Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Anni 2009 e 2010 - Encomi al personale di Polizia Penitenziaria: PP.C.D. 20 marzo 2013


Polizia Penitenziaria - Anni 2009 e 2010 - Encomi al personale di Polizia Penitenziaria: PP.C.D. 20 marzo 2013

Notizia del 23/07/2013

in Accadde al penitenziario

(Letto 3265 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo


Si conferisce al Commissario del Corpo di Polizia Penitenziaria Rizzo Giuseppe, nato il 10 marzo 1968, matricola n.101298, la Encomio Solenne con la seguente motivazione: “Unitamente ad altro personale dipendente dalla Diramazione Sicilia del N.I.C., in collaborazione con gli investigatori della Squadra Mobile S.C.O. di Trapani, del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato e del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia (INTERPOL), nonché le Autorità locali, partecipava alle complesse indagini che portavano all’arresto, in Adeje località dell’isola spagnola di Tenerife, di un pericoloso latitante. La particolare importanza e la rilevante complessità dell’operazione ed il successo riportato hanno conferito lustro all’Amministrazione penitenziaria. 31 dicembre 2010.”


Si conferisce all’Ispettore Superiore del Corpo di Polizia Penitenziaria Tolomeo Francesco Paolo Baldassarre, nato il 2 maggio 1960, matricola n.75059, la Encomio Solenne con la seguente motivazione: “Unitamente ad altro personale dipendente dalla Diramazione Sicilia del N.I.C., in collaborazione con gli investigatori della Squadra Mobile S.C.O. di Trapani, del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato e del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia (INTERPOL), nonché le Autorità locali, partecipava alle complesse indagini che portavano all’arresto, in Adeje località dell’isola spagnola di Tenerife, di un pericoloso latitante. La particolare importanza e la rilevante complessità dell’operazione ed il successo riportato hanno conferito lustro all’Amministrazione penitenziaria. 31 dicembre 2010.”


Si conferisce al Sovrintendente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Iacovo Francesco, nato il 6 luglio 1959, matricola n.69012, la Encomio Solenne con la seguente motivazione: “Durante il servizio di traduzione di due detenuti dal locale Istituto penitenziario al Tribunale di Reggio Calabria, unitamente ad altro personale, dimostrando prontezza d’intervento, eccezionale professionalità e coraggio, a rischi della propria vita e benché ferito, riusciva a neutralizzare il tentativo di evasione posto in essere dai due ergastolani. Palmi, 27 novembre 2009”.


Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Candolo Roberto, nato il 21 settembre 1975, matricola n.123387, la Encomio Solenne con la seguente motivazione: “Unitamente ad altro personale dipendente dalla Diramazione Sicilia del N.I.C., in collaborazione con gli investigatori della Squadra Mobile S.C.O. di Trapani, del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato e del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia (INTERPOL), nonché le Autorità locali, partecipava alle complesse indagini che portavano all’arresto, in Adeje località dell’isola spagnola di Tenerife, di un pericoloso latitante. La particolare importanza e la rilevante complessità dell’operazione ed il successo riportato hanno conferito lustro all’Amministrazione penitenziaria. 31 dicembre 2010.”


Si conferisce all’Assistente del Corpo di Polizia Penitenziaria Clarizia Salvatore, nato il 13 maggio 1974, matricola n.124323, la Encomio Solenne con la seguente motivazione: “Durante il servizio di traduzione di due detenuti dal locale Istituto penitenziario al Tribunale di Reggio Calabria, unitamente ad altro personale, dimostrando prontezza d’intervento, eccezionale professionalità e coraggio, a rischi della propria vita e benché ferito, riusciva a neutralizzare il tentativo di evasione posto in essere dai due ergastolani. Palmi, 27 novembre 2009.”


Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Di Gennaro Michele, nato il 6 agosto 1971, matricola n.123419, la Encomio Solenne con la seguente motivazione: “Durante il servizio di traduzione di due detenuti dal locale Istituto penitenziario al Tribunale di Reggio Calabria, unitamente ad altro personale, dimostrando prontezza d’intervento, eccezionale professionalità, riusciva a neutralizzare il tentativo di evasione posto in essere dai due ergastolani. Palmi, 27 novembre 2009.”


Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Fameli Natalio Salvatore, nato il 15 febbraio 1965, matricola n.99206, la Encomio Solenne con la seguente motivazione: “Durante il servizio di traduzione di due detenuti dal locale Istituto penitenziario al Tribunale di Reggio Calabria, unitamente ad altro personale, dimostrando prontezza d’intervento, eccezionale professionalità e coraggio, a rischi della propria vita e benché ferito, riusciva a neutralizzare il tentativo di evasione posto in essere dai due ergastolani. Palmi, 27 novembre 2009.”


Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Messina Gianfranco, nato il 7 agosto 1970, matricola n.101835, la Encomio Solenne con la seguente motivazione: “Unitamente ad altro personale dipendente dalla Diramazione Sicilia del N.I.C., in collaborazione con gli investigatori della Squadra Mobile S.C.O. di Trapani, del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato e del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia (INTERPOL), nonché le Autorità locali, partecipava alle complesse indagini che portavano all’arresto, in Adeje località dell’isola spagnola di Tenerife, di un pericoloso latitante. La particolare importanza e la rilevante complessità dell’operazione ed il successo riportato hanno conferito lustro all’Amministrazione penitenziaria. 31 dicembre 2010.”


Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Pettiglione Vincenzo, nato il 28 luglio 1971, matricola n.111585, la Encomio Solenne con la seguente motivazione: “Unitamente ad altro personale dipendente dalla Diramazione Sicilia del N.I.C., in collaborazione con gli investigatori della Squadra Mobile S.C.O. di Trapani, del Servizio Centrale Operativo della Polizia di Stato e del Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia (INTERPOL), nonché le Autorità locali, partecipava alle complesse indagini che portavano all’arresto, in Adeje località dell’isola spagnola di Tenerife, di un pericoloso latitante. La particolare importanza e la rilevante complessità dell’operazione ed il successo riportato hanno conferito lustro all’Amministrazione penitenziaria. 31 dicembre 2010.”


Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Surace Vincenzo, nato il 2 aprile 1969, matricola n.105399, la Encomio Solenne con la seguente motivazione: “Durante il servizio di traduzione di due detenuti dal locale Istituto penitenziario al Tribunale di Reggio Calabria, unitamente ad altro personale, dimostrando prontezza d’intervento, eccezionale professionalità, riusciva a neutralizzare il tentativo di evasione posto in essere dai due ergastolani. Palmi, 27 novembre 2009.”

 

Si conferisce al Vice Sovrintendente del Corpo di Polizia Penitenziaria Costantini Stefano nato il 19 settembre 1966, matricola n.121085, la Encomio con la seguente motivazione: “Unitamente ad altro personale, dimostrando una straordinaria sensibilità ed umanità nonché un’elevata capacità di gestire con prontezza una situazione molto difficile e rischiosa, riusciva a persuadere un collega che in un momento di sconforto, armato di pistola di ordinanza, minacciava di compiere un gesto anticonservativo. Modena, 2 dicembre 2010.”


Si conferisce al Sovrintendente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria D’ambrosio Gennaro, nato il 19 settembre 1952, matricola n.57852, la Encomio con la seguente motivazione: “In attività di servizio da 38 anni, ha dimostrato un alto senso del dovere evidenziando spiccate qualità professionali e lodevole impegno nell’adempimento dei compiti istituzionali a cui è stato chiamato ad espletare, riportando altresì, dal 1976 la classifica di ottimo. Aversa (CE), 25 settembre 2010.”

 

Si conferisce al Vice Sovrintendente del Corpo di Polizia Penitenziaria Gallina Maurizio, nato il 25 gennaio 1972, matricola n.105531, la Encomio con la seguente motivazione: “Unitamente ad altro personale, dimostrando una straordinaria sensibilità ed umanità nonché un’elevata capacità di gestire con prontezza una situazione molto difficile e rischiosa, riusciva a persuadere un collega che in un momento di sconforto, armato di pistola di ordinanza, minacciava di compiere un gesto anticonservativo. Modena, 2 dicembre 2010.”

 

Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Stefanelli Lucio, nato il 13 dicembre 1969, matricola n.124167, la Encomio con la seguente motivazione: “Unitamente ad altro personale, dimostrando una straordinaria sensibilità ed umanità nonché 7un’elevata capacità di gestire con prontezza una situazione molto difficile e rischiosa, riusciva a persuadere un collega che in un momento di sconforto, armato di pistola di ordinanza, minacciava di compiere un gesto anticonservativo. Modena, 2 dicembre 2010.”

 

Si conferisce al Commissario del Corpo di Polizia Penitenziaria Gallo Fabio, nato il 29 luglio 1969, matricola n.99606, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio, unitamente ad altro personale, interveniva all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale, allo scopo di domare un incendio provocato dolosamente da uno detenuto. Si prodigava, altresì, per salvare la vita al recluso ed a porre in sicurezza gli altri detenuti. Nelle operazioni di ripristino dell’ordine e della sicurezza all’interno della sezione dimostrava elevate capacità professionali e spirito d’iniziativa. Terni, 17 dicembre 2010.”


Si conferisce al Commissario del Corpo di Polizia Penitenziaria Secci Riccardo, nato il 2 marzo 1967, matricola n.95087, la Lode con la seguente motivazione: “Partecipava, unitamente ad altro personale, dimostrando spirito d’iniziativa e lodevoli capacità operative, ad un operazione di servizio finalizzata ad impedire l’introduzione di sostanze stupefacenti all’interno della locale Casa Circondariale. Sassari, 4 dicembre 2010.”

 

Si conferisce all’Ispettore Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Contu Orazio, nato il 28 luglio 1964, matricola n.86589, la Lode con la seguente motivazione: “Partecipava, unitamente ad altro personale, dimostrando spirito d’iniziativa e lodevoli capacità operative, ad un operazione di servizio finalizzata ad impedire l’introduzione di sostanze stupefacenti all’interno della locale Casa Circondariale. Sassari, 4 dicembre 2010.”

 

Si conferisce all’Ispettore Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Grupposo Francesco, nato il 4 ottobre 1964, matricola n.86700, la Lode con la seguente motivazione: “Imbarcato sulla motovedetta del Corpo ‘V3’, in qualità di componente del personale di bordo dell’unità navale, collaborava alle operazioni di soccorso all’equipaggio di una barca a vela in avaria. Nell’operazione di salvataggio dimostrava capacità operative ed elevato spirito di iniziativa. Favignana, 23 giugno 2010.”


Si conferisce all’Ispettore Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Maltese Agostino, nato il 14 settembre 1961, matricola n.98765, la Lode con la seguente motivazione: “Imbarcato sulla motovedetta del Corpo “V3”, con l’incarico di Comandante dell’unità navale coordinava le operazioni di soccorso all’equipaggio di una barca a vela in avaria. Nell’operazione di salvataggio dimostrava capacità operative ed elevato spirito di iniziativa. Favignana, 23 giugno 2010.”

 

Si conferisce all’Ispettore del Corpo di Polizia Penitenziaria Catania Giuseppe, nato il 23 maggio 1971, matricola n.118205, la Lode con la seguente motivazione: “Imbarcato sulla motovedetta del Corpo ‘V3’, in qualità di componente del personale di bordo dell’unità navale, collaborava alle operazioni di soccorso all’equipaggio di una barca a vela in avaria. Nell’operazione di salvataggio dimostrava capacità operative ed elevato spirito di iniziativa. Favignana, 23 giugno 2010.”


Si conferisce all’Ispettore del Corpo di Polizia Penitenziaria De Benedictis Domenico, nato il 26 dicembre 1968, matricola n.112485, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale , unitamente ad altro personale, dimostrando di possedere lodevoli capacità professionali e alto senso del dovere, riusciva a scongiurare il suicidio di un detenuto. Napoli, 17 ottobre 2010.”


Si conferisce all’Ispettore del Corpo di Polizia Penitenziaria Milanese Pierpaolo, nato il 6 dicembre 1972, matricola n.108844, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio, unitamente ad altro personale, interveniva all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale, allo scopo di domare un incendio provocato dolosamente da uno detenuto. Si prodigava, altresì, per salvare la vita al recluso ed a porre in sicurezza gli altri detenuti. Nelle operazioni di ripristino dell’ordine e della sicurezza all’interno della sezione dimostrava elevate capacità professionali e spirito d’iniziativa. Terni, 17 dicembre 2010.”

 

Si conferisce al Sovrintendente del Corpo di Polizia Penitenziaria Campestre Carmelo, nato il 30 novembre 1968, matricola n.106370, la Lode con la seguente motivazione: “Libero dal servizio, unitamente al personale di una volante della Polizia di Stato, dimostrando lodevoli capacità operative e senso del dovere, inseguiva e bloccava un individuo intento alla guida del proprio furgone in evidente stato di ebbrezza. Roma, 5 settembre 2010.”

