Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Arresti per calcio scommesse: i soldi finanziavano le famiglie dei boss in carcere al 41-bis

Polizia Penitenziaria - Arresti per calcio scommesse: i soldi finanziavano le famiglie dei boss in carcere al 41-bis


Notizia del 22/04/2013 - NAPOLI
Letto (1777 volte)
 Stampa questo articolo


 

Scommesse clandestine sulle partite di calcio per finanziare i boss in carcere al 41-bis e le loro famiglie.

38 le persone, ritenute affiliate al clan dei casalesi, arrestate dai carabinieri del Ros, nelle province di Napoli e Caserta, oltre che in Calabria, Puglia e Sicilia.

Le accuse sono di concorso esterno in associazione di tipo mafioso ed associazione per delinquere finalizzata all’esercizio abusivo di attività di gioco e scommesse. Delle ordinanze – disposte dalla Direzione distrettuale antimafia partenopea – 15 sono in carcere, sei agli arresti domiciliari e 17 sono divieti di dimora nella regione Campania.

Documentata anche la manipolazione della visualizzazione di alcuni eventi sportivi, sulle piattaforme informatiche illegali, per orientare in modo fraudolento le vincite, ai danni di ignari scommettitori. Sequestrati anche beni per un valore di oltre 3 milioni di euro.

Coinvolta la fazione dei Venosa, che si serviva di ben quattro informatici, specialisti del web, ingegneri della truffa telematica. Di almeno 100mila euro al mese, secondo gli inquirenti, il ricavo ottenuto dal clan che destinava i soldi al sostegno dei familiari del bossi detenuti al 41bis.

Un business che rappresenta il “salto di qualità” dei casalesi, per il quale si erano consociati con il clan Mallardo di Giugliano (Napoli), svelato dalle dichiarazioni dei collaboratori di giustizia, tra cui Salvatore Venosa. Tra gli arrestati anche esponenti delle fazioni Iovine e Zagaria dei casalesi.
Gli ignari giocatori puntavano su serve paralleli e venivano truffati con l’alterazione dei risultati delle gare di calcio. Una manipolazione che avveniva soprattutto su eventi sportivi in Ecuador: gli scommettitori si fidavano dei risultati forniti dal terminale, se controllare la loro veridicità. In altri casi si assicurava una vincita anche non dovuta: si puntava anche sulle gare del Napoli, ma in questa circostanza la “passione” prendeva il sopravvento anche sugli interessi criminali. E la perdita, quindi, diventava vincita.

pupia.tv

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE CAMPANIA
Statistiche carceri Regione Campania







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

2 Nella conferenza del Bicentenario nessun riferimento agli Agenti di Custodia

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

5 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

8 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Nella conferenza del Bicentenario censurata la lettera di auguri del Garante alla Polizia Penitenziaria