<

Dotazioni organiche Polizia Penitenziaria: interrogazione parlamentare Senatore Gasparri

0
Share.

Atto Senato

Interrogazione a risposta scritta 4-08469
presentata da
MAURIZIO GASPARRI 
giovedì 30 novembre 2017, seduta n.912

GASPARRI – Al Ministro della giustizia – Premesso che:

con il decreto ministeriale 2 ottobre 2017, recante "Ripartizione delle dotazioni organiche del Corpo di Polizia penitenziaria in adeguamento alla nuova dotazione organica definita con il decreto legislativo 29 maggio 2017 n. 95", pubblicato sul Bollettino ufficiale del Ministero della giustizia n. 21 del 15 novembre 2017, si è proceduto ad una considerevole revisione organica del Corpo di Polizia penitenziaria;

la pianta organica sarebbe passata da 45.121 a 41.202 unità, per un totale di 3.919 unità di personale in meno,

si chiede di sapere:

quali siano i criteri con i quali il Ministro in indirizzo abbia consentito una modifica così rilevante al contingente complessivo del personale del Corpo di Polizia penitenziaria;

se tale scelta sia stata adottata previa ricognizione dei posti di servizio, garantendo un livello minimo di sicurezza in tutte le sedi penitenziarie, della turnazione effettuata dal personale nei servizi di sezione, del congedo ordinario fruibile e dei servizi svolti dai nuclei traduzioni e piantonamenti;

se sia stata valutata l'apertura delle nuove sedi penitenziarie e se rientrino in questa fase di accorpamento l'implementazione di mezzi di automazione e tecnologici in misura tale da giustificare una riduzione così considerevole a fronte dell'aumento costante dei detenuti ristretti;

se questa rivoluzione numerica abbia tenuto conto dei posti di servizio accorpati per singolo turno di prestazione, causando un'eccedenza di personale nel ruolo degli agenti e degli assistenti.

(4-08469)

About Author

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp