Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
76mila euro buttati al vento per un corso di formazione rivolto ai Comandanti, con la scusa di combattere lo stress lavorativo


Polizia Penitenziaria - 76mila euro buttati al vento per un corso di formazione rivolto ai Comandanti, con la scusa di combattere lo stress lavorativo

Notizia del 20/07/2012

in Ma mi faccia il piacere ...

(Letto 5268 volte)

Scritto da: Informatico Informato

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Qualche giorno fa è stato annunciato un corso di formazione ideato dall’Istituto Superiore Studi Penitenziari, rivolto a tutti i Comandanti delle carceri italiane, che affronterà lo stress da lavoro correlato.

Il corso si terrà a Roma presso la sede dell’ISSP, i costi saranno sostenuti dall’Ente Assistenza e si svolgerà in quattro edizioni.

Prima di tutto mi domando: ma perché i soldi dell’Ente Assistenza che tra i suoi obiettivi ha quello di favorire il Personale, devono finanziare un’iniziativa  rivolta ad un settore, quello della formazione “superiore” dei Comandanti (e cioè circa duecento persone in tutto) su un argomento che nulla ha a che vedere con l’assistenza al Personale?

Ma questo è niente. Oggi ho avuto modo di leggere “in dettaglio” la ripartizione dei costi di ogni singola edizione del corso, resi noti dal Dott. Massimo De Pascalis, attuale direttore dell’ISSP:

€ 2.500 per i docenti
€ 9.000 per il pagamento della missione ai partecipanti
€ 7.500 per i costi dei pasti.
Totale € 19.000 per ognuna delle quattro edizioni.

Quindi tutto il corso costerebbe € 76.000.

Però con i “dettagli” alla mano, è facile rendersi conto come le spese direttamente correlate all’offerta formativa e cioè i 10.000 euro previsti per il pagamento docenti, rappresentano solo 13% del costo totale del corso di formazione. L’altro 87% è solo spreco di denaro pubblico!

Ma io dico, nel 2012, nell’era di internet, delle videoconferenze con Skype, dell’open source, dopo che lo stesso ISSP aveva sbandierato il “Portale della Formazione” (quando Direttore dell’ISSP era ancora la Dott.ssa Luigia Mariotti Culla), dopo che il DAP aveva a sua volta rilanciato con il suo portale della formazione G.O.L.F. (come se in una amministrazione pubblica non ne bastasse uno solo di portale della formazione), è mai possibile che per un corso si spenda il 13% in formazione, il 47% per gli spostamenti degli allievi e il 40% per i pasti dei corsisti?

Così sono capace pure io a fare il Dirigente Generale… I soldi ce li mette il Personale tramite l’Ente Assistenza, la scusa per il corso c’è perché lo “stress da lavoro correlato” è un bel titolo per un corso, è rivolto ai Comandanti (e quindi chi è che si oppone alla formazione “superiore” dei Comandanti?), si danno un po’ di soldi a docenti più o meno qualificatii e tutto il resto è normale amministrazione.

Ecco appunto. Nel 2012 da un progressista come Massimo De Pascalis che s’è sempre impegnato per innovare, soprattutto nel settore dell’informatica, ci si aspetterebbe qualcosa di più di un’offerta formativa del genere dove poco più del 10% è speso per le attività didattiche e tutto il resto è più o meno uno spreco di soldi.

Capisco che per un’amministrazione che in dieci anni non è riuscita a far partire nemmeno uno dei due “portali della formazione”, che in dieci anni non è riuscita nemmeno ad offrire a tutto il personale una casella di posta elettronica, che fa fatica a pubblicare sulla intranet anche le Circolari… parlare di formazione on-line rivolta a tutti (non solo i Comandanti) con un corso sullo stress lavorativo, non è facile ma, perbacco, vogliamo farla finita di sprecare così le nostre scarsissime risorse economiche ?

 

 

Leggi anche: 

ESITI RIUNIONE COMMISSIONE FORMAZIONE: STRESS DA LAVORO CORRELATO

I bluff del DAP - Gli addetti stampa e i portali della formazione

L’ombra dell’illegalità si staglia sulla Bandiera dell’ISSP?

Alfano con l'iPad, il carcere senza indirizzo email

Sono le applicazioni informatiche che non funzionano oppure sono i Dirigenti che non sanno usarle?

