Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
A proposito di "Auto Blu"...


Polizia Penitenziaria - A proposito di

Notizia del 14/01/2012

in Attualita

(Letto 4648 volte)

Scritto da: Il Giullare di Corte

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Oggi per caso, navigando nel web, mi sono imbattuto nella notizia del "giro di vite" che il Presidente del Consiglio Monti ha intenzione di attuare sulle cosidette "Auto Blu". Sempre per caso (alle volte il caso...) mi sono imbattuto pure su uno spezzone del film "Il caso Mattei" che descrive cosa ne pensasse delle "Auto Blu" (in questo caso "auto di servizio" ma comunque assimilabili ad esse) proprio Enrico Mattei.

Nei prossimi giorni sapremo se anche in Italia inizieremo a liberarci di questi assurdi costi della pubblica amministrazione, intanto, vi invito a leggere la notizia del Corriere, a guardare il video e a seguire i link di sopra sulla storia di Enrico Mattei per calcolare gli anni di ottusità che ci siamo auto-imposti con il nostro italico "lasciamoli lavorare".

La notizia del Corriere della Sera del 13 gennaio 2011 

Giro di vite del governo sulle auto blu per gli organi costituzionali e gli enti locali, all'insegna del rigore e dell'austerity dell'esecutivo Monti. Con un decreto del presidente del Consiglio, presentato dal ministro Patroni Griffi, il governo ottempera ad una ordinanza del Tar che chiedeva di intervenire in merito, convinto di poter così «conseguire risparmi significativi». Una nota della presidenza del Consiglio, diffusa a Cdm in corso, ha informato dell'invio del decreto da parte del premier Mario Monti. Il provvedimento non solo soddisfa la precedente ordinanza del tribunale amministrativo, tesa a estendere i tagli a organi costituzionali, Regioni e gli enti locali, ma scavalca anche quanto stabiliva il decreto precedente che imponeva «l'utilizzo alternativo dei mezzi di trasporto pubblico solo quando ne venga assicurata uguale efficacia», imponendo di fatto l'utilizzo dei mezzi pubblici a meno di necessità urgente.

LA NOTA - «Il presidente del Consiglio Mario Monti - si legge pubblicata da Palazzo Chigi - ha inviato oggi al Tar (Tribunale Amministrativo Regionale) un decreto del presidente del Consiglio sull'utilizzo delle autovetture di servizio e di rappresentanza da parte delle pubbliche amministrazioni. Il presente decreto, su proposta di Filippo Patroni Griffi, ministro senza portafoglio per la pubblica amministrazione e la semplificazione, mira ad ottemperare all'ordinanza del TAR n. 4139 del 10 novembre 2011 che chiedeva il riesame del precedente decreto del 3 agosto 2011 in relazione all'esclusione dalla sua applicazione degli Organi costituzionali, delle Regioni e gli enti locali, nonché‚ delle amministrazioni che utilizzano non più di una autovettura di servizio (art. 1, comma 2, del precedente DPCM)». «Inoltre - prosegue la nota diffusa da Palazzo Chigi - il presente decreto modifica il precedente laddove esso impone l'utilizzo alternativo dei mezzi di trasporto pubblico solo quando ne venga assicurata «uguale efficacia». Infine viene eliminata la norma che concede alle amministrazioni un termine di trenta giorni per la comunicazione al Dipartimento della funzione pubblica dell'acquisto o della presa in possesso di un'autovettura. Il Governo ritiene che le modifiche introdotte permetteranno di conseguire risparmi significativi nella spesa pubblica per le autovetture di servizio e di rappresentanza».
 
Il video sulla scena del film su Enrico Mattei
 
 
 
 

Scritto da: Il Giullare di Corte
(Leggi tutti gli articoli di Il Giullare di Corte)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 8


Io sono d'accordo con la frase d'intestazione.
E' inutile arrabiarsi ed usare le solite frasi di circostanza ( es. è uno schifo...sono tutti ladri...paghiamo sempre noi...ecc.), loro fanno bene a fare quel che vogliono, senza vergogna perchè sanno di poterlo fare sapendo che gli italiani sono fondamentalmente un popolo di pecore smidollate che reclamano al bar, ma poi gli artigli non li tirano fuori mai...Basta che ci sia il calcio in tv o le solite fesserie tipo Grande fratello e simili. Questo purtoppo è quanto. Guardate solo la farsa della diminuzione del loro stipendio! Ricordate che dal 2008 ( inizio della crisi ), si sono aumentati lo stipedio già 3 volte con decreti che ovviamente nessuno o pochi hanno votato contro. Questa crisi era veramente l'occasione per dare un esempio a chi da sempre paga gli errori che loro commettono...ma anche stavolta nisba! Tecnici o politici quando c'è da pagare sono tutti uguali! Bisogna svegliarsi e fare qualcosa perchè i loro privilegi non li molleranno mai!

