<

Terzo giorno di protesta nel cercere di Marassi

0
Share.

Terzo giorno di protesta al carcere di Marassi. Alcuni detenuti hanno dato fuoco alla loro cella e ferito due agenti perché da tempo non ricevevano più tranquillanti e sonniferi. In questa struttura sono fino a otto persone in una cella. Un detenuto di 34 anni oggi si è impiccato a Salerno. Giorni fa in detenuto a San Remo è morto. La protesta dilaga in molte strutture penitenziarie italiane: Novara, Firenze e Milano. I sindacati degli agenti di polizia penitenziaria denunciano la totale mancanza di un piano carceri. Le associazioni che lavorano con i detenuti raccontano del peggioramento delle condizioni di vita nelle case circondariali.

Fonte: agenziami.it

About Author

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.