Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Agente di Livorno condannato a quattro anni e mezzo per sfruttamento della prostituzione

Notizia del 27/01/2012 - LIVORNO

Agente di Livorno condannato a quattro anni e mezzo per sfruttamento della prostituzione

letto 3693 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

Un agente di polizia penitenziaria é stato condannato a 4 anni e mezzo dal tribunale di Livorno per favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione. Francesco Maniglia, 36 anni, originario di Gela, lavorava nel carcere livornese delle Sughere, ma è stato sospeso dal lavoro già da tempo per questa vicenda giudiziaria. Assolta, invece, la moglie, imputata degli stessi reati.

 
L'inchiesta della squadra mobile della polizia di Livorno era iniziata nel 2009 da un esposto anonimo e si basò in particolare su intercettazioni, video e racconti di due prostitute, una donna e una trans.
 
Secondo l'accusa, il giro d'affari messo in piedi dai due agenti si attestava intorno ai 6 mila euro al mese, ricavati dai soldi degli affitti in nero chiesti ai transessuali e alle prostitute, che ricevevano i clienti negli alloggi affittati dagli agenti. L'indagine è scattata nell'estate del 2009 in seguito a un esposto anonimo giunto in questura, nel quale si segnalava un appartamento del centro all'interno del quale trans e donne si prostituivano. Secondo quanto appurato dagli investigatori, quell'abitazione risultava in affitto a Pruscino (già uscito in precedenza scegliendo il rito abbreviato), che, però, l'aveva subaffittata a transessuali e prostitute brasiliane. Due prostitute brasiliane confermando agli investigatori il ruolo dei due indagati.
 
STATISTICHE CARCERI REGIONE TOSCANA
Statistiche carceri Regione Toscana







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

10 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

3 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

10 Dal servizio di sentinella al sistema di videosorveglianza. Ma la tecnologia, da sola, non basta