<

Il boss Michele Zagaria simula suicidio durante videoconferenza: ecco il filmato del TG2

0
Share.

Il capoclan dei Casalesi Michele Zagaria è stato protagonista questa mattina di una movimentata udienza in Corte d’Assise a Napoli, dove è imputato per due omicidi. Il boss ha chiesto di rendere spontanee dichiarazioni, ma anziché attenersi all’oggetto del dibattimento ha cominciato a parlare della fiction Rai – «Sotto copertura» con Alessandro Preziosi – ispirata al suo personaggio: ritiene infatti che la ricostruzione dei fatti non sia fedele, soprattutto per il passaggio riguardante l’attrazione sessuale verso una minorenne – e ha fatto causa chiedendo 100mila euro di danni.

 

Il presidente Provitera lo ha interrotto, spiegando che non era il caso di fare un’altra fiction e valutando l’eventuale rilevanza penale della condotta tenuta dall’imputato. Zagaria, che era in videoconferenza dal carcere di Opera a Milano, a quel punto si è attorcigliato attorno al collo il filo del microfono e ha detto che gli resta solo il suicidio.

È intervenuta la Polizia Penitenziaria che lo ha bloccato e accompagnato in infermeria. L’udienza, alla presenza del pm Simona Belluccio e del difensore di Zagaria, l’avvocato Andrea Imperato, è stata sospesa.

corriere.it

About Author

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

WhatsApp Ricevi news su WhatsApp