Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Agente penitenziario patteggia due anni sospesi con la condizionale: fece avere un telefono e registratore a detenuto nel carcere di Parma

Polizia Penitenziaria - Agente penitenziario patteggia due anni sospesi con la condizionale: fece avere un telefono e registratore a detenuto nel carcere di Parma


Notizia del 14/06/2016 - PARMA
Letto (4853 volte)
 Stampa questo articolo


Cercava un nuovo posto di lavoro per sé e per il cugino. Per questo, un agente di Polizia Penitenziaria ha creduto nelle promesse del figlio di un pluripregiudicato e ha fatto avere un telefono cellulare e un registratore a un esponente di spicco della "mala" genovese recluso nel carcere di via Burla. Sospeso dal servizio e accusato del reato di corruzione, il 36enne residente nel parmense ha patteggiato oggi una pena di due anni di reclusione sospesa con la condizionale.

I fatti risalgono alla fine del 2014. Nel carcere di Parma è recluso un detenuto 58enne di origini calabresi, ma da anni residente a Genova, che deve scontare ben 22 anni di reclusione per un cumulo di pene per reati commessi nell'arco di vent'anni tra cui furti, incendi, violenza privata, truffa, estorsioni, danneggiamenti, riciclaggio di denaro provento di sequestri di persona, detenzione di dinamite, bancarotta. Gaetano Leto, questo il nome del noto pregiudicato, era anche soprannominato "bombarolo" per aver collocato negli anni Novanta un ordigno nella ferrovia a dentiera di Granarolo. 

Tramite il figlio 33enne, avrebbe promesso a un assistente capo della penitenziaria un'imprecisata somma di denaro e l'intermediazione per trovare un nuovo posto di lavoro a lui e suo cugino. L'agente gli ha così consegnato di nascosto un cellulare dotato di sim, che il detenuto ha utilizzato per fare telefonate all'esterno, e un registratore audio. Si è anche recato a Genova per incontrare il figlio del pregiudicato e consegnargli il curriculum vitae del cugino. Come "pegno" della ricompensa ha avuto una banconota finta del valore di "un milione di dollari". 

In seguito al rinvenimento del cellulare nella cella è scattata un'indagine condotta  dai carabinieri del Nucleo investigativo e coordinata dalla Procura di Parma. Nel febbraio di quest'anno contro il detenuto e il figlio sono stati colpiti da un'ordinanza di arresto per il reato di corruzione , mentre l'agente è stato sospeso dal servizio per 12 mesi (era già stato sollevato dall'incarico in via cautelare). Oggi la sentenza di patteggiamento del 36enne davanti al gup Paola Artusi. La posizione degli altri due imputati è stata stralciata. (maria chiara perri).

parma.repubblica.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

2 Nella conferenza del Bicentenario nessun riferimento agli Agenti di Custodia

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

5 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

8 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Nella conferenza del Bicentenario censurata la lettera di auguri del Garante alla Polizia Penitenziaria