<

Quanto il temporeggiatore arretra …

0
Share.

Per un glorioso mistero della Fede, come quello di cui si ammantano alcuni Uffici Dipartimentali o  qualche dirigente che … dirige(?), da tempo si assiste all’inconsueta e prolifica  emanazione (vedi ad esempio quelli per il G.O.M.) di interpelli, in nome di una pseudo trasparenza dai risultati miserevoli.
L’atto di Fede sta nel fatto che gli interpelli si fanno ma il personale non arriva, si sospendono le graduatorie precedenti, ma si bandisce un interpello successivo, per poi effettuare un ripescaggio da precedenti graduatorie, una delle quali risalente al 2016.
A volte, sembra proprio che a Roma sia tornato Quinto Fabio Massimo, il Temporeggiatore.
Tuttavia, questo slalom non giova né alle finalità del G.O.M., che è in affanno da quasi tre anni, né a quelle del collega che ha partecipato alla selezione, che ne ricava soltanto un disagio per l’inerzia dell’Amministrazione … 
E’ fuor di dubbio che chi partecipa ad un interpello ha anche una vita privata, che nel frattempo cambia e si evolve rispetto alla situazione che ha determinato la sua domanda.
Chissà se nella cultura manageriale, già del Regno di Savoia, c’era una simile “considerazione” delle persone?  
Oppure, chissà se tali comportamenti non siano funzionali a rendere antipatico il G.O.M. per disincentivarne l’interesse alimentando artatamente la fama di un trattamento penalizzante?  
E’ lecito immaginare che qualcuno, volutamente o no, stia cercando di ingenerare  l’errata convinzione che sia il G.O.M. a non dare seguito alle richieste di revoca, rendendo ancora meno attrattivo un servizio che necessita, già per sua natura, di impegno, presenza e disponibilità non richiesti per altri impieghi.
Chi dovrebbe provvedere all’emanazione dei provvedimenti (e non è il G.O.M.) sa, o dovrebbe sapere, che alla fine un’Amministrazione, per quanto grande sia, non può riuscire per sempre a nascondere altre situazioni alle quali si dà priorità e per le quali le revoche non sono state congelate … 
Di Quinto Fabio Massimo dicono che temporeggiando salvò lo Stato ma, mentre lui temporeggiava, morirono tante persone e furono distrutte tante città.
C’è una sottilissima, impercettibile, differenza tra temporeggiare e indietreggiare …
Al G.O.M. – ad esempio – si arretra solo per prendere la rincorsa!

 

About Author

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp