che devia in angolo. Al 16’pt i biancorossi rimangono in 10 per l’espulsione di Zaro per fallo di gomito ai danni di Muzzachi al centrocampo. Al 19’ pt, Iacomini fa un miracolo neutralizzando di piedi la conclusione di Tagliafierro e poi di Bruscia di prima sulla respinta. Al 21’ pt Persia fornisce una buona palla a Di Iorio che prova la conclusione di poco a lato. Al 29’ ancora pericolo per la difesa del Sanluri con Vano che tenta e riesce nell’incursione in area ma davanti a Sanna sbaglia la direzione della conclusione e l’estremo difensore biancorosso può  controllare la palla mentre sfila docilmente a lato. Al 34’ pt é sempre Sanna protagonista di una bella uscita su tiro di Fantini che trattiene sicuro. Al 40’ pt ancora Fantini, da un’iniziativa personale, approfitta della disattenzione della difesa per siglare il gol del 2 a 0 sparando alla sinistra di Sanna una palla imprendibile che si insacca in rete senza appello. Nemmeno un minuto dopo, è Vano in area che tenta la conclusione centrale, ma stavolta Sanna spazza via. Il secondo tempo si apre, sulla falsariga del primo, con un Sanluri piuttosto lezioso che subisce di nuovo già dal primo giro d’orologio l’azione dei padroni di casa: Muzzachi per Aglitti che crossa per Vano su cui Sanna è costretto ad uscire.
Al 12’ st è ancora un Fantini stellare dai trenta metri a tentare il tiro. La prodezza riesce, il nostro numero 7 segna il gol che affonda definitivamente gli ospiti realizzando una tripletta che carica l’Astrea e spegne qualunque debole reazione avversaria. Al 16’st ci prova Marci su calcio piazzato ad impensierire Iacomini ma la palla finisce alta sopra alla traversa. Stessa situazione sul fronte opposto, al 21’ st é Aglitti a spedire alta la punizione di sinistro. I ritmi dell’incontro si abbassano Ma il Sanluri non ne approfitta patendo oltremisura. Al 45’ Busanca in extremis prova la carta Pilloni ma il match ha poco altro da dire ed il passivo incassato riflette pienamente una partita in cui il Sanluri si è mostrato pochissimo. Il doppio fischio dell’arbitro premia l’Astrea. Mister Busanca non nasconde il rammarico per una gara in cui il Sanluri non ha saputo esprimere alcuna concreta azione offensiva che impensierisse un’Astrea in grande spolvero con un risultato finale di partita severo ma giusto. Tutt’altro clima si respira sulla panchina Astrea e nei giudizi di Luca Ripa alla fine del match: “ La prestazione dei ragazzi è stata maiuscola. E’ stata una gara che dovevamo fare, che per moltissima parte del match abbiamo fatto e che arriva a premiare l’impegno e l’abnegazione con cui si lavora settimanalmente. In caso di vittoria la ribalta spetta a tutti i ragazzi, che sono professionisti seri dai quali i risultati non mi sorprendono in vista di quella legge solo apparentemente elementare che vede raccogliere molto chi semina bene. La raccolta di risultati non è solo in chiave della matematica spicciola che riguarda il punteggio in classifica, ma è innanzitutto gioia per aver dato tutto quello che era nelle corde della squadra di poter realizzare volta per volta per le condizioni in cui si trova ed il lavoro che svolge”.
Due battute doverose arrivano anche da Gianluca Fantini a commento della meravigliosa tripletta realizzata: “E’ stata una grandissima soddisfazione che arriva in un momento in cui personalmente ritengo che sia importantissima che sia giunta”. La sua dedica è stata tutta per la famiglia e gli affetti che lo hanno sostenuto dagli spalti.     Nel campionato juniores, pur con una buona prova, gli undici di Miracapillo nella gara interna non vanno oltre lo zero a zero contro il Gaeta.

Lalì