Di  Ale  (inviato il 20/01/2012 @ 01:40:56)


n. 7


I privileggiati della casta che di solito passano inoservati: I Provveditori che in tempi di ristrettezze economiche come adesso, anzicchè dare l'esempio si noleggiano auto di lusso 3.000 turbodiesel alla modica cifra di 1.700,00 Euro al mese, senza contare il carburante.
I loro spostamenti in Regione sono sempre di servizio???????????????????????????????????????????????????????

Di  solito nauseato P.P.  (inviato il 17/01/2012 @ 11:28:21)


n. 6


Mi domando?? Perché certi Dirigenti e non solo, anche semplici dipendenti di ogni ruolo purché lavorino al DAP hanno il privilegio di usare il mezzo Aereo e alberghi , quando anche per futili motivi devono allontanarsi da Roma, invece i poveri cristi usano mezzi scassati rumorosi e senza riscaldamento ( solita nota mancanza di fiondi ) .
Voglio solo dire a questa gente che per raggiungere Firenze-Bologna-Milano, il treno ci impiega due tre ore massimo , allora fattela finita di continuare ad usare l’Aereo , senza pretendere macchine ed autisti quando arrivate nella sede di missione, i mezzi pubblici esistono per questo!!!!!!

Presidente Ionta, controlli bene tutti questi movimenti, parlo di tutti gli Uffici del DAP

Speriamo bene

Di  solito nauseato P.P.  (inviato il 17/01/2012 @ 10:18:20)


n. 5


Però questi Dirigenti continuano ad avere macchine con rispettivo autista, costringendo questi autisti ad effettuare svariati chilometri e con molte ore di attese,magari questi autisti pure in divisa, distolti dai loro compiti primari, come salvaguardare la sicurezza di ogni singolo cittadino.............Costretti a fare cosa quello per cui si sono fatti segnalare.........ma dai, secondo me aspetterebbero non ore ma giorni piuttosto che stare dove dovrebbero stare, ovvero negli Istituti come noi che ci stiamo, distolti si dal loro compito primario istituzionale, ma credimi contentissimi di farlo, scusa ma al sottoscritto fanno più pena quelli in sezione a farsi il doppio o il triplo turno.
Mario64

Di  Mario64  (inviato il 14/01/2012 @ 19:58:02)


n. 4


Sempre la stessa storia!!!!!
sono anni che si dice stretta di vita su auto blu!!!
Però questi Dirigenti continuano ad avere macchine con rispettivo autista, costringendo questi autisti ad effettuare svariati chilometri e con molte ore di attese,magari questi autisti pure in divisa, distolti dai loro compiti primari, come salvaguardare la sicurezza di ogni singolo cittadino.
Eliminare auto e doppi incarichi a tutti i dirigenti soprattutto coloro che si spostano in altre citta' in servizio di missioni.

Di  Mimmo  (inviato il 14/01/2012 @ 16:38:29)


n. 3


e che dire di alcuni Provveditori del Sud che in tempi di ristrettezze economiche come adesso, anzicchè dare l'esempio si noleggiano auto di lusso 3.000 turbodiesel alla modica cifra di 1.700,00 Euro al mese......

Di  assistente in trincea  (inviato il 14/01/2012 @ 12:26:23)


n. 2


Stiamo alla solita presa in giro!!!!!
Superato il momento tutto torna come prima e il conto lo pagano i cittadini che ogni giorno si alzano per andare al lavoro a proprie spese e con i mezzi pubblici come ogni comune mortale, mentre questi signori hanno l'autista sotto l'abitazione pronto a portarli fin all'ingresso del palazzo.
Ma quasi quasi mi vergognerei se fossi" un signorotto" di questi previlegiati in un momento critico per l'Italia a cui hanno giurato fedeltà.
I sindacati a mio modesto parere dovrebbero controllare un pò di più e pubblicare il ritorno di questi privileggi alla faccia della povera gente.

Di  maurizio giovannoni  (inviato il 14/01/2012 @ 01:39:58)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.205.0.26


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

6 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

7 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

8 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

9 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!

10 Dal servizio di sentinella al sistema di videosorveglianza. Ma la tecnologia, da sola, non basta





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione