<

La Cassazione accoglie un ricorso sulla compatibilità di Dell Utri col carcere

0
Share.

La corte di Cassazione ha oggi annullato l'ordinanza del Tribunale di Sorveglianza di Roma che a dicembre aveva giudicato compatibili con il carcere le condizioni di salute dell'ex senatore forzista Marcello Dell'Utri. Lo rendono noto i legali dell'ex parlamentare Simona Filippi e Alessandro De Federicis. "Ora la Cassazione – spiegano – invierà per un nuovo esame gli atti al Tribunale di Sorveglianza che dovrà rivalutare la compatibilità delle condizioni di Dell'Utri con il regime carcerario". Dell'Utri, affetto da cardiopatia, dopo un ricovero al Campus Biomedico, è tornato da pochi giorni nel carcere di Rebibbia. La settimana scorsa Dell'Utri è stato nuovamente condannato a 12 anni per la trattativa Stato-mafia.

Il politico ha un tumore alla prostata
La richiesta di scarcerazione avanzata dagli avvocati prevedeva la sospensione della pena per effettuare presso la struttura ospedaliera Humanitas, di Milano, le cure a lui necessarie. Nel corso di una udienza straordinaria, svolta il 2 febbraio scorso, i difensori dell'ex parlamentare, gli avvocati Alessandro De Federicis e Simona Filippi, hanno spiegato che anche "il garante dei detenuti sostiene che sia il carcere che le strutture protette sono inadeguate per le cure di cui ha bisogno Dell'Utri".

"Potrebbe scappare"
Accusato di rapporti con i clan fino al 1992, Dell'Utri è stato condannato in via definitiva nel 2014. Dopo il verdetto è fuggito in Libano. Una latitanza-lampo finita con 

 

l'arresto a Beirut.  Per il Tribunale di sorveglianza le patologie di cui soffre non sono in stato avanzato e lui, che è in grado di deambulare, potrebbe anche scappare. L'ex parlamentare, secondo i giudici può essere curato presso i reparti Sai (Servizi ad assistenza intensificata) previsti nelle carceri e non sarebbe una ipotesi percorribile quella di sottoporlo alle terapie necessarie senza il braccialetto elettronico.

Fonte: repubblica.it

About Author

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.