I colleghi si suicidano e al DAP il Dirigenti giocano a fare i giuristi

 

 

 


Scritto da: Informatico Informato
(Leggi tutti gli articoli di Informatico Informato)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Riordino Polizia Penitenziaria: nuove qualifiche e nuovi errori
Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere
Tentata evasione dal carcere di Ivrea: detenuto fermato prima che arrivasse al muro di cinta


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 15


va bene topogigio perdono la tua domanda ma la disposizione dg personale di luglio che tu dici non la trovo e non l'ho ancora letta dove posso cercarla ??? :)

Di  Anna  (inviato il 29/07/2012 @ 16:16:37)


n. 14


bravo topogigio , non sei il solo hahahah strapazziamoci di coccole .

Di  Anonimo  (inviato il 24/07/2012 @ 19:28:02)


n. 13


perdonate la domanda: qualcuno puó spiegarmi la disposizione DG Personale del 20 luglio sulla questione di inviare o meno in missione colleghi del DAP a rieti. l'ho letta + volte ma le mie lacune scolastiche hanno avuto la meglio.

Di  TopoGigio  (inviato il 24/07/2012 @ 16:24:31)


n. 12


vergogna

Di  domenico  (inviato il 22/07/2012 @ 14:59:19)


n. 11


Visto che ci siamo con i soldi dell'ente assistenza paghiamo anche il carburante e la manutenzione per i veicoli del Corpo, le missioni del Personale, e poi visto cio' che il futuro ci prospetta penserei di pagarci lo stipendio!!!!!!

Di  vito  (inviato il 21/07/2012 @ 22:00:34)


n. 10


Non ci sono parole, quasi quasi mi cancello dall'Ente, pago Ente Assistenza solo, per i sussidi degli orfani.

Di  Luigi Giovanni  (inviato il 21/07/2012 @ 21:47:45)


n. 9


Scusate ma perchè negli Istituti ci sono Comandanti Commissari!!!!!!
A me risulta che facciano a testate nei vari PRAP DAP o altro, qualche caso ci sarà, ma solo perchè non ha avuto la buona spinta per non entrare in galera. Ridateci i vecchi Comandanti Marescialli.
Mario64

Di  mario64  (inviato il 21/07/2012 @ 19:39:22)


n. 8


Infatti in molti gia' non la pagano piu' quest' ente diciamo di assistenza!!!!!!

Di  Mauro  (inviato il 21/07/2012 @ 13:15:09)


n. 7


Sono senza parole per questi soldi spesi inutilmente tra l'altro pure miei che contribuisco al pagamento dell'ente assistenza per ...................................
e poi viene negato il pagamento dei diritti aquisiti come avanzamenti Ass. di funzione ecc. voglio ricordare a chi legge questi commenti e ai nostri dirigenti che queste ingiustizie sono motivo di stress per tutto il personale di polizia penitenziaria che lavora tutti i giorni aspettando anche il giorno in cui si veda aumentare qualcosina in busta paga naturalmente nel pieno diritto.
Questa per me si chiama solo ed esclusivamente CAFONERIA!

Di  Massimo  (inviato il 21/07/2012 @ 10:37:02)


n. 6


Non sò se ridere o piangere, far fare un corso del genere ai Comandanti Commissari che in molti Istituti sono stati la causa della fuga e ripeto fuga di molte unità del Corpo, rifoma parziale riforma totale, prepensionamenti etc...nella più totale silenzio dell'Amministrazione Centrale, fughe dovute alla loro totale e persistente incompetenza nella gestione del personale ( se ne salverà una minima parte). In alcuni Istituti sono stati cancellati intere porzioni di personale impiegato in compiti di prestigio fatti andare via così nella disperazione senza che nessuno dico nessuno dei vertici si sia chiesto il perchè! e poi ci si lamenta del come far andare avanti gli istituti! ma fatemi il piacere ve lo faccio io un corso e vi racconto di come si fà a far mandare fuori di testa un Ispettore o un Assistente!
Che ipocrisia che falsità, bisognerebbe solo vergognarsi!
Matteo

Di  Matteo  (inviato il 20/07/2012 @ 21:24:24)


n. 5


La formazione va fatta nelle sedi decentrate, al massimo in ambito regionale su seri progetti. Oltre al resto ( perchè i comandanti? ) mi sorprende il costo per i pasti. Mi chiedo : perchè non mangiano nella mensa della scuola di formazione di via di brava come facciamo noi poveri mortali del servizio traduzioni. E' bellissimo mangiare in mensa, quasi ci emoziona; quel bel pezzo di salsiccia traboccante di grasso nel piatto di plastica dopo 15 ore di servizio. Sono sembre più convinto che la revisione di spesa riguardi solo gli ultimi, cioè noi. P.S. non sparo da quasi un decennio.

