Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Arresto Agente per associazione mafiosa: c'era un piano per un'evasione

Notizia del 25/02/2012 - PAVIA

Arresto Agente per associazione mafiosa: c'era un piano per un'evasione

letto 3171 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

Un appartenente alla Polizia penitenziaria e' stato arrestato, ieri, a Pavia, con l'accusa di concorso esterno in associazione mafiosa, perche' indiziato di aver garantito le comunicazioni tra alcuni appartenenti alla 'ndrangheta rinchiusi nella casa circondariale di Pavia e i loro complici all'esterno del carcere.

Secondo l'ordinanza di custodia cautelare, richiesta dal Procuratore aggiunto di Milano, Ilda Bocassini, l'Assistente della penitenziaria, Claudio Gallo, di 45 anni, addetto alla sezione Alta sicurezza del carcere, residente a Pavia, avrebbe garantito ''costanti rapporti'' tra affiliati alla Locale della 'ndrangheta di Legnano fuori e dentro il carcere. L'Assistente era entrato nella Penitenziaria nel 1993 e sin da allora aveva sempre prestato servizio nella casa circondariale del capoluogo. Il suo contatto, secondo le indagini, era Alessandro Magaraci, di 30 anni, di Legnano, a sua volta arrestato con l'accusa di associazione per delinquere di stampo mafioso.

Le indagini sono state eseguite dalla Squadra mobile di Milano in collaborazione con il Nucleo investigativo centrale della Polizia Penitenziaria. E, secondo quanto raccontato oggi in Questura, a Milano, proprio gli addetti alla sicurezza del carcere hanno fatto i primi accertamenti, tra maggio e giugno scorsi, dopo aver appreso di un ipotetico piano di evasione per far scappare due esponenti di spicco della Locale di Legnano, gli uomini per cui la guardia carceraria e Magaraci tenevano i contatti. Si tratta di Luigi Mancuso (condannato in primo grado a seguito dell'operazione antimafia denominata Bad Boys), e Nicodemo Filippelli (condannato in primo grado dopo coinvolgimento in operazioni Bad Boys e Infinito).

Sempre con riferimento alla cosiddetta 'Locale' di Legnano gestita dalle note famiglie criminali originarie di Ciro' Marina. L'uomo, formalmente, lavorava in un bar risultato nell'orbita della Locale legnanese. Il 'piano' prevedeva il passaggio nascosto attraverso i sotterranei per poi raggiungere gli alloggi del personale, per fuggire da li' verso l'esterno. Ma secondo gli investigatori non ha trovato riscontro nelle indagini. Che invece hanno scoperto il rapporto di commistione, ben piu' grave di una corruzione, tanto da configurare l'appoggio esterno alla 'ndrina.

ANSA

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

2 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

3 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

4 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

5 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

8 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

9 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini

10 Cinque posti da procuratore DNA a Roma: concorrono anche Alfonso Sabella, Francesco Cascini e Calogero Piscitello


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

3 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

4 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

5 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario