Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Abbandonare la nave! Abbandonare la nave!


Polizia Penitenziaria - Abbandonare la nave! Abbandonare la nave!

Notizia del 18/12/2015

in Consoliamoci con l'ironia.

(Letto 3009 volte)

Scritto da: Il Giullare di Corte

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Giullare di corte - Abbandonare la nave! Abbandonare la nave!

Enzima - Giullare, ma si tratta di uno scherzo o la cosa è seria?

Giullare - E chi può saperlo ora? Dobbiamo aspettare e se la nave affonda vuol dire che stavamo affondando, se la prossima settimana, dopo lunedì, la nave galleggerà ancora, allora vorrà dire che c’è ancora speranza.

Geronimo - Ma tanta gente sta abbandonando la nave per davvero! La cosa mi preoccupa.

Giullare - Di cosa ti preoccupi? Non hai forse giurato di rimanere fedele a questa nave e a ciò che essa rappresenta?

Uomo qualunque - Ma Giullare, non scherzare proprio ora! Qui stanno abbandonando la nave anche Commissari e Generali, non li vedi?

Giullare - Io non scherzo mai. Dico le cose scherzando, ma dico la verità.

Informatico informato - Spiegati meglio su questa faccenda. Davvero la nave sta cadendo a pezzi?

Giullare - Proprio tu me lo chiedi? Non sei tu quello che rompe sempre sull’importanza delle banche dati della Polizia Penitenziaria?

Geronimo - Io ho giurato! E quindi non intendo abbandonare la nave, costi quel che costi.

Enzima - Anche io ho giurato. Abbiamo giurato tutti, ma allora cosa possiamo fare per continuare il viaggio?

Giullare - Seguite le banche dati e la statistica. Guardate bene che fine faranno dopo la riorganizzazione del Ministero della Giustizia. La nave si reggerà e potrà continuare a navigare, solo con le informazioni. La partita si giocherà tutta lì.

Informatico informato - Lo dicevo io!

Enzima - Giullare, tu ci stai prendendo in giro. Che c'entra la statistica?

Giullare - La statistica è un'altra chiave che apre molte porte. E' già successo in passato. Solo gli stolti non si accorgono di questa ovvietà e non ne fanno tesoro.

Uomo qualunque - A me la partita sembra bella che persa. Non vedi quante stellette e fasce blu si aggrappano a qualunque cosa galleggi?

Giullare - Quelli che vedi annaspare in acqua in cerca di salvezza, non hanno fatto il nostro stesso giuramento. Hanno sempre e solo seguito la legge del più forte. Accodandosi.

Uomo qualunque - Ma loro si salveranno sulle scialuppe dell’altra nave! Noi no.

Giullare - Che salvezza è mai quella? Tradire i propri compagni di viaggio, per qualche posto sotto coperta, per qualche posto vicino al nuovo “sole”. Umiliandosi ogni giorno, in ogni modo.

Geronimo - Io preferisco vivere affrontando il mare in tempesta sul ponte.

Giullare - Ma il coraggio non basta. In teoria abbiamo abbastanza equipaggio per le riparazioni e per migliorare di molto questa nave. Servirebbe un Capitano...

Enzima - Io ne ho conosciuto uno, ma l’hanno fatto a pezzi.

Geronimo - Io ne conosco un altro ma forse è troppo stanco e deluso.

Giullare - Il passato, è passato. E’ inutile continuare a scavare nell’acqua.

Informatico informato - Ma il nostro Ammiraglio che dice?

Giullare - Ma quale Ammiraglio e quale Re? Ma non lo vedete che dorme tutto il giorno? E quando non dorme lo fanno combattere contro i mulini a vento. Nel frattempo si spartiscono il reame e lui nemmeno se ne accorge.

Enzima - Giullare, ma allora perché non diventi tu il nostro nuovo Capitano?

Giullare - Col cavolo! Io ho la mia barchetta. Vi salutoooo!!!

 


Scritto da: Il Giullare di Corte
(Leggi tutti gli articoli di Il Giullare di Corte)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini
Comune di Catanzaro denuncia il DAP per 242 mila euro di risarcimento


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 31


Presentazione del Calendario del Corpo di Polizia Penitenziaria 2016.
Abbandono volentieri la nave. Tanto non cambierà mai nulla e noi tutti staremo qui a tormentarci

Di  anonimo  (inviato il 23/12/2015 @ 00:11:38)


n. 30


Due detenute tentano di strangolare una collega Assistente Capo di Polizia Penitenziaria del carcere di Potenza "Antonio Santoro"

Soluzione semplice ed efficace. Nelle altre forze di polizia non ci avrebbero pensato un attimo di più.
Rimuovere immediatamente i vertici dell'istituto e successivamente fare il punto della situazione.
Se si va avanti così prima della fine dell'anno ci scappa il morto tra le fila della pol.pen.
Roba da matti...........

Di  anonimo  (inviato il 22/12/2015 @ 22:51:28)


n. 29


Stù navigant nù ttene chiù nent.....! ih ih ih ih ih ih
Navigà....stamme nguaiate navigàààà

Di  Carmine  (inviato il 22/12/2015 @ 22:42:41)


n. 28


Buona Natale Gennà.
Sempre in gamba.
Sereno Natale a tutta la Pol. Pen.

Di  Rosa I.  (inviato il 22/12/2015 @ 22:35:20)


n. 27


Buona Natale Comandante Capatosta

Di  Cirù  (inviato il 22/12/2015 @ 22:33:35)


n. 26


Buona Natale Comandante sempre nel nostro cuore

Di  Luiggino con due ggì  (inviato il 22/12/2015 @ 22:32:28)


n. 25


Buona Natale amico mio Comandante

Di  Michele  (inviato il 22/12/2015 @ 22:31:05)


n. 24


Buona Natale Sig.Comandante
Buona Natale ad Angela e tutti i colleghi della nazione.
Serene Festività a tutta la Polizia Penitenziaria, spero un giorno fuori dal DAP.

Di  Carmine  (inviato il 22/12/2015 @ 22:30:13)


n. 23


Grazie degli auguri Signor Comandante, anche se ex.
Fatti da Lei, sono certa siano sinceri.
Ho visto in questi anni imbruttire il modo di fare di molti, ma il suo è rimasto sempre lo stesso, soprattutto presente, di buon umore, benevolo ed anche duro se serve.
L'equilibrio che in molti oggi manca.
Buon Natale a tutti


Di  Angela  (inviato il 22/12/2015 @ 22:07:20)


n. 22


Navigante, forse non hai capito il senso di alcuni passaggi?
Vabbuò e che sarà maiiii! Ai guaglioni tutt è perdonat!
Sarebbe il caso che ti sbottonassi, anzi come diciamo tra noi vecchi, che ti sbracassi nù poche!

Di  Caputo  (inviato il 22/12/2015 @ 21:43:13)


