Ottobre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Ottobre 2017  
  Archivio riviste    
Arrestato poliziotto penitenziario in aspettativa. Rubava bancali di legno per rivenderli a 4 euro

Polizia Penitenziaria - Arrestato poliziotto penitenziario in aspettativa. Rubava bancali di legno per rivenderli a 4 euro


Notizia del 16/09/2017 - PRATO
Letto (15172 volte)
 Stampa questo articolo


Un agente di Polizia Penitenziaria di 50 anni, in servizio alla Dogaia ma attualmente in aspettativa, è stato arrestato dalla guardia di finanza insieme un pregiudicato di 33 anni mentre stavano rubando pancali dal piazzale di un'azienda sottoposta a sequestro preventivo a luglio nell'ambito di un'indagine condotta dalla Direzione distrettuale antimafia di Palermo.

Ai domiciliari i presunti prestanome di un imprenditore vicino a Pietro Tagliavia, capo del mandamento di Brancaccio. Coi proventi del commercio di pallets venivano foraggiati gli affiliati della cosca in carcere

L'agente è stato sorpreso ieri mattina dai finanzieri nel piazzale della ditta. Insieme al trentatreenne aveva tagliato la recinzione e stava caricando otto pancali sulla propria auto. Subito dopo il fermo si è proceduto alla perquisizione dell'abitazione dell'agente, dove sono stati trovati altri pancali di legno e 75 grammi di hashish già suddivisi in 17 dosi. L'agente di Polizia Penitenziaria, parlando coi finanzieri, ha ammesso di aver rubato anche gli altri pancali e ha detto che di solito li rivende a 4 euro l'uno. E' stato dunque arrestato per ricettazione e per il possesso dell'hashish.

iltirreno.gelocal.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE TOSCANA
Statistiche carceri Regione Toscana







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Il boss Michele Zagaria simula suicidio durante videoconferenza: ecco il filmato del TG2

2 Arrestati due Poliziotti penitenziari alla Dozza e altri due indagati: detenuti del carcere di Bologna controllati dalla ''ndrangheta e dai casalesi

3 Roberto Spada trasferito nel carcere di Tolmezzo in alta sicurezza: per il DAP è un detenuto ad elevata pericolosità

4 Agente penitenziario arrestato per intralcio alla giustizia e falso nel carcere di Milano San Vittore Francesco Di Cataldo

5 La fidanzata: porti la divisa in modo indegno. Poliziotto penitenziario consegnava telefoni e droga in carcere a Bologna

6 Gravissime affermazioni di Consolo sulla lotta alla mafia: Movimento 5 Stelle contro lo smantellamento di fatto del GOM e del 41-bis

7 E'' morto il mafioso Salvatore Riina

8 Detenuti navigavano su internet con la connessione del Comune: sessanta Agenti di Polizia Penitenziaria hanno setacciato l''istituto di Airola

9 Arrestato Poliziotto penitenziario del carcere minorile del Beccaria: spacciava droga e affittava cellulari ai detenuti

10 Bambino neonato utilizzato durante i colloqui in carcere per consegnare droga e telefonino al padre detenuto


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Agente di Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza. Sposato, con tre figli, era in servizio nel carcere di Padova

2 Il fallimento dell''amministrazione penitenziaria che si vuol far pagare alla Polizia Penitenziaria

3 Il Messaggero: stanziati fondi per rinnovo contratto polizia, dovrebbero essere circa 100 euro a regime

4 Le grandi manovre per depotenziare la Polizia Penitenziaria: un gioco a somma zero che porterà alla sconfitta di tutti

5 Congedo programmato e malattia

6 Impedire l’accesso e l’utilizzo dei telefonini in carcere è possibile. Perché il DAP non agisce?

7 Cacciati dalla sede centrale torneranno a lavorare in periferia, ma nel frattempo ...

8 Cari provveditori: la matematica non è un opinione

9 Concorso vice ispettori di Polizia Penitenziaria. Interrogazione parlamentare sui ritardi del DAP

10 La legge è uguale per tutti ma per qualcuno è un po’ più uguale