Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Agente di Polizia Penitenziaria arrestato questa mattina: spacciava droga ai detenuti di Monza

Polizia Penitenziaria - Agente di Polizia Penitenziaria arrestato questa mattina: spacciava droga ai detenuti di Monza


Notizia del 08/01/2016 - MILANO
Letto (4509 volte)
 Stampa questo articolo


Prestava servizio, si fa per dire, al carcere di Monza dal 1995. Ma, almeno negli ultimi anni, era quasi sempre a casa «malato», grazie ai falsi certificati medici di un dottore compiacente. E nei pochi giorni in cui lavorava, passava la droga ad un detenuto che la spacciava all’interno della casa circondariale di via Sanquirico, nel capoluogo brianzolo. Sono di truffa aggravata ai danni dello Stato e corruzione le accuse che hanno portato al carcere militare di Santa Maria Capua Vetere un 40enne assistente capo della Polizia Penitenziaria, arrestato venerdì mattina a Barletta, sua città di orgine, dai carabinieri del Nucleo Investigativo del comando provinciale di Milano. Analogo provvedimento restrittivo, emesso dal gip monzese Emanuela Corbetta su richiesta del pm Manuela Massenz, è stato eseguito nei confronti del detenuto-pusher, un 33enne di Quarto Oggiaro. Un altro agente e un medico brianzolo, invece, sono indagati a piede libero per la sola accusa di truffa.

Le dosi di hashish

Le indagini sono iniziate dopo il ritrovamento in carcere da parte di altri agenti della Penitenziaria di alcune dosi di hashish e di una scheda telefonica. I carabinieri, chiamati a svolgere le indagini interne alla casa Circondariale con la collaborazione della Penitenziaria, hanno ricostruito il giro di spaccio, accertando tre forniture fatte passere dietro le mure della struttura penitenziaria, per un totale di 3 panetti di hashish e qualche dose di cocaina. Il «fumo» veniva venduto agli altri detenuti in cambio di denaro o capi di abbigliamento come giubbotti o scarpe di marca.

I genitori panettieri

L’assistente capo andava a prendere i soldi dai genitori del detenuto, che gestiscono un forno a Quarto Oggiaro. Con quel denaro acquistava la droga e la passava all’interno in cambio di una percentuale del 30% circa sui guadagni. Questo quando l’agente della Penitenziaria non si assentava per lunghi periodi di malattia, anche di due mesi, grazie a certificati medici firmati da un dottore brianzolo che, secondo le accuse, era consapevole della loro falsità («Le serve il solito certificato?», chiede il professionista in una conversazione intercettata). Ad incastrare gli indagati ci sono varie intercettazioni ambientali e telefoniche.

milano.corriere.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Nella conferenza del Bicentenario nessun riferimento agli Agenti di Custodia

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

5 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

8 Nella conferenza del Bicentenario censurata la lettera di auguri del Garante alla Polizia Penitenziaria

9 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?