<

Ma la mobilità dei direttori quando la fanno?

0
Share.

Con il D.M. 28 settembre 2016, ai sensi dell’articolo 7, comma 2, del decreto legislativo 15 febbraio 2006, n. 63 recante le determinazioni necessarie ai fini della valutazione comparativa per l’individuazione dei dirigenti di carriera penitenziaria idonei al conferimento degli incarichi superiori, oltre che per la mobilità relativa agli incarichi non superiori, è stata disposta  la mobilità dei direttori d’istituto.

Tuttavia dopo quasi due anni e nonostante il completamento delle procedure, tardano ad arrivare i provvedimenti di conferimento delle nomine. O, meglio, sono stati disposti i trasferimenti per gli incarichi superiori , presso i PRAP e il DAP oltre che presso gli istituti di maggiore rilevanza, mentre siamo ancora in attesa della mobilità per i residui istituti. Tale situazione oltre a pregiudicare i partecipanti all’interpello, si pone contra legem in quanto ai sensi della 241 del 1990 e successive modifiche vi è l’obbligo della conclusione dei procedimenti amministrativi, con sanzioni a carico delle autorità che non rispettano il precetto.

I colloqui si prolungano all'infinito e i relativi provvedimenti vengono rinviati di settimana in settimana.

Si auspica pertanto che il vice capo del dipartimento vigili affinchè si conferiscano gli incarichi, essendo ormai concluse anche le relative procedure propedeutiche.

Si tratta di auspicabile ed obbligata iniziativa che ha visto fin dal principio impegnato anche il vice capo del DAP e che non può essere più procrastinata.

Sarà la volta buona?

Speriamo di si, considerato che si tratta di procedura che rischierebbe di essere paralizzata con l’imminente avvento del nuovo governo.

Del resto questo succede quando si amministra se stessi … non ci pare ci siano le stesse premure quando si tratta di trasferire i poliziotti penitenziari!

 

 

About Author

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.