www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 22/11/2010  -  stampato il 08/12/2016


Qualche consiglio sull’utilizzo delle carte di credito

La diffusione dei sistemi di pagamento elettronici ha ampliato la casistica criminale connessa alla contraffazione dei supporti utilizzati per effettuare pagamenti ed acquisti mediante carte di credito e debito.

Ingegnosi criminali hanno individuato apparecchiature hardware (lettori di banda magnetica) in grado di leggere e contestualmete carpire i codici dei bancomat e delle carte di credito.
CONSIGLI  
Quando vi viene recapitata a casa, per posta, la carta di credito o il bancomat e il successivo codice P.I.N. controllate che le buste siano integre e che siano della vostra banca (o di chi emette la carta di credito). Verificate che all’interno non vi siano alterazioni o rotture del cartoncino che contiene la carta e diffidate di buste bianche inviate con posta prioritaria o con francobolli (di solito sono buste con la tassa già pagata). Oltre a ricordarvi di non cedere mai la vostra carta e il vostro PIN ad altre persone (neanche al commerciante che afferma di non avere l’apparecchio P.O.S. con sé, semmai offritevi di accompagnarlo) vi suggeriamo di:
CON IL BANCOMAT
• Allo sportello: osservare l’apparecchiatura alla ricerca di anomalie e modifiche. Sulla verticale o diagonale della tastiera può esserci per esempio una microtelecamera;
• Bocca della fessura: controllare se la fessura dove si inserisce la tessera Bancomat è ben fissa. Se si muove o si stacca potrebbe significare che è stata coperta con uno “skimmer”;
• Tastiera: verificare se anche la tastiera è ben fissa. Spesso i malfattori sovrappongono una loro tastiera per catturare il codice Pin. In questo caso c’è un gradino di un paio di millimetri;
• Pin: digitare il codice nascondendo con il palmo dell’altra mano l’operazione;
• Nel caso di dubbi: non introdurre la tessera e non inserire il Pin. Allontanarsi e chiamare le forze dell’ordine.
CON LE CARTE DI CREDITO
• La tessera: non perdetela mai di vista;
• Estratto conto: controllarlo ogni mese poiché è l’unico modo per accorgersi di eventuali spese mai effettuate;
• Addebiti impropri: se vi arriva un estratto conto con addebiti impropri è bene denunciare alle forze dell’ordine la donazione della carta disconoscendo le spese addebitate;
• Internet: nel caso di acquisti sul web verificare se la pagina del sito è sicura (contrassegnata cioè da un lucchetto posto sulla parte inferiore dello schermo). Se così non è si corre il rischio di vedersi rubare i dati;
•E-mail: se vi arrivano messaggi di posta elettronica dove vi si chiedono dati sensibili relativi alla vostra carta di credito o al conto corrente non bisogna rispondere a nessuna richiesta. E necessario avvertire la banca o le forze dell’ordine avendo l’accortezza di non cancellare l’e-mail.
 
CONSIGLI PER L’UTILIZZO 
SU INTERNET
Per fare acquisti o operazioni attraverso la rete Internet di solito viene richiesto dal sito interessato:
• Nome e Cognome del titolare della carta di credito;
• Scadenza della carta;
• Cin o numero di sicurezza che, di solito, si trova dietro la carta di credito.
Durante la trasmissione di questi dati è bene che il sito su cui si digitano gli stessi sia criptato (il sito che usa dati criptati si riconosce perchè nell’indirizzo compare “https” evitando così a pirati informatici di carpire i dati personali mediante intrusione telematica;
Per ridurre i rischi di frode è quindi i consigliabile in primo luogo farsi che la propria carta venga maneggiata dal minor numero di persone possibile. In secondo luogo è opportuno effettuare spese su rete Internet utilizzando siti conosciuti o che abbiano un minimo di credibilità sia per quanto riguarda il prodotto venduto, che la solidità del marchio.
Ricordatevi dunque di:
• Verificare che i siti in questione utilizzino protocolli di sicurezza che permettano di identificare l’utente. II più diffuso è il Secure Socket Layer (SSL): generalmente durante la transazione, in basso a destra della finestra, compare un’icona con un lucchetto che sta a significare che in quel momento la connessione è sicura;
• Fare uso, per quanto possibile, delle soluzioni di home banking che le banche mettono a disposizione per controllare - quasi in tempo reale - il proprio estratto conto, in modo da bloccare, tempestivamente, la carta qualora si disconoscessero delle spese addebitate;
• Verificare con attenzione gli estratti conto segnalando immediatamente, alla società che emette la carta, ogni transazione sconosciuta.
 
COME BLOCCARE LA PROPRIA CARTA DI CREDITO
Segnaliamo i numeri telefonici verdi (gratuiti) delle società della carte di credito più diffuse a cui telefonare per segnalare eventuali dubbi o bloccare immediatamente la carta in caso di furto o smarrimento:
Servizi Interbancari: 800 151616 
American Express Italia: 06 72900347 
American Express estero: 800 26392279 
Top Card: 800 900910 
Visa Italia: 800 819014 
Diner’s: 800 864064 
Agos Itafinco: 800 822056 
Deutschebank: 800 207167 
Setefi: 800 825099 
Banca Sella: 800 663399 
Findomestic: 800 866116 
Citibank: 800 407704 
Banca Fineco: 800 525252