Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
ASTREA. I giocatori rispondono ad Andrea Calce: Noi siamo convinti di avergli dato tanto e di aver ricevuto poco in cambio.


Polizia Penitenziaria - ASTREA. I giocatori rispondono ad Andrea Calce: Noi siamo convinti di avergli dato tanto e di aver ricevuto poco in cambio.

Notizia del 18/06/2010

in Fiamme Azzurre

(Letto 3662 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo


 

Pur se profondamente addolorati e pienamente consapevoli di quale dramma possa colpire un padre con la scomparsa del proprio figlio, siamo, nostro malgrado, costretti a replicare alle spiacevoli affermazioni del mister Andrea Calce. Anzitutto non capiamo perché il mister parli di “sfida quasi impossibile”, considerando che quando è subentrato alla guida della squadra, alla fine del girone di andata, eravamo a quota 21 punti, vale a dire in una posizione di medio alta classifica, finendo , invece, a quota 37 punti. Sarebbe stato sufficiente confermare gli stessi punti, sotto la sua direzione, per ottenere una più tranquilla salvezza. E questa, sinceramente, non ci sembra proprio impresa ardua, anzi. Quello che però più ci rattrista e delude è quando definisce l’Astrea come “realtà lontana dal calcio vero” dove mancherebbe, a suo dire, addirittura il reciproco rispetto. Il mister sa bene, ed alla sua coscienza non può mentire, con quanta e quale disponibilità e spirito di sacrificio ci siamo messi a sua disposizione. E pur se, troppo spesso, non abbiamo condiviso i suoi burberi e sgradevoli modi. Ed è proprio questo il punto. Quando si pretende rispetto, si deve per prima darlo. “Do ut des” dicevano i latini. Noi siamo convinti di avergli dato tanto e di aver ricevuto poco in cambio. Chiunque ci conosca, minimamente, sa che non può mettere in dubbio la nostra lealtà, professionalità e abnegazione che sono da sempre i valori fondanti di questa storica compagine.
A nostro parere un allenatore, che fa della dignità il proprio baluardo, dovrebbe ammettere, semmai,  il proprio fallimento, professionale si intende, la propria personale sconfitta piuttosto che  attribuire ad altri le proprie responsabilità, evitando di trovare, oltretutto, futili giustificazioni o improbabili pretesti.
Questa si che sarebbe stata una dimostrazione di correttezza, signorilità e gratitudine, soprattutto nei confronti di una società che ha messo a disposizione strutture, mezzi, uomini,organizzazione come forse non se ne vedono neanche tra club professionisti, e che ha concesso una incredibile opportunità che forse, a nostro modesto avviso, proprio Lui non ha saputo cogliere.
Cogliamo l’occasione per rivolgere un sentito ringraziamento a tutti coloro, colleghi e non, che ci hanno sempre sostenuto, e che, siamo certi, continueranno a sostenerci e all’Amministrazione tutta che grazie al Suo supporto continua a dar linfa ad una emozione straordinaria chiamata Astrea.
Nessuno può e deve dimenticare che l’A.S. ASTREA è una gloriosa società con più di sessanta anni di storia che ha rappresentato e continuerà a rappresentare il glorioso Corpo della Polizia Penitenziaria ed esiste e continuerà ad esistere a prescindere da giocatori ed allenatori. Gli uomini passano... l’Astrea resta!
 
I giocatori:
 
Emanuele
Fabrizio
Giovanni
Giuseppe
Daniele
Carlo
Armando
Stefano
Ivan
Gabriele
Luigi
Tiziano
Alessandro
E tutti gli altri

Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Tentano di fare sesso nella sala colloqui del carcere di Pisa: denunciati dalla Polizia Penitenziaria
Dopo 32 anni la pistola Beretta va in pensione: gli USA firmano contratto con la Sig Sauer
Terrorismo: i Poliziotti Penitenziari in ascolto e i terroristi islamici cambiano strategia
Carcere di Teramo: rientra la protesta, trasferiti 120 detenuti
Governo invia i militari per controllare le carceri: penitenziari brasiliani al collasso
Comunità ebraica di Milano: contro il radicalismo islamico nelle carceri, istituire corsi multi religiosi
Carcere di Teramo senza riscaldamento e in mezzo al terremoto: domani lo sfollamento
Carcere di Orvieto, un''eccellenza che rischia di andare in fumo per le scelte del DAP


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.211.148.181


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 In memoria del collega Pietro Sanclemente, Assistente Capo del carcere di Trapani

5 Con il Decreto Milleproroghe arrivano le assunzioni nella Polizia Penitenziaria

6 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

7 Replica a Il Fatto Quotidiano: i veri motivi per cui il Sappe ha querelato Ilaria Cucchi

8 Parte male il docente di islamismo per la Polizia Penitenziaria: "insegnerò ai secondini..."

9 Carceri e web sono la prima linea nella lotta al terrorismo islamico: noi della Polizia Penitenziaria siamo pronti?

10 La Stampa: la radicalizzazione nelle carceri italiane passa attraverso telefonini, sopravvitto e preghiera





Tutti gli Articoli
1 Chiusa la sala internet del carcere di Bolzano: detenuti cercavano contatti con l''isis

2 Caso Cucchi: Carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale e di aver accusato la Polizia Penitenziaria

3 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

4 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

5 Carcere di Teramo senza riscaldamento e in mezzo al terremoto: domani lo sfollamento

6 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

7 Terrorismo: i Poliziotti Penitenziari in ascolto e i terroristi islamici cambiano strategia

8 Maltempo in Sardegna: 20 Poliziotti Penitenziari e 150 detenuti bloccati nella colonia agricola di Mamone

9 Chi è Hmidi Saber l''estremista islamico arrestato oggi e tutte le sue vicende nelle carceri italiane

10 Poliziotto penitenziario colpito al volto con pugni da detenuto 18enne al carcere minorile di Roma


  Cerca per Regione