www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 21/04/2011  -  stampato il 23/08/2017


Intervista ad Ester Soldi amazzone delle Fiamme Azzurre

 In una intervista link rilasciata per la Fise (Federazione Italiana Sport Equestri), Ester Soldi, una delle più titolate amazzoni del dressage italiano e atleta delle Fiamme Azzurre, si racconta e spiega la sua enorme passione per i cavalli che non esita a definire i suoi migliori amici. Una passione che non poteva non appartenerle visto che papà Alberto è stato un ex completista (ma anche suo tecnico per un decennio), e la mamma istruttrice di pony (oltre che amazzone del salto ostacoli). In un certo senso, per comune passione familiare, il suo è stato un destino segnato sin dalle origini. Che i cavalli avrebbero continuato a rappresentare sempre anche la sua vita professionale le fu però chiaro solo nel momento in cui, al bivio di una scelta tra il lavoro di architetto dopo la laurea al Politecnico, o la sella, riuscì a vincere il concorso per l’ingresso in Polizia Penitenziaria nel 1999. Ad oggi, col grado di Assistente, è ancora uno dei baschi azzurri più longevo della sezione sportiva del Corpo. Gli sport equestri,  tra l’altro, sono l’occasione più manifesta  nella quale la divisa della Polizia Penitenziaria è in rilievo perché oltre che “idealmente”, da appartenenti,  gli atleti delle Fiamme Azzurre la indossano davvero anche in gara, è parte integrante del vestiario tecnico. Un motivo in più crediamo, per essere orgogliosi di chi in gara difende l’uniforme dei tanti “invisibili” (ed indispensabili!) che compiono il compito istituzionale  al servizio del Paese.