Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Agente Penitenziario e suo fratello assolti da molestie pedopornografiche: scagionati con formula piena

Polizia Penitenziaria - Agente Penitenziario e suo fratello assolti da molestie pedopornografiche: scagionati con formula piena


Notizia del 26/06/2015 - SASSARI
Letto (1124 volte)
 Stampa questo articolo


Non c’è alcuna traccia che dimostri il trasferimento di file pornografici dal pc e dal cellulare dell’imputato a quelli del ragazzino. È la conclusione cui è arrivato il consulente del pubblico ministero Giovanni Porcheddu in seguito agli accertamenti affidatigli dalla Procura. Questo risultato, insieme ad alcune incertezze e contraddizioni che sarebbero emerse in sede di esame dei testimoni (vittima compresa) avrebbero in qualche modo convinto i giudici ad assolvere i due imputati.

Ieri mattina Bruno Fiori, agente di Polizia Penitenziaria di Alghero di 48 anni è stato assolto “perché il fatto non sussiste” dalla pesante accusa di avere realizzato esibizioni sessuali e di avere indotto un minore a parteciparvi. L’assistente penitenziario era inoltre imputato di avere scaricato sul suo computer e di avere successivamente diffuso immagini pedopornografiche. Questo reato era stato contestato anche a suo fratello Costantino Fiori, di 44 anni: ieri entrambi sono stati assolti da questo capo di imputazione “per non aver commesso il fatto”.

I fatti, per i quali Bruno Fiori era stato anche arrestato, risalgono al 2009. Secondo l’accusa l’agente, dopo averlo adescato in un bar, avrebbe perseguitato per settimane un ragazzino intasando la memoria del suo telefonino con mms e filmini pornografici. Per contattare il ragazzo, secondo la Procura, l’uomo avrebbe utilizzato sul web il nickname Kenny22.

Il giovane aveva confidato tutto ai genitori che avevano denunciato quell’uomo che ritenevano un molestatore. Nel processo contro i Fiori si erano costituiti parti civili con gli avvocati Nicola Satta e Francesco Carboni. Bruno Fiori era invece assistito dagli avvocati Sergio Milia e Maria Claudia Pinna, mentre il fratello Costantino dal legale Giampaolo Murrighile. Il pm aveva chiesto per Bruno 3 anni e 6 mesi, per il fratello un anno e 4 mesi.

Nelle varie udienze la difesa

ha cercato di smontare tutte le accuse sostenendo, tra l’altro, che quei video pornografici nulla avessero a che fare con minori. Nel frattempo Fiori era stato sospeso dal servizio di agente di Polizia Penitenziaria, in seguito è stato reintegrato a Bancali.

lanuovasardegna.gelocal.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE SARDEGNA
Statistiche carceri Regione Sardegna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

5 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Riordino vuol dire mettere ordine

8 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

9 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?