<

Congedo programmato e malattia

0
Share.

Ciao Agente Sara, mi chiamo Roberto, volevo chiederti: "ho preso una settimana di ferie che mi sono state già autorizzate dalla Direzione e come di consueto esposte nel relativo programmato del mese, accade che, oggi, a due giorni dall'inizio del mio periodo di ferie richiesto mi sono ammalato.

Il medico mi ha fatto un certificato con prognosi di tre giorni. A questo punto, finita la malattia devo rientrare a lavoro per un giorno o posso andare tranquillamente in ferie passando appunto dalla malattia al congedo programmato grazie mille!"

Ag.te Scelto Roberto

 

Ciao Roberto, puoi andare tranquillamente in ferie, nonostante  nei tre giorni antecedenti sei stato malato. E' infatti possibile nel tuo caso, proprio perché le ferie sono state già autorizzate dalla tua Direzione.

Chiarissima a tal proposito, è la nota PRAP Lazio n. PR09-0006309 del 30.01.2015 che recita quanto segue: "il diritto alle ferie, sancito dall'articolo 36 della Costituzione e ribadito dall'art. 14 D.P.R. 395/1995 è finalizzato a permettere al lavoratore il reintegro delle proprie energie psico-fisiche e a consentirgli lo svolgimento di attività di carattere personale, familiare e sociale.

Qualora la richiesta di congedo ordinario sia programmata e l'autorità dirigente conceda il periodo, dopo aver valutato la compatibilità con le esigenze di servizio il lavoratore ne fruisce senza nessun altro relativo onere.

Non vi è infatti la presenza di alcuna norma relativa alla disciplina del personale del Corpo di Polizia Penitenziaria che,  preveda il dover rientrare un giorno in servizio prima di poter fruire del congedo ordinario programmato. Anzi al contrario, il principio della programmazione del congedo ordinario non incide in alcun modo su eventuali altre assenze legittime."

Un caro saluto.

 

About Author

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp