Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Altro che benessere del personale ...


Polizia Penitenziaria - Altro che benessere del personale ...

Notizia del 10/08/2015

in I Mulini a Vento

(Letto 2600 volte)

Scritto da: Miguel Cervantes

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Ricordo che eravamo in tanti durante il Corso Agenti di Custodia ausiliari; 800/ 1000 agenti ogni tre mesi, diciottenni che si affacciavano ad un nuovo lavoro. Un lavoro misterioso, un mondo ai più sconosciuto: l’universo carcerario. Non so cosa avremmo pagato per trovare un campo di calcio o una palestra attrezzata per dare sfogo alle nostre pulsioni di ragazzi  dagli ormoni impazziti, dopo lunghe giornate di lavoro di 9 – 10 ore, o per  passare il tempo in caserma durante lo smontante o i rari riposi in cui non si tornava a casa. A malapena si trovava un vecchio calcio balilla allo spaccio o un tavolo da biliardo.

Il benessere del personale si riduceva a poca cosa, ma eravamo giovani e quindi il benessere lo si cercava altrove… Ora che gran parte di noi sono sulla soglia della pensione, il DAP, spinto dai numerosi suicidi, dalle proteste del personale che ha la sensazione di essere abbandonato a se stesso, dallo stress che attanaglia chi fa questo lavoro in prima linea con i detenuti e sulla scia dei benefici che a seguito della Sentenza Torreggiani ha apportato alla popolazione detenuta, sembra interessarsi con più vigore anche al benessere del personale.

Come? Direte voi, con interventi concreti? Ristrutturazione di caserme? Anticipo sulla buonuscita? Detassazione dello straordinario? Convenzioni con palestre esterne o centri benessere? No, nulla di tutto questo. Ma richiedendo delle informazioni alle direzioni attraverso delle schede “benessere del personale” nelle quali si chiede (ma lo dovrebbero già sapere) se presso quell’Istituto esiste il bar, se c’è una caserma agenti (quanta ipocrisia!!!) se, addirittura, esiste la mensa – se poi la mensa di servizio ad esempio in Sicilia, è chiusa in tutti gli Istituti da 4 mesi e mezzo, beh questo è solo un piccolo particolare, se i colleghi mangiano panini e piatti surgelati anche questo è un particolare insignificante; il nostro Capo del Dipartimento ovvero colui che in primis dovrebbe tutelare la salute, e l’integrità psico fisica del suo personale tarda a prendere posizione, quasi dando l’impressione di non attribuire particolare importanza ad un problema che attiene in assoluto al benessere del personale, ma limitandosi a ricevere le risposte via e mail sulle schede benessere.

Ma la scheda richiede anche se vi siano delle sale ricreative per gli agenti negli istituti, se vi siano delle palestre, campi di calcio o di pallavolo o addirittura di pallacanestro e dulcis in fundo se è presente una biblioteca per il personale. Infatti al DAP il nostro Presidente forse immagina che, ad esempio in un carcere di periferia dove l’età media è di oltre 50 anni, il collega prima di smontare dopo otto ore di servizio, stanco, incazzato, con la pressione alta, sudato per mancanza di condizionatori, telefoni alla moglie dicendole: cara, non mi aspettare, vengo più tardi, perchè mi fermo a leggere un romanzo di John Grisham in biblioteca.

Guai anche ad approfittare di eventuali campi di calcio, perché se il nostro già esiguo personale di p.p. e anagraficamente anziano, dovesse decidere di fare una partita di calcio, anche amichevole, sul campo si conterebbero feriti, contusi e infartuati tali da andare ad incidere negativamente sulle assenze dal servizio.