 

Si conferisce al Sovrintendente del Corpo di Polizia Penitenziaria Palombi Roberto, nato il 10 ottobre 1964, matricola n.87791, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio, unitamente ad altro personale, interveniva all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale, allo scopo di domare un incendio provocato dolosamente da uno detenuto. Si prodigava, altresì, per salvare la vita al recluso ed a porre in sicurezza gli altri detenuti. Nelle operazioni di ripristino dell’ordine e della sicurezza all’interno della sezione dimostrava elevate capacità professionali e spirito d’iniziativa. Terni, 17 dicembre 2010.”


Si conferisce al Sovrintendente del Corpo di Polizia Penitenziaria Valente Luca Antonio, nato il 17 maggio 1962, matricola n.79966, la Lode con la seguente motivazione: “Libero dal servizio, unitamente al personale della Squadra Mobile della locale Questura, dimostrando lodevoli capacità operative e spirito di iniziativa, traeva in arresto quattro individui sorpresi, nella notte, a trafugare un ingente quantitativo di cavi di rame da un capannone industriale. Campobasso, 19 ottobre 2010.”


Si conferisce al Vice Sovrintendente del Corpo di Polizia Penitenziaria Andreucci Auro, nato il 14 novembre 1956, matricola n.59608, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio, unitamente ad altro personale, interveniva all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale, allo scopo di domare un incendio provocato dolosamente da uno detenuto. Si prodigava, altresì, per salvare la vita al recluso ed a porre in sicurezza gli altri detenuti. Nelle operazioni di ripristino dell’ordine e della sicurezza all’interno della sezione dimostrava elevate capacità professionali e spirito d’iniziativa. Terni, 17 dicembre 2010.”

 

Si conferisce al Vice Sovrintendente del Corpo di Polizia Penitenziaria Vacchiano Generoso, nato il 4 ottobre 1960, matricola n.71650, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale , unitamente ad altro personale, dimostrando di possedere lodevoli capacità professionali e alto senso del dovere, riusciva a scongiurare il suicidio di un detenuto. Napoli, 17 ottobre 2010.”


Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Badolato Danilo, nato il 15 luglio 1977, matricola n.122074, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio, unitamente ad altro personale, interveniva all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale, allo scopo di domare un incendio provocato dolosamente da uno detenuto. Si prodigava, altresì, per salvare la vita al recluso ed a porre in sicurezza gli altri detenuti. Nelle operazioni di ripristino dell’ordine e della sicurezza all’interno della sezione dimostrava elevate capacità professionali e spirito d’iniziativa. Terni, 17 dicembre 2010.”

 

Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Cadeddu Salvatore, nato il 24 dicembre 1967, matricola n.109248, la Lode con la seguente motivazione: “Partecipava, unitamente ad altro personale, dimostrando spirito d’iniziativa e lodevoli capacità operative, ad un operazione di servizio finalizzata ad impedire l’introduzione di sostanze stupefacenti all’interno della locale Casa Circondariale. Sassari, 4 dicembre 2010.”

 

Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Campus Mariano, nato il 14 gennaio 1967, matricola n.105720, la Lode con la seguente motivazione: “Partecipava, unitamente ad altro personale, dimostrando spirito d’iniziativa e lodevoli capacità operative, ad un operazione di servizio finalizzata ad impedire l’introduzione di sostanze stupefacenti all’interno della locale Casa Circondariale. Sassari, 4 dicembre 2010.”

 

Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Carotenuto Luigi, nato il 23 gennaio 1968, matricola n.110646, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio, unitamente ad altro personale, interveniva all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale, allo scopo di domare un incendio provocato dolosamente da uno detenuto. Si prodigava, altresì, per salvare la vita al recluso ed a porre in sicurezza gli altri detenuti. Nelle operazioni di ripristino dell’ordine e della sicurezza all’interno della sezione dimostrava elevate capacità professionali e spirito d’iniziativa. Terni, 17 dicembre 2010.”

 

Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Chiarini Paolo, nato il 10 marzo 1968, matricola n.118212, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale , unitamente ad altro personale, dimostrando di possedere lodevoli capacità professionali e alto senso del dovere, riusciva a scongiurare il suicidio di un detenuto. Teramo, 26 dicembre 2010.”


Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Cifarelli Cataldo, nato il 16 aprile 1967, matricola n.121471, la Lode con la seguente motivazione: “Unitamente ad altro personale, dimostrando lodevole sensibilità ed umanità, partecipava alle attività di persuasione al fine di esortare un collega dal rinunciare al porre in essere un gesto anticonservativo. Modena, 2 dicembre 2010”

 

Si conferisce al Sovrintendente del Corpo di Polizia Penitenziaria Cuccuru Pier Paolo, nato il 13 agosto 1963, matricola n.85248, la Lode con la seguente motivazione: “Partecipava, unitamente ad altro personale, dimostrando spirito d’iniziativa e lodevoli capacità operative, ad un operazione di servizio finalizzata ad impedire l’introduzione di sostanze stupefacenti all’interno della locale Casa Circondariale. Sassari, 4 dicembre 2010.”

 

Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Di Angelantonio Massimo, nato il 25 luglio 1976, matricola n.119793, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio, unitamente ad altro personale, interveniva all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale, allo scopo di domare un incendio provocato dolosamente da uno detenuto. Si prodigava, altresì, per salvare la vita al recluso ed a porre in sicurezza gli altri detenuti. Nelle operazioni di ripristino dell’ordine e della sicurezza all’interno della sezione dimostrava elevate capacità professionali e spirito d’iniziativa. Terni, 17 dicembre 2010.”

 

Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Farruggia Giovanni, nato il 24 dicembre 1964, matricola n.85298, la Lode con la seguente motivazione: “In attività di servizio, insospettito da alcuni comportamenti anomali di un detenuto lavorante, dimostrando spirito d’osservazione e lodevoli capacità operative e professionali, riusciva a smascherare una piccola organizzazione, messa in piedi da detenuti e familiari, finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti all’interno della locale Casa Circondariale. Giarre, 18 dicembre 2010.”


Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Ferracchiato Mirco, nato il 16 aprile 1976, matricola n.117099, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio, unitamente ad altro personale, interveniva all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale, allo scopo di domare un incendio provocato dolosamente da uno detenuto. Si prodigava, altresì, per salvare la vita al recluso ed a porre in sicurezza gli altri detenuti. Nelle operazioni di ripristino dell’ordine e della sicurezza all’interno della sezione dimostrava elevate capacità professionali e spirito d’iniziativa. Terni, 17 dicembre 2010.”


Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Floris Raimondo, nato il 7 novembre 1968, matricola n.105225, la Lode con la seguente motivazione: “Unitamente ad altro personale, dimostrando lodevole sensibilità ed umanità, partecipava alle attività di persuasione al fine di esortare un collega dal rinunciare al porre in essere un gesto anticonservativo. Modena, 2 dicembre 2010”

 

Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria La Porta Sergio, nato il 6 agosto 1966, matricola n.108571, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio, unitamente ad altro personale, interveniva all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale, allo scopo di domare un incendio provocato dolosamente da uno detenuto. Si prodigava, altresì, per salvare la vita al recluso ed a porre in sicurezza gli altri detenuti. Nelle operazioni di ripristino dell’ordine e della sicurezza all’interno della sezione dimostrava elevate capacità professionali e spirito d’iniziativa. Terni, 17 dicembre 2010.”

 

Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Limoncelli Sauro, nato il 30/07/1964, matricola n.103924, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale, unitamente ad altro personale, dimostrando di possedere lodevoli capacità professionali e alto senso del dovere, riusciva a scongiurare il suicidio di un detenuto. Teramo, 26 dicembre 2010.”

 

Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Lo Presti Salvatore Cateno Giuseppe, nato il 3 gennaio 1960, matricola n.101553, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale , unitamente ad altro collega, dimostrando spirito di iniziativa e lodevoli capacità operative riusciva a scongiurare il suicidio di un detenuto mediante impiccamento. Reggio Calabria, 13 ottobre 2010.”


Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Lucarelli Luca, nato il 8 ottobre 1972, matricola n.122787, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio, unitamente ad altro personale, interveniva all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale, allo scopo di domare un incendio provocato dolosamente da uno detenuto. Si prodigava, altresì, per salvare la vita al recluso ed a porre in sicurezza gli altri detenuti. Nelle operazioni di ripristino dell’ordine e della sicurezza all’interno della sezione dimostrava elevate capacità professionali e spirito d’iniziativa. Terni, 17 dicembre 2010.”


Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Macchi Salvatore, nato il 19 novembre 1974, matricola n.117369, la Lode con la seguente motivazione: “Imbarcato sulla motovedetta del Corpo ‘V3’, in qualità di componente del personale di bordo dell’unità navale, collaborava alle operazioni di soccorso all’equipaggio di una barca a vela in avaria. Nell’operazione di salvataggio dimostrava capacità operative ed elevato spirito di iniziativa. Favignana, 23 giugno 2010.”


Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Manca Pietro Costantino, nato il 30 maggio 1966, matricola n.120839, la Lode con la seguente motivazione: “Partecipava, unitamente ad altro personale, dimostrando spirito d’iniziativa e lodevoli capacità operative, ad un operazione di servizio finalizzata ad impedire l’introduzione di sostanze stupefacenti all’interno della locale Casa Circondariale. Sassari, 4 dicembre 2010.”


Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Matticoli Nicola, nato a Isernia il 13 agosto 1974, matricola n.123155, la Lode con la seguente motivazione: “Unitamente ad altro personale, dimostrando lodevole sensibilità ed umanità, partecipava alle attività di persuasione al fine di esortare un collega dal rinunciare al porre in essere un gesto anticonservativo. Modena, 2 dicembre 2010”.


Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Megale Antonino, nato il 25 novembre 1966, matricola n.121347, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale , unitamente ad altro collega, dimostrando spirito di iniziativa e lodevoli capacità operative riusciva a scongiurare il suicidio di un detenuto mediante impiccamento. Reggio Calabria, 13 ottobre 2010.”

 

Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Messina Vito Giuseppe Lorenzo, nato il 10 agosto 1967, matricola n.97994, la Lode con la seguente motivazione: “Imbarcato sulla motovedetta del Corpo ‘V3’, in qualità di componente del personale di bordo dell’unità navale, collaborava alle operazioni di soccorso all’equipaggio di una barca a vela in avaria. Nell’operazione di salvataggio dimostrava capacità operative ed elevato spirito di iniziativa. Favignana, 23 giugno 2010.”

 

Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Mocci Dino, nato il 28 giugno 1967, matricola n.97995, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio, unitamente ad altro personale, interveniva all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale, allo scopo di domare un incendio provocato dolosamente da uno detenuto. Si prodigava, altresì, per salvare la vita al recluso ed a porre in sicurezza gli altri detenuti. Nelle operazioni di ripristino dell’ordine e della sicurezza all’interno della sezione dimostrava elevate capacità professionali e spirito d’iniziativa. Terni, 17 dicembre 2010.”

 

Si conferisce all’ Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Palmieri Gaetano, nato il 10 maggio 1968, matricola n.105331, la Lode con la seguente motivazione: “Unitamente ad altro personale, dimostrando lodevole sensibilità ed umanità, partecipava alle attività di persuasione al fine di esortare un collega dal rinunciare al porre in essere un gesto anticonservativo. Modena, 2 dicembre 2010”


Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Pandolfo Nicola, nato il 9 dicembre 1966, matricola n.95194, la Lode con la seguente motivazione: “Imbarcato sulla motovedetta del Corpo ‘V3’, in qualità di componente del personale di bordo dell’unità navale, collaborava alle operazioni di soccorso all’equipaggio di una barca a vela in avaria. Nell’operazione di salvataggio dimostrava capacità operative ed elevato spirito di iniziativa. Favignana, 23 giugno 2010.”

 

Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Pilo Salvatore, nato il 16 febbraio 1966, matricola n.93184, la Lode con la seguente motivazione: “Partecipava, unitamente ad altro personale, dimostrando spirito d’iniziativa e e lodevoli capacità operative, ad un operazione di servizio finalizzata ad impedire l’introduzione di sostanze stupefacenti all’interno della locale Casa Circondariale. Sassari, 4 dicembre 2010.”


Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Pulcini Francesco, nato il 31 maggio 1965, matricola n.104055, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale , unitamente ad altro personale, dimostrando di possedere lodevoli capacità professionali e alto senso del dovere, riusciva a scongiurare il suicidio di un detenuto. Teramo, 26 dicembre 2010.”


Si conferisce all’Assistente del Corpo di Polizia Penitenziaria Rispoli Alfonso, nato il 7 ottobre 1968, matricola n.129104, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale , unitamente ad altro personale, dimostrando di possedere lodevoli capacità professionali e alto senso del dovere, riusciva a scongiurare il suicidio di un detenuto. Napoli, 17 ottobre 2010.”

