www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 31/01/2011  -  stampato il 05/12/2016


USA: innocente scarcerato dopo 30 anni carcere.

Ennesimo eclatante caso di errore giudiziario negli Stati Uniti dove Cornelius Dupree, dopo aver passato 30 anni in carcere per un crimine mai commesso, è stato finalmente scarcerato in Texas grazie alla prova del DNA.

Dupree era stato giudicato colpevole e condannato a 75 anni di carcere per rapina a mano armata e per stupro a Dallas nel 1979 dopo che era stato identificato dalla vittima, subito dopo l'aggressione, insieme a un complice, già sotto inchiesta per un altro stupro.

L'estate scorsa la difesa di Dupree è riuscita ad ottenere una nuova prova del DNA che ha accertato definitivamente la sua innocenza e ha costretto il giudice a cancellare definitivamente l'accusa a suo carico.

Sono ben quarantuno volte che negli ultimi dieci anni un innocente viene scagionato grazie alla prova del DNA in Texas, che è lo stato americano che ha riformato più sentenze grazie a questo nuovo mezzo scientifico.

Dupree è la persona che più di tutte in Texas è stato costretto a passare anni in carcere da innocente, mentre a livello nazionale peggio di lui è andata a un uomo assolto dopo 35 anni in Florida e a un altro scagionato dopo 31 nel Tennessee.