www.poliziapenitenziaria.it

Home Page> Articolo> Pubblicato il: 16/05/2011  -  stampato il 10/12/2016


Tragedia a Viterbo: si toglie la vita in caserma l'Ispettore Giuseppe LEDDA.

Cosa si può dire quando accadono fatti così tragici ?

L’amico Giuseppe Ledda, per tutti Peppe, non c’è più.

Ieri pomeriggio, durante il suo turno di servizio, è salito in caserma, si è seduto sul letto ed ha deciso che la sua vita sarebbe finita lì. Probabilmente, 43 anni gli sono sembrati troppi e la vita che aveva ancora davanti gli è sembrata un peso troppo grande da sopportare.

Il suicidio è l’atto estremo di ribellione ad una condizione di vita che non si può accettare e che si è convinti di non poter cambiare.

Figlio di Poliziotto Penitenziario, fratello di Poliziotto Penitenziario, Giuseppe Ledda, Ispettore della Polizia Penitenziaria si è suicidato all’interno del carcere di Viterbo.

Peppe lascia moglie ed un figlio di quattordici anni.

Colleghi, parenti e amici affranti e sconvolti da un evento così tragico.