Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Attacchi hacker ai siti SAPPE: un arrestato a Livorno e altri indagati per gli attacchi informatici a siti istituzionali

Polizia Penitenziaria - Attacchi hacker ai siti SAPPE: un arrestato a Livorno e altri indagati per gli attacchi informatici a siti istituzionali


Notizia del 22/05/2015 - ROMA
Letto (1094 volte)
 Stampa questo articolo


Un arresto e alcune perquisizioni sono state effettuate questa mattina a Livorno nell'ambito dell'operazione antihackeraggio coordinata dalla procura di Roma nei confronti di un'organizzazione ritenuta responsabile di attacchi contro sistemi informatici di infrastrutture nazionali e siti istituzionali. L'operazione ha riguardato 3 regioni, tra cui la Toscana. Interventi della polizia anche a Pisa. 

L'uomo arrestato a Livorno se non è il capo di Anonymus in Italia poco ci manca, secondo quanto si apprende in ambienti investigativi. Il giovane, 31 anni, portuale, abita nella zona di Collesalvetti (Livorno) ed è stato bloccato grazie anche alla collaborazione dei poliziotti del commissariato Porto. Quando gli agenti sono arrivati a casa sua ha 'opposto resistenza' e lo ha fatto alla sua maniera, cercando di spegnere il computer criptato dal quale coordinava gli attacchi hacker condotti anche da altre persone. Il suo, secondo gli investigatori, è un ruolo apicale nell'organizzazione criminale e quando i poliziotti hanno bussato alla sua porta si è chiuso nel mutismo più assoluto: gli agenti hanno fatto però in tempo a salvare i dati criptati e a sequestrare il suo computer prima che riuscisse a spegnerlo rendendo complicatissimo poi il lavoro per accedere ai dati conservati nell'hard disk.

L'organizzazione di hacker colpita dalle forze dell'ordine nel tempo ha attaccato i sistemi informatici di importanti istituzioni ed infrastrutture critiche quali Corte Costituzionale, Presidenza del Consiglio, i Ministeri dell'Interno, della Giustizia, della Salute, dello Sviluppo Economico, la Procura della Repubblica ed il Tribunale di Torino (campagna NO TAV), la Polizia di Stato, l'Arma dei Carabinieri, le Regioni Veneto, Calabria, Piemonte, Equitalia, i sindacati di Polizia Coisp e Siulp e della Polizia Penitenziaria Sappe ed Osapp, ENI e Enel.

Recentemente, poi, il gruppo, che aveva diretto la propria attenzione ai sistemi informatici di EXPO 2015 fiancheggiando "virtualmente" i violenti scontri dello scorso 1 maggio e ieri, infine, i soggetti si sono resi responsabili di attacchi ai sistemi della Difesa, pubblicando dati sensibili trafugati dai siti istituzionali di quel Dicastero nell'ambito della campagna Antimilitarist.

E' di due arrestati e tre denunciati il bilancio dell'indagine coordinata dal procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo e dal sostituto procuratore Eugenio Albamonte della Procura della Repubblica di Roma e condotta dagli investigatori specializzati del Centro Nazionale Anticrimine Informatico per la Protezione delle Infrastrutture Critiche (Cnaipic) del Servizio Polizia Postale e delle Comunicazioni. I provvedimenti cautelari sono stati eseguiti nei confronti di due italiani: un livornese di 31 anni e un 27enne originario della provincia di Sondrio, vere e proprie "star" del mondo underground, noti rispettivamente con i nickname aken e otherwise.

Denunciati inoltre un 36enne originario della provincia di Torino (nickname h[a]te) e due giovani originari della provincia di Livorno, un 27enne e un 31enne. A loro carico, nel corso dell'indagine, sono stati acquisiti - sostiene la polizia - "concreti e inequivocabili elementi probatori che hanno permesso di ricostruire un complesso scenario criminale in cui gli indagati erano soliti muoversi per portare a termine ripetuti attacchi informatici ai sistemi di numerose amministrazioni pubbliche ed aziende private, dalle quali venivano illecitamente carpite credenziali di autenticazione (userid e password) ed altre informazioni sensibili, successivamente pubblicate sul web, attraverso veri propri canali social noti nell'ambiente".

ANSA

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

3 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

10 Baschi Azzurri dell''Umbria ... rialziamoci!!