Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Associazione della Polizia Penitenziaria Anppe intitola la sede di Aversa ad Agente Gennaro De Angelis

Polizia Penitenziaria - Associazione della Polizia Penitenziaria Anppe intitola la sede di Aversa ad Agente Gennaro De Angelis


Notizia del 07/05/2013 - CASERTA
Letto (2581 volte)
 Stampa questo articolo


“La Polizia Penitenziaria ieri oggi e domani”. E' il tema dell’incontro che ha visto l’inaugurazione di Aversa della sezione Anppe (Associazione nazionale Polizia Penitenziaria) di Aversa, intitolata all’agente Gennaro De Angelis, padre dell’ex sindaco di Cesa Vincenzo De Angelis, ucciso il 15 ottobre 1982 e riconosciuto vittima del dovere e della criminalità organizzata. L'evento si è tenuto al centro culturale “Caianiello” (ex Macello) di via Tristano, su iniziativa del vicesindaco di Aversa, Nicla Virgilio.

Alle 15.30 è stata scoperta una targa in via Garofalo, poi tappa al centro “Caianiello” per il convegno a cui erano presenti il vicesindaco Virgilio, il dottor Donato Capece, presidente dell’Anppe nazionale e segretario generale del Sappe, il procuratore capo di Nola Mancuso, il dottor De Feo, il dottor Mascone, l’avvocato Trofino, il commissario Rosano, insieme ai familiari di De Angelis.

“Ringrazio l’Anppe – ha detto l’assessore Virgilio – per aver reso la città di Aversa nuovamente protagonista di uno dei dibattiti più interessanti a livello nazionale e anche più delicati come quello del sistema carcerario e del sovraffollamento delle carceri e soprattutto del complicato e difficile ruolo del poliziotto penitenziario che nonostante gli enormi passi avanti fatti nel riconoscere loro grande dignità, coraggio e senso di devozione  ancora oggi si fa fatica a conferirgli il giusto valore e merito, causa il peso di un mestiere difficile e lo scotto da pagare: essere uomini dello Stato all’interno di quel non-luogo che è il carcere”.

“Ad Aversa – ha aggiunto il vicesindaco – c’è la scuola di formazione di Polizia Penitenziaria presso il Castello Aragonese e l’Ospedale psichiatrico giudiziario, struttura questa più antica e più grande d’Italia che non deve essere vista solo come un luogo di detenzione ma anche come luogo di rieducazione e inserimento dei detenuti nell’ambito delle attività sociali, come dimostra l’area verde in cui attualmente, grazie ad un progetto di collaborazione con enti privati, si effettua l’ippoterapia”.

“Ringrazio tutti coloro che hanno reso possibile questa iniziativa”, ha commentato Vincenzo De Angelis, figlio di Gennaro, che, commosso, ha tratteggiato brevemente la figura del padre: “Era una persona forte caratterialmente, una persona onesta. Anche se l’ho avuto per pochi anni per me è stata una guida importante e lo è ancora tutt’oggi”.

pupia.tv

STATISTICHE CARCERI REGIONE CAMPANIA
Statistiche carceri Regione Campania







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Droga in carcere: poliziotto incastrato da una microspia nei gradi

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

8 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

9 La frutta non ci piace». Scattano violenza e intimidazioni da parte dei detenuti al 41 bis

10 Gratteri: “Campi di lavoro per i mafiosi se vogliono mangiare”


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Raffaele Cinotti: in memoria del Vice Brigadiere degli Agenti di Custodia, ucciso a Roma il 7 aprile del 1981

5 Le caserme (quasi) gratis della Polizia Penitenziaria

6 Sempre un passo indietro... perchè la Polizia Penitenziaria non sta al livello degli altri

7 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”