www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 21/04/2011  -  stampato il 08/12/2016


Pioggia di medaglie per le Fiamme Azzurre ai primaverili di nuoto

 

Ottime notizie per le Fiamme Azzurre impegnate ai campionati italiani assoluti primaverili di nuoto, svoltisi a Riccione dal 13 al 17 aprile. Sia in campo maschile che in quello femminile i nostri hanno mietuto podi e raccolto tempi che hanno spostato i loro personal best di importanti frazioni indietro rispetto alle loro rilevazioni abituali. Tempi importanti per chi ha ottenuto il minimo fissato dalla federazione e già staccato il pass dei mondiali di Shangai, che si terranno dal 24 al 31 luglio prossimo, tempi sui quali continuare a lavorare prima del Settecolli di Roma, ultimo appuntamento utile per provare a qualificarsi per la rassegna iridata.  Sicuramente buono è stato l’oro di Ilaria Bianchi nei 100m farfalla con un 59” 11 (di poco al di sopra del limite di 58” e 45 valido per la qualificazione mondiale che invece ha già nella staffetta mista) conquistato davanti ad Elena Di Liddo e Caterina Giacchetti. Nei 50m farfalla è stato suo il bronzo con 27”22, superata solo da Gemo e Di Liddo.

Due medaglie pesanti anche per Renata Spagnolo, seconda nei 200m stile libero con 2’00”35, dietro al colosso Federica Pellegrini e, sempre dietro alla Pellegrini e alla seconda Chiara Masini Luccetti, outsider della distanza, è stata terza nei 100 stile con 56”01. Nel settore maschile, complice la condizione non ottimale di Federico Colbertaldo che cercherà di ritrovarsi in fretta in vista delle qualificazioni mondiali, a fare la parte del leone dopo periodi agonistici che per qualche tempo non avevano messo in luce le sue enormi potenzialità, il nostro Luca Baggio nelle distanze lunghe dello stile libero si è fatto valere migliorando tutti i suoi tempi nei 400n, negli 800m e nei 1500m, portando a casa due argenti ed un bronzo. Nei 400m è giunto secondo davanti a Cesare Sciocchetti e alle spalle del carabiniere Samuel Pizzetti con 3’ 50”05, negli 800 ancora secondo con 7’56”71 sempre dietro a Pizzetti e davanti a Rocco Potenza, nei 1500 ha invece conquistato il bronzo 15’15”66 di nuovo dietro a Pizzetti che si regala la tripletta di ori ed a Rocco Potenza.

Per i nostri non è riuscita ad agganciare il podio Giulia Fabbri, giunta ai primaverili con qualche problemino fisico di troppo per esprimersi ai suoi livelli abituali nella rana.