 

Si conferisce all’Assistente Capo del Corpo di Polizia Penitenziaria Sincero Marcello, nato il 26 luglio 1971, matricola n.104506, la Lode con la seguente motivazione: “In servizio all’interno di una sezione detentiva della locale Casa Circondariale , unitamente ad altro personale, dimostrando di possedere lodevoli capacità professionali e alto senso del dovere, riusciva a scongiurare il suicidio di un detenuto. Teramo, 26 dicembre 2010.”

 

Si conferisce all’Assistente del Corpo di Polizia Penitenziaria Calantoni Giuseppe, nato il 6 febbraio 1971, matricola n.128224, la Lode con la seguente motivazione: “Libero dal servizio, mentre si trovava a bordo di un convoglio ferroviario, interveniva in ausilio del personale di servizio, poiché poco prima un individuo nell’intento di sottrarsi all’identificazione, aveva aggredito il Capotreno in quanto sprovVisto del titolo di viaggio. Nell’occasione dimostrava spirito d’iniziativa e pregevoli capacità professionali. Figline Valdarno (FI), 19 ottobre 2010.”

 

Si conferisce all’Assistente del Corpo di Polizia Penitenziaria Manueli Manuela, nato il 9 agosto 1976, matricola n.127503, la Lode con la seguente motivazione: “Partecipava, unitamente ad altro personale, dimostrando spirito d’iniziativa e lodevoli capacità operative, ad un operazione di servizio finalizzata ad impedire l’introduzione di sostanze stupefacenti all’interno della locale Casa Circondariale. Sassari, 4 dicembre 2010.”

 

Si conferisce all’Agente Scelto del Corpo di Polizia Penitenziaria Miggiano Luigi, nato il 28 luglio 1983, matricola n.130944, la Lode con la seguente motivazione: “Unitamente ad altro personale, dimostrando lodevole sensibilità ed umanità, partecipava alle attività di persuasione al fine di esortare un collega dal rinunciare al porre in essere un gesto anticonservativo. Modena, 2 dicembre 2010”

 

Si conferisce all’Agente Scelto del Corpo di Polizia Penitenziaria Poledda Alessandro, nato il 28 luglio 1972, matricola n.131846, la Lode con la seguente motivazione: “Partecipava, unitamente ad altro personale, dimostrando spirito d’iniziativa e lodevoli capacità operative, ad un operazione di servizio finalizzata ad impedire l’introduzione di sostanze stupefacenti all’interno della locale Casa Circondariale. Sassari, 4 dicembre 2010.”

 

Si conferisce all’Agente del Corpo di Polizia Penitenziaria Giovannoni Matteo, nato il 18 settembre 1987, matricola n.132678, la Lode con la seguente motivazione: “Unitamente ad altro personale, dimostrando lodevole sensibilità ed umanità, partecipava alle attività di persuasione al fine di esortare un collega dal porre in essere un gesto anticonservativo. Modena, 2 dicembre 2010.”


Si conferisce all’Agente del Corpo di Polizia Penitenziaria Greco Augusto, nato il 27 ottobre 1988, matricola n.132680, la Lode con la seguente motivazione: “Unitamente ad altro personale, dimostrando lodevole sensibilità ed umanità, partecipava alle attività di persuasione al fine di esortare un collega dal rinunciare al porre in essere un gesto anticonservativo. Modena, 2 dicembre 2010”


Si conferisce all’Agente del Corpo di Polizia Penitenziaria Sacco Giuseppe, nato il 20 marzo 1983, matricola n.132776, la Lode con la seguente motivazione: “Unitamente ad altro personale, dimostrando lodevole sensibilità ed umanità, partecipava alle attività di persuasione al fine di esortare un collega dal rinunciare al porre in essere un gesto anticonservativo. Modena, 2 dicembre 2010”

 


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Poliziotto penitenziario assolto definitivamente: era accusato di associazione mafiosa ad una cosca di Lamezia Terme
Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.87.114.118


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

5 Rosario Di Bella, Sovrintendente Capo della Polizia Penitenziaria è deceduto. Lavorava nel carcere di Imperia

6 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

7 Focus su: batteri, virus e malattie infettive nella carceri. Poliziotti e detenuti a rischio contagio

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

10 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini

10 Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni


  Cerca per Regione