n. 21


Per UTOPIA
Concordo altamente, con un tratto del tuo scritto.
Ho avuto modo di assaporare [in incognito] i certi livelli di cui parli.
In incognito, perchè non mi rivedevo in coloro che in fondo gestiscono tutto il personale e non ultimo perché si parlava quasi sempre di una questione quasi come fosse astratta ed a tratti fastidiosa.
Essendo, la mia carriera partita dai bassi fondi, (cioè un quartiere dove la Legalità la vedevi col binocolo), le sezioni più puzzolenti e grondanti di muffe, ho potuto [per fortuna], capire meglio nell'evolversi della carriera, cosa ESISTE e soprattutto chi sono considerati gli ultimi.
Do la mia parola d'onore e vi assicuro che non occorrerebbe farlo, ma lo faccio lo stesso, perchè per me onorare l'uniforme che indosso tutti i giorni, vale a dire non dire e non fare caxxate, soprattutto non dimenticare MAI nemmeno per un attimo da dove provengo, da dove sono partito e dove siedo oggi.
Ho fatto carriera è vero, ma ancora oggi respiro il carcere, e non potrei farne a meno.
Ma non è colpa di nessuno se non veniamo capiti realmente, è naturale che sia così e per questo non bisogna prendersela.
La differenza, tra chi lavora in carcere e non, si vede anche se metti appena fuori un piede.
Giusto un esempio.
I colleghi (talvolta stanchi di anni di GALERA), che transitano all'N.T.P o piuttosto che in altri contesti non detentivi, figurarsi un Direttore Generale o un DIRIGENTE GENERALE dell’Amministrazione. Cose e pazz! Il carcere se lo vivi tutti i giorni fa parte, vuoi o non vuoi della tua vita, avete presente la [CARCERITE CRONICA?].
Capita (si fa per dire), di raccogliere ogni giorno il vocio delle sezioni del saluto mattutino, che non necessariamente equivale ad una cosa negativa, anzi direi che è proprio il contrario.
Ciò rappresenta, stimolo ma anche un grosso impegno nel proseguo della giornata lavorativa.
Qualcuno dirà, ma che c’azzecc, il vocio delle sezioni, la musica che proviene dalle celle, i TV color sintonizzati su canali diversi?
Ciò significa VITA Signori miei.
Un tutt'uno di VITE sintonizzate all'unisono.
In una sola parola.....STAMMATI’N STANN TUTTI VIVI!
Più di trent’anni fa, forse non avrei ragionato così.
Certo forse perché i brigatisti, i camorristi, i mafiosi ci scannavano comme all’agnellini. Forse perché eravamo considerati veramente gli ultimi, compreso dai nostri VERTICI.
Oggi il carcere vuol apparire quasi un’azienda in grado di fare numeri e di far parlare poco di se in senso negativo. Purtroppo non è così. Fatte salve alcune realtà davvero funzionanti, il resto rappresentano la solita tiritera o minestra riscaldata fatta di numerosi corsi “perfettamente inutili in senso di spendibilità lavorativa all’esterno”.
Allora diciamocelo senza alcuna ipocrisia! Lo stato di detenzione oggi è divenuta più tranquilla, perché tutto ciò permette di stare più tranquilli tutti, annessi noi.
Ma ciò non basta e non basterà, allorquando nei momenti di recrudescenza di alcuni reati [per cause che sono del tutto naturali, frutto di una ciclicità e di domanda dell’essere umano], ci chiederanno di essere nuovamente duri, allineati e compatti, pronti a rispondere con fermezza.
Vogliono abolire il reato ostativo? Faranno un grande errore a modesto parere.
Negli anni 80, il carcere e le sue regole ti indurivano, facendo in grado di sopportare ogni cosa.
Spero tanto non tornino più gli anni 80, oggi non ce la farei, ne fisicamente, ne moralmente [non credo neanche le nuove generazioni, benché mai i giovani Commissari].
Se penso agli anni in cui ho forgiato il mio carattere e temperamento, posso solo ripensare agli Uomini degli Agenti di Custodia.
Vorrei chiudere con un ricordo che porto sempre con me in questo periodo natalizio.
Ripenso ad un 24, 25 e 26 Dicembre. In particolar modo il Natale trascorso IN GALERA perché nù strunz di Brigadiere mi aveva fatto un rapporto.
Sorrido ripensando alla mia giovanissima moglie napoletana, trasferitasi al nord, in lacrime perché non mi facevano smontare per andare a casa, perché mi avevano inflitto alcuni giorni di consegna.
Buon Natale a tutti i colleghi del Corpo di Polizia Penitenziaria.
Gennaro C.




Di  Gennaro  (inviato il 22/12/2015 @ 21:11:05)


n. 20


Io da grande voglio fare il "GARANTISTA", il garantismo (il più delle volte più per convenienza che per convinzione) è diventato un ottimo biglietto da visita che in tantissimi utilizzano per farsi strada o arrivare ad una determinata poltrona. Il garantismo è direttamente proporzionale alle aspirazione di fare carriera, a certi livelli quindi non si parlerà mai delle garanzie delle vittime dei reati, argomento sempre molto spinoso e che, ti potrebbe far fare la figura del forcaiolo tutto a scapito della tanta agognata poltrona. Sereno Natale a tutti carissimi colleghi...........P.S. Io Natale sarò libero dal servizio perché lavorerò a Capodanno, noi Polizia Penitenziaria siamo sempre presenti h 24, altre figure sono già in ferie da qualche giorno e se tutto va bene ritorneranno il 07/01/2016.

Di  UTOPIA  (inviato il 22/12/2015 @ 10:15:33)


n. 19


#Navigante - Io invece non ho capito se non ridi perché sei un Signorotto (i Giullari fanno ridere il volgo) oppure perché semplicemente non le capisci ...
Quando vuoi. Sono qua.

