Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Aboliamo le Bombolette!


Polizia Penitenziaria - Aboliamo le Bombolette!

Notizia del 20/12/2011

in Houston abbiamo un problema

(Letto 3277 volte)

Scritto da: Miguel Cervantes

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Continuano i sucidi di detenuti che sniffano gas dalle bombolette.

L’Ordinamento Penitenziario prevede che i detenuti possano scaldarsi il cibo o le bevande con i fornellini alimentati da bombolette di gas.

Spesso le bombolette di gas sono usate da detenuti tossicodipendenti per sniffare e pare che ciò provochi uno sballo.

A volte dallo sballo si passa alla morte. Se muore un detenuto in carcere, in questo caso suicidio, ma spesso l’intenzione non è quella, scattano due inchieste: quella disciplinare e quella penale. Quella penale deve accertare se ci sia stata negligenza nella custodia da parte della Polizia Penitenziaria, o se il povero detenuto non sia stato seguito e curato bene dall’Area Sanitaria, e comunque la responsabilità della salute del detenuto è anche del Direttore ovvero capire se ha messo in campo tutti quegli strumenti normativi che potevano consentire di salvare il detenuto (ordini di servizio, grande sorveglianza ecc.).

Se l’inchiesta, (spesso alimentata da avvocati vampiri assetati di sangue) non va a buon fine, ovvero non ci sono colpe da parte di tutti quelli che ho elencato, ovvero il detenuto ha scelto di uccidersi come tanti altri esseri umani liberi decidono di farla finita, nel mondo, per un motivo o un altro, allora c’è l’inchiesta disciplinare.

A volte l’inchiesta disciplinare (quasi sempre) prende di mira il Direttore ed il Comandante. Talvolta, per fortuna non spesso, queste figure ci rimettono le penne.

E’ ovvio che questa regola vale per tutto quello che succede in carcere ovvero: morti naturali, aggressioni in cella, incidenti sul lavoro, sommosse, rivolte ecc.

Ma torniamo al problema iniziale. Le bombolette possono essere usate per sniffare, ma anche per essere lanciate, in caso di sommossa al personale di Polizia Penitenziaria, avvolte in uno straccio, come se si dovesse confezionare una “caramella gigante” (lo potete vedere nella foto, una bomboletta usata contro il personale in una dei numerosi tentativi di sommossa nelle carceri italiane – lì per fortuna il Comandante non è stato rimosso e nemmeno il Direttore…). E allora io mi chiedo: di cosa stiamo ancora a parlare? Proibiamo l’uso del fornello in cella ai detenuti. Capisco che questo provocherebbe ulteriori sommosse, e altri direttori e comandanti verrebbero rimossi fino ad intasare i PRAP.

Qualche mese fa, a seguito di un quesito fatto da alcune carceri, furono fatti visionare a tecnici del DAP alcuni tipi di fornellini per avere un parere tecnico relativamente alla “sicurezza”. Parere forbito, molto tecnico e che non serviva a nulla a mio parere perché si concludeva con una domanda davvero retorica ovvero su chi dovrebbe levare la molla stabilizzatrice (che potrebbe essere usata come tirapugni) che aggancia la bomboletta al fornello; il tecnico credeva che dovesse essere l’agente di sezione, oppure il Comandante…

C’è solo un piccolo particolare: se viene rimossa la molla che tiene agganciata la bomboletta, questa perde stabilità e la bomboletta può uscire dall’alloggiamento provocando degli scoppi o degli incendi, con gravissimo pericolo per i detenuti ma anche per gli agenti…

Ribadisco: ma di cosa stiamo parlando, se chi ci dovrebbe tutelare non ha nemmeno l’idea di come si lavora in carcere?


Scritto da: Miguel Cervantes
(Leggi tutti gli articoli di Miguel Cervantes)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Va a trovare il marito nel carcere di Torino con droga di ogni tipo nelle zone intime
Alberto Savi della Uno Bianca esce dal carcere in permesso premio per la prima volta
La RAI pagherà 8mila euro al boss mafioso Graviano per le riprese tv: le fece senza il suo consenso
Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere
Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria
Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri
Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità
Fino a 6 mesi di carcere e 1000 euro di multa per chi sporca edifici e mezzi di trasporto, sia pubblici che privati


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 9


Allora si organizzino meglio le cucine dei detenuti, e si abolisca questo strumento pericoloso, nato all'origine per consentire di scaldare cibi o bevande, ma diventato poi, con l'uso nel tempo, strumento di distinzione per chi ha soldi e si può permettere di cucinare in cella e chi non ne ha.

