Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Accesso a Facebook dal carcere: minacce alle vittime da detenuti del Regno Unito

Notizia del 30/01/2012 - ESTERO

Accesso a Facebook dal carcere: minacce alle vittime da detenuti del Regno Unito

letto 1426 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

Lo stalking via Facebook non è certo una novità. Ma nel Regno Unito cresce la preoccupazione per le minacce, le intimidazioni e le provocazioni che vengono lanciate dalle carceri.

IMPERI CRIMINALI - Secondo il Daily Mail, infatti, diversi criminali già arrestati, riescono ad accedere regolarmente al popolare social network e da lì gestiscono le proprie attività o contattano le vittime, o nel caso degli assassini, le loro famiglie .

SMART PHONE ABUSIVI - Naturalmente ai detenuti sarebbe vietato l'accesso a internet, ma evidentemente in epoche recenti almeno 350 di loro sono riusciti a portare dietro alle sbarre degli smartphone abusivi. Negli ultimi due anni sono stati, appunti, quelli "intercettati", ma si suppone che ce ne siano molti altri. E non si limitano solo a messaggi, magari con unprofilo dalle false generalità. I più impavidi hanno anche caricato proprie fotografie in pose minacciose.
 
LE VITTIME - Secondo le associazioni che rappresentano le vittime di crimini, il fatto che i condannati possano mettersi in contatto con le loro vittime rappresenta di per sé una forma di tortura. Javed Khan, dell'organizzazione Victim Support, ha sottolineato: «Il fatto che i criminali possano usare Facebook dalla prigione trasforma la loro pena in una presa in giro. È una questione di "oltre il danno anche la beffa", quando lo usano per minacciare vittime e testimoni».
 
TORTURA - Un'altra associazione, Families Fighting for Justice, le Famiglie che combattono per la giustizia, si è espressa attraverso la portavoce Jean Taylor: «Queste persone non dovrebbero avere accesso ai cellulari mentre sono in prigione. Si svagano torturando le proprie vittime, e i social networkdovrebbero rivedere le loro politiche a riguardo».
 
IMPERO CRIMINALE - Due anni fa uno dei criminali più pericolosi d'Inghilterra, condannato a 35 anni per omicidio, è stato sorpreso a minacciare i rivali della sua banda attraverso Facebook nonostante si trovasse in un carcere di massima sicurezza. Aveva ben 565 "amici", ai quali mandava messaggi del tipo: «Un giorno tornerò a casa e non vedo l'ora di guardare certe persone negli occhi e vedere la paura perché io sono lì». L'uomo è riuscito ad avere accesso al profilo per oltre due mesi prima che Facebook intervenisse rimuovendolo. Si teme che altri possano seguire la stessa strada, o addirittura riescano a gestire i propri malaffari direttamente via internet.
 
STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

2 Blitz della Polizia Penitenziaria: tre arresti per spaccio di droga a Napoli nelle prime ore della mattinata

3 Detenuto cinese violenta la figlia: compagno di cella marocchino lo sodomizza per un mese nel carcere di Prato

4 Poliziotto penitenziario travolto da auto mentre era in moto: è ricoverato in gravi condizioni

5 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

6 Ex scuola della Polizia Penitenziaria di Moastir pronta ad accogliere i migranti: quasi ultimati i lavori

7 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

8 Detenuto sorpreso ad aggiornare il proprio profilo Facebook dal carcere di Marassi

9 Bidognetti, il capoclan dei Casalesi, comunicava dal 41-bis con messaggi nascosti

10 Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Celebrazioni 200 anni di storia del Corpo di Polizia Penitenziaria: autorizzata l’emissione della moneta d’argento da 5 euro

2 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

3 A chi danno fastidio i servizi di polizia stradale della Polizia Penitenziaria?

4 Riordino, organici dirigenziali: tra eccessi e sottodimensionamenti dei dirigenti della Polizia Penitenziaria

5 Foibe, il martirio degli Agenti di Custodia

6 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

7 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

8 Rapporto Eurispes: la Polizia Penitenziaria sgradita a un italiano su due

9 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

10 Anche i mafiosi hanno fame