Di  Il Giullare di Corte  (inviato il 22/12/2015 @ 09:58:18)


n. 18


Compiacente Giullare di Corte.
Non ho capito se sono gli altri ha raccogliere qualche parolina o qualche soldino dal Tuo Signore che si burla di te mentre scimmiotti un Giullare, oppure sono gli altri che attendono qualche approvazione o qualche soldino che cada dalle tasche del Tuo Signore.
Non avevo alcun dubbio… non riesci a fare neanche il Giullare!
Questo è tutto!

Di  Navigante  (inviato il 22/12/2015 @ 09:13:40)


n. 17


Cari Signori, la verità è che ci si scorda presto di colro i quali sono stati assassinati, anzi AMMAZZATI O PEGGIO SCANNATI. Nelle nostre fila ci sono eccome questi eroi!
Non che io ce l'abbia con i mafosi, direi PEGGIO!!! e spiego pure il perché della mia TREMENDA ARRABBIATURA.
Abolizione, abolizione....aòòò, non scherziamo con questo argomento perché è un giorno che ci penso. Giusto così per ricordarlo a chi lo ha già dimenticato. I giudici Falcone, Borsellino e tutti gli altri. L'attentato ai Georgofili e ciò che ne derivò, forse il Consolo lo ha scordato?
Solo che se ne parli, penso che l'auto di Falcone non dovrebbe stare più in quel posto. Quanta ipocrisia...
Basta sedersi a tavola o partecipare ad una cena di gala, che tutto si dimentica? Stento a crederci.
Sono schifato ed esterrefatto.
Se potessi avere dinanzi a me il dott. Consolo, lo guarderei dritto negli occhi, gli poggerei le mie mani che odorano di chiavi ottonate, e gli racconterei come esultavano questi cani randagi nel 92/93 il giorno della strage di Capaci. Idem per Via D'Amelio. Idem per Georgofili.
E poi cos'è questa storia del motto?
Personalmente ha fatto un errore. Per me non lo ricordava e ha detto una cosa così... diciamo una....minch....!
Per quest'ultimo, posso capirlo, ma il reato ostativo NON SI TOCCA.
COSÌ COM'È VA BENISSIMO. STIANO IN GALERA A VITA, OPPURE COLLABORINO SERIAMENTE ED IN BREVE TEMPO.
Un abbraccio Giullare, Pasquino, Nuvola e gli altri.
Vorrei raccontare una cosa, ma è meglio che mi calmi.
Un saluto a tutti i colleghi che operano come me in Polenta ma che in fondo sono terruncelli come a mì!

Certo, siamo a fine anno, se si sparano meglio col botto's!

Di  Anonimo  (inviato il 21/12/2015 @ 19:39:01)


n. 16


Caro "Navigante", un Giullare che si rispetti racconta sempre sciocchezze. Ma sono anche storie e le storie aiutano a capire il passato e ad affrontare il futuro. Non pretendo né la tua approvazione né chiedo quella degli altri. Cerco solo di sopravvivere compiacendo il mio Signore che si diverte quando mi faccio beffe di gente come te che passa la sua vita cercando di raccogliere qualche sua parola di approvazione o qualche soldino che gli cade dalle tasche.

Di  Il Giullare di Corte  (inviato il 21/12/2015 @ 19:17:35)


n. 15


Ma quando avremmo cambiato motto?
Così, tanto per sapere, hai visto mai mi sono perso qualcosa....
Me tocca pure spezzà 'na lancia in favore del dott. Turrini Vita, che ha investito tanto tempo e tante conoscenze per lo Stemma Araldico e il Motto (I peculiari compiti istituzionali del Corpo sono anche richiamati nel motto:
"Despondere spem munus nostrum" (garantire la speranza è il nostro compito), iscritto nella lista d'oro alla base dello stemma.
E non "assicurare la speranza" peraltro enunciato come compito dell'Amministrazione, come al solito si vogliono appropriare di ciò che non gli appartiene.....
Devo dire, che se non ci fosse stato un profondo conoscitorire della nostra storia come il dott. Turrini, oggi non avremmo ancora lo Stemma Araldico...... Sempre che al DAP sappiano di cosa si parla..
Peraltro, riterrei il parere sull'ergastolo ostativo, tecnicamente ininfluente, mi sembra che il Capo del DAP, sia lautamente pagato per fare altro, vero è che in Italia i doppi incarichi abbondano, magari è anche Giudice Costituzionale o membro dell'Alto Consensso (Consiglio di Stato), e non lo sapiamo.
Dateci notizie!!!!!!

