Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
Adriano Celentano: "Cucchi ora sei libero senza il timore che una guardia carceraria ti rincorra per ucciderti"

Polizia Penitenziaria - Adriano Celentano:


Notizia del 03/11/2014 - ROMA
Letto (4369 volte)
 Stampa questo articolo


Il cantante interviene sul caso del processo per la morte del 33enne romano, deceduto dopo l’arresto per le percosse. «Ora sei libero di amare e scorrazzare fra le bellezze del Creato, senza più il timore che qualche guardia carceraria ti rincorra per ucciderti»

Dopo le proteste, lo sconcerto, le manifestazioni di solidarietà alla famiglia, sul caso Cucchi arriva anche una lettera di Adriano celentano. Che dà degli «ignavi» ai giudici responsabili dell’assoluzione in appello di tutti gli imputati per la morte di Stefano, il 33enne arrestato a Roma e poi deceduto per le percosse il 22 ottobre 2009, nel reparto di medicina protetta dell’ospedale Sandro Pertini. Celentano se la prende con i magistrati del Tribunale di Roma e cita l’aria «flebile e malata di quei giudici `ignavi´», i quali, «come diceva Dante, sono anime senza lode e senza infamia e proprio perché non si schierano né dalla parte del bene e né da quella del male». Dunque, «sono i più pericolosi», scrive il cantante.

«L’aria maleodorante che respiravi qui sulla terra»

Nella sua lettera postata sul profilo del blog «Il Mondo di Adriano», Celentano scrive direttamente al giovane morto, immaginando di potergli parlare là dove potrebbe trovarsi, in Paradiso: «Ciao Stefano! Hai capito adesso in che mondo vivevi? Certo dove sei ora è tutta un’altra cosa. L’aria che respiri ha finalmente un sapore. Quel sapore di aria pura che non ha niente a che vedere con quella maleodorante che respiravi qui sulla terra. Lì, dove sei adesso, c’è la LUCE, la LUCE vera!!! Che non è quella flebile e malata di quei giudici `ignavi´ che, come diceva Dante, sono anime senza lode e senza infamia e proprio perché non si schierano né dalla parte del bene e né da quella del male sono i piu’ pericolosi, e giustamente il Poeta li condanna. Ma adesso dove sei tu è tutto diverso».

«Picchiato e massacrato fino a farti morire».

E Celentano prosegue dando dell’omicida agli agenti di Polizia Penitenziaria: «Lì si respira l’AMORE del `Padre che perdona´» e non i sentimenti «di chi ti ha picchiato e massacrato fino a farti morire». «Sei finalmente libero di amare e scorrazzare fra le bellezze del Creato, senza più il timore che qualche guardia carceraria ti rincorra per ucciderti. Perché dove sei tu non si può morire. La morte non è che un privilegio dei comuni mortali e quindi proibito a chi non ha la fortuna di nascere. Un privilegio dell’ANIMA che, se non la uccidiamo del tutto, ci riconduce alla Vita ETERNA».

roma.corriere.it

Caso Cucchi, Sappe risponde ad Adriano Celentano: parla di cose che ignora, continui a cantare che è meglio

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Il primo docente islamico entra nelle scuole di Polizia Penitenziaria: insegnerà ai Poliziotti l''islam e i segnali di radicalizzazione dei detenuti

2 Chiusa la sala internet del carcere di Bolzano: detenuti cercavano contatti con l''isis

3 Polizia Penitenziaria di Palermo consegna doni e giocattoli per i bambini con malattie metaboliche e rare

4 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

5 Sette Poliziotti penitenziari in ostaggio e trenta detenuti decapitati: bilancio pvovvisorio di una rivolta in Brasile

6 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

7 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

8 Poliziotto assolto da accusa di violenza sessuale: nei guai invece finisce il medico per evasione della detenuta

9 Chi è Hmidi Saber l''estremista islamico arrestato oggi e tutte le sue vicende nelle carceri italiane

10 Poliziotto penitenziario colpito al volto con pugni da detenuto 18enne al carcere minorile di Roma


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

5 Parte male il docente di islamismo per la Polizia Penitenziaria: "insegnerò ai secondini..."

6 La sentenza Torreggiani (o meglio la sua sciagurata applicazione) ha distrutto le carceri italiane

7 Trattativa Stato mafia: le annotazioni di Ciampi sulla agenda che riguardano anche i vertici del DAP

8 Carceri e web sono la prima linea nella lotta al terrorismo islamico: noi della Polizia Penitenziaria siamo pronti?

9 Operazione Onda Blu: NIC Polizia Penitenziaria arresta a Crotone due evasi da Voghera

10 Ente di Assistenza: a chi serve?