Di  antonio  (inviato il 20/07/2012 @ 18:33:55)


n. 4


Non paghero' piu' l ente assistenza , tanto x quel pacco che mi danno a natale ...

Di  stancodisbure  (inviato il 20/07/2012 @ 17:11:13)


n. 3


- LA FORMAZIONE ...CHE BELLA PAROLA.....

CERTAMENTE LA FORMAZIONE , LA COMUNICAZIONE E L'EFFICIENZA DELLE STESSE DOVREBBERO PRODURRE ELEVAZIONI D'OPERATIVITà IN OGNI SEDE E SERVIZIO PENITENZIARIO, PERò COME DA CONSOLIDATA PRASSI L'AMMINISTRAZIONE SI RIEMPE LA BOCCA DI CONCETTI, ORIENTAMENTI E SCUOLE DI PENSIERO SOL SULLA CARTA..................!!!
MICA è UNA NOVITà? ABBIAMO SCOPERTO L'ACQUA CALDA?????
ANNI E ANNI , SOLDI E SOLDI, PER L'INFORMATIZZAZIONE, RETE INTRANET, RETE DAPNET,.........OVVIAMENTE SENZA COMPUTER IN ISTITUTO OVVERO ANCORA CON QUEGLI SCATOLONI CHE HANNO SCHEDE VIDEO DA FAR ARROSSIRE GLI OCCHI, STAMPANTI CHE NON VANNO, PEZZI RICLICATI PER LA POLIZIA PENITENZIARIA..................ECC.......
E POI VEDIAMO L'ANALISI DEI COSTI PER UN CORSO BANDITO ALL'ENNESIMO SPRECO DI DANARO PUBBLICO????
----UNA SOLA CONSIDERAZIONE : ABBERRANTE E SQUALLIDE INIZIATIVE CHE RIMANGONO SULLA CARTA , MENTRE NELLE MINIERE NON CI SI CONFRONTA CON NESSUNO ...TANTO MENO SI HA COMUNICAZIONI DI SERVIZI..............

SQUALLIDA ED INCRESCIOSA SITUAZIONE DI STALLO !!!!
AVANTI TUTTA .............
CONDIVIDO IN PIENO L'ANALISI FATTA E PUBBLICATA DALL'INFORMATICO INFORMATO.......ANCHE TROPPO !!
GRAZIE DI ESISTERE PER AVERLO FATTO PUBBLICARE...............

Di  ---IL CINICO----  (inviato il 20/07/2012 @ 12:39:39)


n. 2


Condivido, in parte, quanto hai commentato. Sono d'accordo con te riguardo al costo e sopratutto alle modalità con cui è stato pensato.
Riconosciamo entrambi l'importanza della formazione, specie nella nostra particolare professione dove i fattori climatici (non in senso metereologico) vanno ad influire sui fattori interni di tutti gli operatori penitenziari (e quindi non solo dei comandanti) e come la qualità della comunicazione influisce sul nostro benessere lavorativo.
Ritengo utile, ricorrere ad una formazione continua, soprattutto riguardo all'area del saper fare (abilità da sviluppare) e del saper essere (atteggiamenti da sviluppare) per far fronte, appunto, allo stress lavoro correlato e alle conseguenze che da esso derivano, come per esempio il burn.out.
Forse, bisognerebbe pensare ad una formazione decentrata per ogni istituto, coinvolgendo comandanti (leadership) e tutti gli operatori penitenziari che quotidianamente affrontano situazioni di forte disagio.
Ass.te C. Santagata Vincenzo

Di  Vincenzo Santagata  (inviato il 20/07/2012 @ 11:43:58)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.197.180.64


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

5 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Riordino vuol dire mettere ordine

8 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

9 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?





Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

5 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

6 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

7 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

8 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone

9 Detenuto evade dal carcere di Alessandria: era addetto alla pulizia delle aree esterne del penitenziario

10 Nuovi particolari su evasione da Frosinone: i complici sono saliti sul muro di cinta con una scala


  Cerca per Regione