Di  PASQUINO  (inviato il 21/12/2015 @ 18:12:14)


n. 14


Come vedi non sei consapevole.

Di  Navigante  (inviato il 21/12/2015 @ 09:25:53)


n. 13


Ciò che dici è vero egregio Navigante. Per questo non posso esimermi dal pubblicare il tuo commento.

Di  Il Giullare di Corte  (inviato il 21/12/2015 @ 09:11:00)


n. 12


Uno dei grandi mali del mondo contemporaneo è che chiunque ha più facilità di un tempo a rendere pubbliche le proprie idiozie.
La natura tutela gli imbecilli dalla loro consapevolezza.

Di  Navigante  (inviato il 21/12/2015 @ 08:43:56)


n. 11


Santi Consolo: "ho dato parere favorevole all'abolizione dell'ergastolo ostatitivo"

Davvero complimenti!
Complimenti anche per il nostro motto. Devo per caso emozionarmi? Non sapevo ne avessero coniato uno nuovo.
Mi suona molto di cattedrale nel deserto, manca che ci inviino un genoflettorio e poi possiamo proprio dismettere la divisa. Basta! ho deciso, prendo i voti e mi faccio prete!
Spero tanto di incontrare qualche sorella caritatevole ed accogliente!
 

Di  Accogliente accollante  (inviato il 20/12/2015 @ 13:25:17)


n. 10


SIAMO TUTTI SERVI DI UN SISTEMA E SIAMO TUTTI OPPORTUNISTI

Di  ad personam  (inviato il 20/12/2015 @ 09:11:53)


n. 9


Per il commento n.7

Cara Signora del Piemonte,
la capisco, le sue parole mi rammaricano profondamente.
Ho afferrato al volo la sua spicciola e concisa argomentazione, a tratti anche drammatica. Mia moglie si rivede nella sua rabbia.
Le sono vicino, come sono vicino a suo marito, nonchè collega.
Purtroppo mi dispiace dirle che lei è (l'unica che può e deve supportare suo marito). Non si aspetti mai nulla da nessuno e glielo dico per via dell'esperienza più che trentennale nel Corpo.

Ciò che sta accadendo da 8/10 anni è il frutto della "spregiudicatezza diplomatica", nel senso che alle argomentazioni non seguono quasi mai i fatti.
Si può anche assistere allo sfruttamento delle discordie intestine fra i propri uomini, (in questo alcuni sono molto bravi e preparati), non ultimo all'uso efficace di alleanze (se servono), con i direttori. Quelli (i direttori) qualcuno pensa che è meglio tenerseli cari, non si sa mai che possa servire alla progressione della propria carriera.
Pochi, pochissimi sono i così detti (Figli di Marte) che ho avuto l'onore di conoscere e per questo penso che (alcuni di loro), non meritano nella maniera più assoluta di sedere sullo scranno più alto che veste in uniforme.
Buone Feste Signora, abbracci caramente suo marito da parte mia.


Di  Pensionato  (inviato il 19/12/2015 @ 16:09:19)


n. 8


Detenuto aggredisce Agente della Polizia Penitenziaria - Il Sindacato Sappe: “situazione insostenibile”

La cosa che fa più male è vedere che si dimentica presto.
L'anima dei nostri cari invece non dimentica nemmeno nei sonni più inquieti.
Conoscevo il vostro sito ma non lo avevo mai visitato.
Qualcuno si è mai chiesto cosa accade veramente nella mente di una persona aggredita? Per quanto forte sia i risultati a casa si vedono.

Di  Donna e moglie  (inviato il 19/12/2015 @ 12:23:31)


n. 7


Detenuto sieropositivo lancia il proprio sangue in faccia ai Poliziotti penitenziari.

BASTA! BASTA! BASTA! BASTA! BASTA! BASTA! BASTA! BASTA! BASTA! BASTAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!!.......basta giocare sulla pelle dei nostri mariti.

