www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 25/11/2010  -  stampato il 05/12/2016


ASTREA: L'atleta della settimana, Alessandro SIMONETTA.

 

Conosciamo meglio Alessandro Simonetta, nuovo bomber dell’Astrea e personaggio della settimana dopo aver segnato tre reti in due partite giocate  rifilando oltretutto nell’ultima di campionato una doppietta micidiale alla ex capolista Bacoli Sibilla. Un acquisto fondamentale per la squadra biancoazzurra, l’uomo che sta dando incisività ad un attacco divenuto col suo arrivo più pungente e temibile per le avversarie. E’ nato a Latina 24 anni fa ed è  figlio d’arte perchè il papà Roberto è stato un valido attaccante di team di serie A e di B fino al definitivo ritiro dai campi nel 1999. Un destino segnato il suo quello di giocare al calcio? in parte si.
Con l’esempio sportivo a cui attingere direttamente in casa, ha cominciato da piccolino, nei pulcini della scuola calcio di Latina, a seguire le orme del papà campione. E’ lui che sin dall’inizio lo indirizza e gli dà i consigli. Curiosamente il ruolo iniziale in cui lo fece iniziare fu quello di portiere, ma poi l’idea di poter subire tiri forti come quelli che suo padre metteva in rete lo fece propendere per seguirne le orme anche nel ruolo in campo.  Piccola svolta fu il provino che lo introdusse nelle giovanili della Roma dal 2005 al 2009 poi la militanza nell’Arezzo, nella Sambenedettese,  nel Südtirol-Alto Adige e nell'Isola Liri  e Nazionale Under-20. Al di fuori dai campi di calcio è un ragazzo con hobbies tranquilli e interessi normali nella natale città pontina: la fidanzata, la musica e la play station che soprattutto nei ritiri ritiene sia una valida compagna di viaggio. E’contento di essere approdato all’Astrea: dopo sette mesi in cui era calcisticamente “un personaggio in cerca di autore” in quanto sprovvisto di ingaggi da qualunque squadra, ha ritrovato la fiducia di un club che crede in lui mettendo oltretutto in campo delle prestazioni d’esordio che sono state la miglior presentazione possibile delle sue qualità. Gli abbiamo chiesto cosa pensa del campionato che l’Astrea può aspettarsi di disputare nel prosieguo della stagione: “Secondo me i play off possono essere alla nostra portata. Per ciò che l’Astrea ha dimostrato di saper esprimere in termini di prestazioni parlare solo di salvezza è riduttivo”. che ne hanno maturato esperienza e qualità mentre giocava in lungo ed in largo dello stivale. In più ha accumulato otto presenze con la Nazionale Under-17 e una con
 
 
Lalì