<

Riforma ordinamento penitenziario, Senatore Tito Di Maggio: provvedimenti basati su rilevazioni totalmente difformi dalla realtà. Regole dettate da associazioni contigue ai criminali

0
Share.

"Formulare provvedimenti alla luce di rilevazioni totalmente difformi dalla realtà è fatto di una gravità inaudita, sopratutto se ad oggetto si hanno le carceri. Continua in modo pervicace la logica del buonismo nei confronti di quanti hanno violato, anche con il sangue, le basilari regole della convivenza civile.

Si arriva all'incredibile: fornire Skype ai detenuti. Con buona pace di 41bis e del più elementare buon senso! A Camere sciolte potevamo evitarci una così deprecabile pagliacciata". Così il senatore TITO Di Maggio in una nota in merito allo schema di decreto legislativo di riforma del sistema penitenziario, esaminato oggi dalla commissione Giustizia di Palazzo Madama.

"Ancora una volta registriamo la totale inettitudine del Ministero di Giustizia nei confronti del Sistema Penitenziario, un Sistema allo sbando dove la Polizia Penitenziaria è sostanzialmente abbandonata a se stessa e dove le regole vengono dettate da Associazioni di Volontariato in mano a poteri incomprensibilmente contigui alle organizzazioni criminali", aggiunge.

Italpress 

 

Celle aperte, sorveglianza dinamica, 41-bis, alta sicurezza, DAP e volontari nelle carceri: interrogazione parlamentare del Senatore Salvatore Tito Di Maggio

 

About Author

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.