www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 04/01/2011  -  stampato il 11/12/2016


ASTREA: Seconda sconfitta consecutiva, 1-4 col Monterotondo.

 

Campionato Serie D – LND 2010/2011 (girone G) – 19^ giornata (2^ ritorno)
Casal del Marmo, 09/01/2011  
 
ASTREA-MONTEROTONDO 1-4 (1-2) 
 
ASTREA: Santarpia, Attardo, Sereni, Ripa E, Sannibale, Muzzachi, Gaeta (24’ st Aglitti), Di Benedetto, Di Iorio, Simonetta (6’ st Giuntoli), Vano (1’st Fantini). All. Luca Ripa  
 
MONTEROTONDO:   Del Duchetto, Bauco, Tortosa, Gaggioli (18’ st Sansone), Amoroso, Passiatore (25’st Conti), Pini, Mollo (40’st Cantile), Cirillo, Di Mauro, Iacona. All. Ferazzoli   
 
Arbitro:  Illuzi Lorenzo di Molfetta   
Marcatori: Cirillo 4' pt, Iacona 25' pt, Cirillo 28' st, Iacona 50' st   
Ammoniti:  Sereni, Vano, Fantini.   
Note:  Espulso Fantini per doppia ammonizione. 
 
Un risultato bugiardo quello che penalizza l’Astrea di Luca Ripa nella sfida interna contro il Monterotondo. Una gara fortemente condizionata dalle decisioni di arbitro e guardalinee, sebbene anche i nostri in molte occasioni abbiano perso l’opportunità di capitalizzare quanto di buono fatto per costruire azioni offensive efficaci e ben concertate.
Al 4’ pt subito una buona occasione per l’Astrea, Gaeta serve da destra Vano con un ottimo cross, il colpo di testa del nostro numero 11 va fuori di poco. Al 14’ Cirillo, a cui i nostri hanno lasciato un buon margine di manovra, beffa l’Astrea con un tiro dal limite che regala l’1 a 0 provvisorio ai gialloblu.  Al 22’ Di Benedetto prova ad imbeccare di Iorio con una palla giusto di fronte a Del Duchetto, ma il portiere può controllare in sicurezza la conclusione.
Al 25’ pt  il raddoppio del Monterotondo: Iacona dal centrocampo si lancia in porta, il fuorigioco non scatta sebbene fosse quasi netto da rilevare e Santarpia incolpevole subisce la rete.
Al 43’ pt è Gaeta a provare la conclusione potente dal limite ma Del Duchetto intercetta e devia in angolo. Un minuto dopo è Simonetta, stessa posizione, a provare il colpaccio, lo stesso esito, l’estremo difensore infatti allontana.
Su cross di Sereni, Pini commette fallo di mano, rigore per i nostri che di Di Iorio realizza al 48’ pt, proprio sul fischio finale dei tre minuti di recupero.
Nella ripresa Astrea più brillante con l’ingresso di Fantini che si rende subito protagonista di una pericolosa incursione nell’area avversaria. Solo la deviazione della difesa in angolo gli impedisce di tentare la conclusione in rete. Il corner di Muzzachi viene allontanato. A questo punto del match ben tre le occasioni da rete per i nostri purtroppo sfumate.
La prima al 10’ st quando sugli sviluppi di un corner di Giuntoli centra il palo. Ferrazzoli espulso per proteste dall’arbitro nella stesa frazione di gioco. Al 20’ occasione d’oro numero due  per l’Astrea con Giuntoli che crossa preciso per Di Iorio che prova il tiro ma Pini salva sulla linea facendosi perdonare il fallo da rigore. Al 24’ altra occasione preziosa che purtroppo svanisce: è di nuovo l’ottimo Fantini a crossare per Di Benedetto davanti alla porta, che manca clamorosamente la rete.
Al 28’ Sannibale ferma, in modo regolare Iacona di nuovo lanciato a rete. l’arbitro ammonisce Sannibale ed indica il dischetto (eventualmente, dato che si contestava il fallo da chiara occasione da rete, se si doveva intervenire doveva essere rosso diretto, ma anche qui l’arbitro è stato indeciso sul da farsi). Cirillo trasforma il 3 a 1 per il Monterotondo.
Al 36’ st espulso Fantini per doppia ammonizione, rimediata per un fallo che fallo non è sembrato ai più.
Sul finale c’è motivo di reclamare tra le fila dell’Astrea per un rigore netto su Giuntoli non concesso. Al 50’ st un pallonetto di Iacona chiude il match sul 4 a 1. Partita da dimenticare, nient’altro da dire.  
 
Nel campionato juniores ripresa con il pareggio: 2 a 2 degli undici di Miracapillo nella trasferta contro la Battipagliese.
 
 
Lalì