Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Altri nove mesi in carcere: condannato detenuto che aggredì Ispettore nel carcere di Viterbo

Polizia Penitenziaria - Altri nove mesi in carcere: condannato detenuto che aggredì Ispettore nel carcere di Viterbo


Notizia del 14/05/2013 - VITERBO
Letto (1657 volte)
 Stampa questo articolo


Aggressioni in carcere. condannato detenuto che procurò lesioni ad un Ispettore della Polizia Penitenziaria nel carcere di Viterbo.

Resterà in carcere nove mesi in più Diego Cantone. Sul 34enne napoletano già giudicato per l’omicidio del compagno di cella a colpi di caffettiera, pende una nuova condanna. Stavolta di lieve entità: nove mesi per le lesioni a un ispettore di polizia, che denunciò un’aggressione nel 2010.

Era mattina presto. Cantone era ancora detenuto al carcere Mammagialla di Viterbo, dal quale è stato poi trasferito per la sua irrequietezza fuori dal comune.

L’agente stava procedendo alla battitura delle inferriate. Cantone era in bagno. Appena ha visto l’ispettore lo ha minacciato. Dalle parole è subito passato ai fatti, avventandosi sull’agente penitenziario e colpendolo.

L’uomo ha riportato ferite lievi: cinque giorni di prognosi per qualche escoriazione alla fronte e alle mani. Ma la denuncia è scattata lo stesso e, da questa, il processo anche per resistenza a pubblico ufficiale. Accusa dalla quale è stato assolto.

Non è la prima volta che Cantone finisce a giudizio per reati commessi durante la sua permanenza in carcere.

Nel penitenziario viterbese, anni fa, avrebbe bruciato un materasso. Un gesto che ha dato luogo a un procedimento penale per danneggiamento davanti al tribunale di Viterbo. E’ solo uno degli episodi che hanno determinato il suo trasferimento: la direzione del carcere viterbese lo definiva “ingestibile”, così come i detenuti, che arrivarono a firmare una petizione in massa per mandarlo via.

Sempre in carcere, ma stavolta a Pavia, Cantone ha commesso il suo crimine più grave: l’omicidio del compagno di cella, fracassando il cranio di Bertoglio con cinquanta colpi di caffettiera.

Un atto "dovuto", per il detenuto, all’epoca 26enne. La vittima, il 57enne Ennio Bertoglio, era stato arrestato e condannato per abusi sessuali su minori. Un reato ignobile, nel codice d’onore dei detenuti, che prescrive di rendere la vita impossibile a chi si macchia di questa colpa.

tusciaweb.eu

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere

2 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

3 Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri

4 Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità

5 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

6 Bonus 80 euro: quando e come saranno stanziati dopo ennesimo slittamento

7 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

8 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

9 Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria

10 Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Circolare del GOM: togliete le foto da Facebook, è in atto una schedatura dei Poliziotti

2 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

3 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

4 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

5 Diventa anche tu Capo del DAP!

6 Clamorosa evasione dall''istituto … dal carcere ... insomma quello lì, come si chiama?

7 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

8 C’era una volta la sentinella

9 Orlando e Consolo: pubblicate i dati reali del sovraffollamento

10 Italicum, Porcellum, Mattarellum e Consultellum