<

Intervista all'' atleta della Fiamme Azzurre Clemente Russo: “Sogno Tokyo 2020 per fare la storia del pugilato mondiale”

0
Share.

Vent’anni sul ring, a prenderle e a darne tante. Eppure guardando negli occhi di Clemente Russo, l’unica cosa che non si vede è la stanchezza. Il pugile di Marcianise, quando parla di boxe, ha sempre quella luce, la luce di chi sa di avere un’obiettivo a cinque cerchi che viene prima di ogni altra cosa. Tatanka sogna Tokyo 2020, anzi “la vuole con tutto sé stesso”. Per entrare nella storia del pugilato mondiale ma forse anche per riscattare quanto fatto sul ring di Rio 2016. Se riuscisse ad ottenere il pass per il Giappone, sarebbero cinque Olimpiadi. Nessun atleta della Noble Art è mai arrivato così lontano. La strada è lunga ma Clemente Russo ha le spalle larghe e sopratutto ancora tanta voglia di sollevare i pugni al cielo. Abbiamo intervistato in esclusiva il pugile di Marcianise in occasione della sua partecipazione come testimonial di ProAction al Cosmofarma Exhibition di Bologna. Ecco quello che ci ha raccontato.

 

 

E’ iniziata la sua rincorsa a Tokyo 2020. Mancano ancora due anni ma c’è tanto da fare.
“Sì, l’Olimpiade non è la classica competizione a cui si partecipa soltanto perché si è un campione. A volte è più difficile qualificarsi che vincerla. Il mio percorso è cominciato quest’anno dopo un periodo di relax, post Rio 2016. Ho cominciato la mia stagione con alcuni match e a gennaio 2019 partiranno ufficialmente le qualificazioni olimpiche. Spero di arrivare a Tokyo e voglio questo risultato con tutto me stesso. Per me sarà molto importante perché mai nessuno è riuscito a partecipare a così tanti Giochi Olimpici.
 
Fonte:urbanpost.it/

About Author

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.