Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
ASTREA: vittoria interna con il Tavolara, si avvicina la zona play off.


Polizia Penitenziaria - ASTREA:  vittoria interna con il Tavolara, si avvicina la zona play off.

Notizia del 01/12/2010

in Fiamme Azzurre

(Letto 1939 volte)

Scritto da: Lali

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


 

Campionato Serie D – LND 2010/2011 (girone G) – 14^ giornata (14^ andata) – Casal del Marmo, 04/12/2010
 
ASTREA-TAVOLARA 2-1(1-1)
                            
ASTREA: Santarpia, Attardo, De Santis, Ripa E., Sannibale, Muzzachi, Fantili, Pompili(Sereni 15’ st), Di Iorio, Simonetta (Giuntoli 24’ st), Gaeta (Aglitti19’ st). A disp. Roversi, Braccani, Vano, Sereni, Aglitti, Polidori, Giuntoli. All. Luca Ripa
TAVOLARA:Mantanelli, Spano, Minutola, Di Gennaro, Palazzo, Molino, Carboni, Nonne, Borrotzu, Manzo, Siazzu (Stocchino 20’ st ). A disp. Murgia, Sias, Stocchino, Arvai, Romano,Velati. All. Mariani
 
Arbitro: Crescenzi Carlo di San Benedetto del Tronto
Marcatori: Fantini 5’ pt, Borrotzu 39’ pt, Giuntoli 34’st.
Note: ammoniti Pompili 22’ pt, Attardo 38’ pt, Ripa 40’ pt. Spettatori 200 circa. Angoli 7 a 5 per il Tavolara.
 
L’Astrea di Luca Ripa nel campo casalingo di Casal del Marmo, reso pesante a causa della copiosa pioggia caduta negli ultimi giorni, ha colto una preziosa e meritata vittoria contro i biancoverdi del Tavolara di Mister Mariani. Il rientro di Ivan Giuntoli è stato prezioso per chiudere il match: suo il gol del 2 a 1 definitivo. Miglior rientro in campo dopo il lungo stop per infortunio era impossibile da immaginare, e quel pizzico di speranza in un suo colpo di genio ha avuto presto seguito con quel colpo di testa perentorio su cui l’estremo difensore sardo nulla ha potuto.
Al 1’pt Muzzachi  guadagna subito un angolo dopo che Carboni riesce a spegnere la sua azione in porta ed un buon tentativo di conclusione deviando oltre la linea di campo. Al 2’pt ancora i biancoazzurri  impegnano l’area avversaria con una conclusione su cui Pantanelli deve intervenire: Fantini prova il tiro ad effetto, l’estremo difensore del Tavolara aggancia sicuro.
Al 4’pt Carboni giunto da solo davanti a Santarpia calcia impreciso e non sfrutta la possibilità del vantaggio. Gol mancato, gol subito:al 5’ Fantini crossa un delizioso pallone per Di Iorio che sigla l’1 a 0 provvisorio per l’Astrea. Al 15’ è ancora l’Astrea  a mostrarsi pericolosa: Gaeta trova la sponda di Di Iorio, cross per Pompili che prova la conclusione ma Spano salva in extremis sul primo palo ribattendo al centro campo .Al 18’ dalla tre quarti Siazzu prova il tiro centrale potente ma Santarpia ben piazzato trattiene.Al 26’ Minutola impegna l’estremo difensore biancoazzurro con un tiro su punizione da destra che il numero uno dell’Astrea devia in angolo. Sugli sviluppi del corner battuto in area prova Nonne la conclusione a rete, ma Sannibale spazza via la sfera  praticamente a un metro da Santarpia. Al 39’ il pareggio del Tavolara: Nonne con una corsa da metà campo sulla fascia destra arriva velocissimo sulla tre quarti, passaggio preciso per Manzo da questi il cross per  Borrotzu che insacca l’1 a 1. Si va al riposo sul pari. Al 2’ della ripresa riapre l’offensiva l’Astrea con Fantini che crossa una palla praticamente quasi in rete e buona per la testa di Di Iorio che manca clamorosamente l’opportunità del vantaggio spedendo fuori alla destra di Pantanelli. Sempre Fantini al 5’st impegna Pantanelli in una deviazione in corner sul suo tiro.
Corner guadagnato da Siazzu al 6’st, prova la testata in rete Di Gennaro, ma la difesa biancoazzurra spazza via. L’Astrea prova Al 28’ st Giuntoli appena entrato impegna Pantanelli che esce bene e trattiene il suo tiro potente. Sempre l’estremo difensore del Tavolara pochi secondi dopo intercetta Di Iorio lanciato a rete con una bella uscita in anticipo. Al 34’ st sul calcio d’angolo calciato da Aglitti porta, ribattuto da Pantanelli, Giuntoli di testa non sbaglia e sigla il 2 a 1 finale.
Il commento di Luca Ripa dopo il match: “Gare come queste, risultato a parte servono a solidificare il gruppo, arricchiscono di una capacità di essere squadra in ogni situazione. La differenza la fa sempre il team ma i giocatori di spessore danno un valore aggiunto: Giuntoli ha fatto un grande rientro e ha dato prova del suo valore.
Il Tavolara da quel che si è visto non merita affatto l’ultimo posto, è una squadra viva e di grande spessore, noi però abbiamo fatto nostro il match e andiamo avanti così, lavorando partita dopo partita”.
 
 
 
 Lalì
 
 

Scritto da: Lali
(Leggi tutti gli articoli di Lali)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini
Comune di Catanzaro denuncia il DAP per 242 mila euro di risarcimento


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.87.121.0


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

3 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

9 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

10 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


  Cerca per Regione