E’ giusto che i nostri vertici del DAP perseguano l’idea di portare benessere al personale, ma credo che qualcuno non abbia le idee chiare sul come o cosa si debba fare. Oggi nelle carceri, stante l’età anagrafica che fa della Polizia Penitenziaria un Corpo di “vecchi” salvo qualche rara eccezione, dove i colleghi non vedono l’ora di smontare  per tornare a casa, dove (salvo rare eccezioni) non esistono più accasermati, nell’era di internet, dei social network,  non ha più senso proporre cose che andavano bene alla fine degli anni 70 inizio anni 80. Per il benessere del personale ci vuole ben altro, proposte che passano dal miglioramento delle condizioni lavorative negli istituti (es. ambienti e mezzi climatizzati – funzionanti e non eternamente rotti -, caserme funzionati, aumento degli  alloggi uso foresteria dove passare qualche giorno di relax o una breve vacanza) all’incentivo economico (es. detassazione straordinari, aumento dell’indennità di presenza, anticipo sulla buonuscita, evitare di penalizzare chi va in pensione a domanda dandogli la buonuscita dopo due anni ecc.). Dateci, quindi, pure le biblioteche, o il campo di calcio, ma non riuscirete a porre degli argini al malessere dilagante che investe gli orgogliosi appartenenti alla Polizia Penitenziaria.

 


Scritto da: Miguel Cervantes
(Leggi tutti gli articoli di Miguel Cervantes)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Tre Poliziotti penitenziari feriti da un detenuto con forbici affilate appositamente
Carceri italiane ed edilizia penitenziaria: al massimo si da una ritinteggiata
Nuovo carcere a Nola: in scadenza il bando per la realizzazione
Chiso l''OPG di Montelupo Fiorentino: consiglieri comunali accusano sprechi e disagi
Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada
Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria
15 febbraio 1977, 40 anni fa l''arresto di Renato Vallanzasca
Londra, carcere di Northumberland: le gang ormai controllano lo spaccio


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 3


il benessere ,può anche essere ,fare la richiesta di esonero dai turni notturni come da accordo quadro ed avere la risposta " autorizzato ",questo si chiama benessere .
stanislao

Di  Anonimo  (inviato il 18/08/2015 @ 17:18:36)


n. 2


io l'unico benessere che vorrei attualmente è una pensione decente , visto che andando con il sistema misto verrò a prendere almeno 400-500 in meno lavorando quasi due anni in piu' tra aumento della aspettativa della vita e finestra mobile , rispetto a chi precedentemente ha beneficiato del vecchio sistema retributivo.
piu' che benessere vedo malessere.
senza polemiche con nessuno. un grande abbraccio a tutti
baschino azzurrino

Di  Anonimo  (inviato il 10/08/2015 @ 20:09:44)


n. 1


andate a verificare chi sono stati i REFERENTI periferici che hanno trattato a livello centrale il "Benessere del personale" e vi accorgerete che queste menti non fanno parte della manovalanza...hihihihihihii
mi vien da ridere, ma non riesco a trovare termini diversi per definire "menti" e "manovalanza"

Di  io non conto nulla  (inviato il 10/08/2015 @ 19:24:42)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.197.187.2


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Celebrazioni 200 anni di storia del Corpo di Polizia Penitenziaria: autorizzata l’emissione della moneta d’argento da 5 euro

2 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

3 A chi danno fastidio i servizi di polizia stradale della Polizia Penitenziaria?

4 Riordino, organici dirigenziali: tra eccessi e sottodimensionamenti dei dirigenti della Polizia Penitenziaria

5 Foibe, il martirio degli Agenti di Custodia

6 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

7 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

8 Rapporto Eurispes: la Polizia Penitenziaria sgradita a un italiano su due

9 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

10 Anche i mafiosi hanno fame





Tutti gli Articoli
1 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

2 Blitz della Polizia Penitenziaria: tre arresti per spaccio di droga a Napoli nelle prime ore della mattinata

3 Detenuto cinese violenta la figlia: compagno di cella marocchino lo sodomizza per un mese nel carcere di Prato

4 Poliziotto penitenziario travolto da auto mentre era in moto: è ricoverato in gravi condizioni

5 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

6 Ex scuola della Polizia Penitenziaria di Moastir pronta ad accogliere i migranti: quasi ultimati i lavori

7 Detenuto sorpreso ad aggiornare il proprio profilo Facebook dal carcere di Marassi

8 Bidognetti, il capoclan dei Casalesi, comunicava dal 41-bis con messaggi nascosti

9 Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada

10 Danneggiò le auto dei Poliziotti nel parcheggio del carcere di Ancona: individuato grazie alle telecamere


  Cerca per Regione