<

Funerali di Giuseppe Falcone: unico assente la “Sua” amministrazione

0
Share.

“Il più terribile dei mali dunque, la morte, non è niente per noi, dal momento che, quando noi ci siamo, la morte non c’è, e quando essa sopravviene noi non siamo più. Essa non ha alcun significato né per i viventi né per i morti, perché per gli uni non è niente, e quanto agli altri, essi non sono più.” (Epicuro)

Questa frase, scritta tre secoli prima della nascita di Cristo, potrebbe campeggiare all’ingresso del Dap.

Per chi ci dirige oggi, infatti, non ha alcun significato la morte di personaggi che hanno fatto la storia dell’amministrazione “…quando Loro ci sono la morte non c’è e quando essa sopraggiunge Loro non ci sono più …”.

E poco importa se il defunto è un personaggio storico, un Eroe, un povero cristo o una vittima sacrificale, “…quando c’è la  morte Loro non  ci sono.”

Purtroppo, ho avuto modo più volte di imbattermi nel deplorevole cinismo del nostro dipartimento.

Ho visto, più volte, coi miei occhi la vistosa assenza di qualsiasi rappresentanza alle cerimonie funebri di colleghi e/o di congiunti di colleghi.

Su tutte mi hanno colpito i funerali del padre di Umberto Vitale, non perché il mio amico Umberto fosse più meritevole degli altri, ma perché anche il padre era un Agente di Custodia, e per quarant’anni.

Quarant’anni della propria vita dedicati all’amministrazione penitenziaria che sommati con i quaranta del figlio Umberto fanno ottant’anni anni al servizio del Corpo che, purtroppo, non sono stati sufficienti per acquisire il diritto ad una piccola rappresentanza in divisa che rendesse onore alla salma.

Ma non basta nemmeno questo, a rendere ancora più amara l’ingiustificabile assenza della nostra amministrazione è stata la presenza di una rappresentanza in divisa della Guardia di Finanza perché il fratello di Umberto, Antonio, è un Maresciallo della GdF e Loro rispettano ed onorano i propri morti.

I funerali sono pratiche rituali che, più di altre, esprimono e comunicano l’identità di coloro che vi partecipano e che ne esprimono la cultura sociale, famigliare e professionale.

I dirigenti dipartimentali, invece, non sono per nulla interessati ai nostri morti proprio perché non si identificano affatto con la nostra cultura sociale, famigliare e – soprattutto – professionale.

Tuttavia, non abbiamo a che fare con dirigenti anonimi e di passaggio nelle stanze del potere del palazzone di Largo Daga. Alcuni sono insediati al Dap da decenni.

Personaggi che hanno scienza e coscienza di quello che accade.

Personaggi che, spesso, possono decidere quello che vogliono senza rendere conto a nessuno (se non alla propria coscienza).

Personaggi che conoscono vita, morte e miracoli di chiunque.

Personaggi che, però, alla fine scelgono di inviare il solito telegramma …

Personaggi che pensano di avere la coscienza pulita soltanto perché non la usano mai.

Sabato scorso, poi, ho assistito ad un’assenza ancora più vergognosa.

Alla cerimonia funebre di Giuseppe Falcone – già Capo del Personale e Vice Capo del Dap – per vent’anni dirigente del Dap non solo non c’era alcuna rappresentanza in uniforme, ma non c’era proprio nessuno a rappresentare istituzionalmente l’attuale amministrazione per rendere omaggio ad uno dei personaggi che ne hanno fatto la storia.

Non sto qui a rimarcare chi è stato Giuseppe Falcone né tantomeno chi è stato Giuseppe Falcone per l’amministrazione penitenziaria … per Lui parlano i fatti.

Emblematiche, ad esempio, le poche righe che ci ha indirizzato Nicola Alessi, generale del Corpo in congedo e altro personaggio storico dell’amministrazione.

Immagino che Peppino Falcone, da lassù, dietro la coltre del fumo del suo inseparabile sigaro, avrà brontolato bonario “ … non vi preoccupate, lo sapete che tanto non mi sono mai piaciute le smancerie! “

 

leggi anche:

Il Generale i.c. Nicola Alessi: Ai funerali di Falcone soltanto l’Associazione Nazionale Polizia Penitenziaria a rappresentare lo Stato, l’amministrazione penitenziaria e la Polizia Penitenziaria

 

 

Il Presidente Giuseppe Falcone, già vice Capo del Dap e Capo del Personale, ci ha lasciato oggi pomeriggio

 

 

About Author

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp