Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Altro che tablet nelle carceri, in Calabria il primo braccialetto elettronico arriva dopo 13 anni

Polizia Penitenziaria - Altro che tablet nelle carceri, in Calabria il primo braccialetto elettronico arriva dopo 13 anni


Notizia del 05/04/2014 - VIBO VALENTIA
Letto (1812 volte)
 Stampa questo articolo


Solo ieri il giudice Nicola Gratteri, nell’incontro organizzato nell’ambito del tour “Panorama d’Italia”, presentava alla stampa una sua curiosa proposta per informatizzare le procedure giudiziarie, dotando i detenuti di un tablet, sul quale inviare in tempo reale, tutti gli aggiornamenti sulla loro storia penitenziaria. Sarebbe un idea probabilmente utile, che permetterebbe di eliminare parecchia carta bollata e contemporaneamente di accorciare i tempi della giustizia, ma siamo sicuri che in Calabria siamo pronti ad idee così “futuristiche” come quelle concepite dall’acume del procuratore?

Oggi le agenzie di stampa battono una notizia interessante che deve far riflettere sulla lentezza con la quale la nostra Regione si adegua alle “novità” del Ministero della Giustizia.

È stato applicato, a Vibo Valentia, il primo braccialetto elettronico per il controllo a distanza dei movimenti dei detenuti sottoposti agli arresti domiciliari. Il pioniere calabrese è Antonio Cuturello, detenuto che potrà scontare, braccialetto alla caviglia, la pena nella propria casa.

L’utilizzo di questa tecnologia di controllo a distanza è stata introdotta dal legislatore italiano in occasione di uno dei tanti provvedimenti “svuota carceri” promossi dal ministero di grazia e giustizia. Il provvedimento che ha modificato l’art. 275 bis del CDP, risale all’ormai lontano 2001 e prevedeva come città pilota: Roma, Milano, Napoli, Torino e Catania.

Nel corso degli anni l’applicazione del braccialetto è diventata una prassi, per moltissime regioni italiane, nella concessione degli arresti domiciliari, dei permessi premio e dello svolgimento di attività lavorativa controllata.

La Calabria, che conta un numero notevole di detenuti nelle proprie carceri, arriva al suo impiego con ben 13 anni di ritardo.

È sempre un piacere ascoltare le proposte del giudice Gratteri, ma di questo passo arriveremo ad usare il tablet nelle carceri, quando ormai gli uomini avranno imparato a comunicare tra loro con la forza del pensiero.

strettoweb 

STATISTICHE CARCERI REGIONE CALABRIA
Statistiche carceri Regione Calabria







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Consiglio dei Ministri: Santi consolo NON confermato nel ruolo di Capo DAP?

5 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

6 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

7 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

8 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

9 Evasione da Sollicciano: probabile rimozione Direttore e Comandante, ma il Sappe chiama in causa il DAP e Gennaro Migliore

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

4 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

5 Riordino vuol dire mettere ordine

6 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

7 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

8 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

9 Cos''è e come funziona la Banca dati nazionale del Dna

10 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?