Di  ass. capo Nicola Di Bari  (inviato il 04/01/2012 @ 11:49:25)


n. 8


Aboliamo le Bombolette

Di  ennio  (inviato il 03/01/2012 @ 22:54:00)


n. 7


Finalmente qualcuno che dice qualcosa di sensato!!! La bomboletta di gas....maledetta!!! Eh si a causa di essa ci stavo rimettendo la pelle...nel mese di Novembre '09 durante una pretestuosa protesta sfociata in una violenta sommossa all'interno di una Casa Circondariale me ne hanno lanciata una incendiaria ( una bomba ) addosso che è esplosa avanti a me. Risultato finale ve lo faccio immaginare...due operazioni agli occhi, un sibilo all'orecchio che non mi lascia dormire (acufene), disturbo psichico, insomma la mia vita totalmente stravolta!!! Aboliamo le bombolette in carcere per Dio!!!

Di  Cesare46  (inviato il 03/01/2012 @ 21:37:24)


n. 6


a me sembra che l'ipotesi della bomboletta munita di valvola di sicurezza non presenti una totale sicurezza, si tenga conto che con un normalissimo taglia unghie si può forare la bomboletta e tutto risulterebbe vano. l'ipotesi della distribuzione di bevande calde in vari orari della giornata è la migliore. i detenuti risparmierebbero soldi nell'acquisto delle bombolette, ma avrebbero un miglior trattamento, sicuramente più equo teniamo presente che ci sono detenuti privi di disponibilità economica che non si possono permettere l'acquisto delle bombolette mantenendo così un trattamento disomogeneo fra i ristretti.

Di  carmelo  (inviato il 03/01/2012 @ 12:57:55)


n. 5


C'e un tipo di bomboletta sempre della providus che incorpora una valvola di sicurezza, costa poco piu, ma non è inalabile in quando una volta smontata dal fornellino l'uscita del gas si blocca.
Mentre la bomboletta tradizionale viene utilizzata inserendola nell'inserto del fornellino ad incastro e con la pressione viene forata, se il fornellino cadesse accidentalmente a terra mentre e in uso e si sgancia la bomboletta dopo la fiammata il ritorno di fiamma puo far esplodere il guscio metallico, mentre quelli a valvola sono sicure.
La valvola e parte integrante della bomboletta che tra l'altro viene inserita per avvitamento maschio-femmina tra bomboletta e fornellino, garantendo un coefficiente di sicurezza molto maggiore rispetto a quella precedente.

Di  Antonio  (inviato il 30/12/2011 @ 21:12:22)


n. 4


all'O.P.G. di Montelupo F.no finalmente con l'avvento del nuovo comandante, un commissario fresco di corso, e "l'attenteto" ad un Vice sovrintendente è stato studiato un piano di eliminazione dei fornellini, adeguando semplicemente gli orari della cucina ad orari più plausibili per i pasti, per il caffè due/tre volte al dì ci sono le O.S.S. che lo somministrano.

Di  Mari Iuri  (inviato il 30/12/2011 @ 12:02:20)


n. 3


Giusto Miguel Cervantes chi "dovrebbe" tutelarci non lo fa, addirittura non sa come si lavora nei penitenziari, .... insomma non sa nemmeno dove sta di casa; siam prorio abbandonati .... comunque Miguel devonoeliminare dal DPR 230 del 2000 i punti 4 e 5 dell'art.13 ( .... uso di fornelli)!

Di  marco  (inviato il 27/12/2011 @ 16:39:39)


n. 2


Bravo Anonimo in parte condivido ... sai purtroppo come vedi tutti i giorni si e' costretti ad operare in strutture medievali e alle volte ci sembra proprio di capire che poco e' mutato dal 1817, dai tempi delle "Famiglie" di Giustizia, ad oggi!!!
Be' l'ideale sarebbe di vietare assolutamente l'uso di bombolette di gas, vitto dell' Amministrazione, refettori, e soprattutto Istituti dotati delle piu' moderne tecnologie esistenti, monitor e piu' telecamere, insomma dove ogni singola cella si apre e si chiude da appositi box di controllo!!

Di  Jack  (inviato il 21/12/2011 @ 09:28:06)


n. 1


...tuta arancione(all'americana)pasti preconfezionati,acquisti consentiti al sopravvitto solo sigarette e materiale per la corrispondenza epistolare e così (forse) la finiamo con celle che sembrano dei piccoli supermarket...

Di  Anonimo  (inviato il 20/12/2011 @ 22:25:46)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.204.172.174


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

2 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

3 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

4 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

5 Diventa anche tu Capo del DAP!

6 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

7 Clamorosa evasione dall''istituto … dal carcere ... insomma quello lì, come si chiama?

8 C’era una volta la sentinella

9 Orlando e Consolo: pubblicate i dati reali del sovraffollamento

10 Italicum, Porcellum, Mattarellum e Consultellum





Tutti gli Articoli
1 Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere

2 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

3 Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri

4 Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità

5 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

6 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

7 Bonus 80 euro: quando e come saranno stanziati dopo ennesimo slittamento

8 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

9 Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni

10 Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria


  Cerca per Regione