Di  Silvana dal Piemonte  (inviato il 19/12/2015 @ 12:07:10)


n. 6


Giullare - Quelli che vedi annaspare in acqua in cerca di salvezza, non hanno fatto il nostro stesso giuramento. Hanno sempre e solo seguito la legge del più forte. Accodandosi.

Uomo qualunque - Ma loro si salveranno sulle scialuppe dell’altra nave! Noi no.

Giullare - Che salvezza è mai quella? Tradire i propri compagni di viaggio, per qualche posto sotto coperta, per qualche posto vicino al nuovo “sole”. Umiliandosi ogni giorno, in ogni modo.

Minc.....quant'è vera questa parodia!
Siete dei grandi figli di p......!!!
Infatti vi adoro per questo....
Vè saluto

Di  Coattissimo  (inviato il 19/12/2015 @ 11:55:26)


n. 5


S O S TERNI
Ci sono bravi commissari ma anche pessimi, pessimi perfino a gestire se stessi, figuriamoci a gestire uomini in divisa e detenuti.
E' vero, dispiace leggere certi articoli.
In altri tempi ciò che è accaduto e che succede nel resto della nazione, non sarebbe accaduto o comunque sarebbe stato gestito in altro modo. Non fraintendetemi, voglio dire (con il giusto ed adeguato rigore nel trattare il caso di specie).
Invio anticipatamente gli Auguri di un sereno Natale a tutti i colleghi di Terni affinchè l'anno nuovo porti loro pace e non ultimo dei superiori (avvicendati) che si prendano cura (FINALMENTE) del personale di Polizia Penitenziaria.

Di  anonimo  (inviato il 19/12/2015 @ 09:37:05)


n. 4


Minatore 1° linea

Abbandonare la nave e l'ipocrisia in essa contenuta sembra proprio che calzi a pennello !
C'è da dire che le fasce blu se prima giocavano centrali , adesso giocano laterali e in via residuale , mentre i minatori pian pianino stanno abbandonando con qualsiasi mezzi la nave !
certo che la responsabilità è nella scatola nera della nave e di chi detiene i suoi comandi !
Il resto è solo noia
Meglio curarsi che annoverarsi al giorno d'oggi visto che la nave è in bilico per delle scelte che tutti osservano ma nessuno dice e parla !

Di  Minatore 1° Linea  (inviato il 19/12/2015 @ 09:31:57)


n. 3


Colleghi di Terni sono con voi.
Purtroppo la linea morbida spesso porta a questi risultati, cioè il non fare e soprattutto non prendersi responsabilità per non incorrere di inimicarsi il direttore. Ma allora dico che certi comandanti dovrebbero andare altrove invece di far piangere di rabbia coloro che il proprio mestiere lo sanno fare bene. Sono stufo di questi articoli. Chi non se la sente per codardia faccia un passo indietro e lasci il posto a chi è più bravo, (realmente equilibrato) ed intraprendente!
Gli uomini vanno tutelati...non ci sono caxxi che tengono.....via i Commissari incapaci al comando. La prima volta bastava per prendere iniziative disciplinari. Ne conosco uno che per coraggio non lo batte nessuno, altro che prima, seconda, terza volta. Infatti lo chiamano il ragioniere....conta fino a 200, escogita e partorisce idee strampalate prive di logica non applicabili al nostro duro lavoro. Mentre altri invece rispondono alle caratteristiche che convengono, pronti a dare le giuste risposte al personale. Prima o poi i nostri vertici dovranno far qualcosa per coloro che sono TOTALMENTE inadeguati alle funzioni del comando.
Ciao Giuseppe, sii forte come sempre e lotta per la dignità personale.
p.s. Dovremmo spingere per una ispezione

Di  Vittorio  (inviato il 18/12/2015 @ 20:19:16)


n. 2


Certamente! Il Giullare di Corte sbeffeggia e deride evidenziando le ipocrisie, ma sempre servo rimane ...

Di  Il Giullare di Corte  (inviato il 18/12/2015 @ 15:36:36)


n. 1


Non capisco il saluto del Giullare di Corte ....... va in soccorso di coloro che hanno abbandonato la nave???????

Di  Anonimo  (inviato il 18/12/2015 @ 13:32:22)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.166.66.57


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

9 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

10 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


  Cerca per Regione