Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Autisti e Dirigenti: le coppie di fatto del DAP


Polizia Penitenziaria - Autisti e Dirigenti: le coppie di fatto del DAP

Notizia del 01/04/2014

in Dal buco della serratura

(Letto 4448 volte)

Scritto da: Il Realista

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Chi l’ha detto che il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria è indietro rispetto ai cambiamenti che avvengono nella società civile?

Sul tema delle unioni civili per esempio (anche se non proprio nel senso che intendiamo tutti) il DAP è molto più avanti e le coppie di fatto esistono da decenni.

Stiamo parlando di quello speciale rapporto di fiducia/intimità che si instaura tra il Dirigente e il proprio autista: quel giovane poliziotto penitenziario che si è arruolato tanti anni fa ma che poi, d’incanto, è stato “promosso” autista di fiducia ed è diventato una moderna Perpetua di manzoniana memoria dello stesso "suo" Dirigente.

L’autista/perpetua non è un lavoro semplice che chiunque può esercitare. L’autista/perpetua sa dispensare consigli, sondare terreni, avvicinare confidenti e stringere alleanze con altri autisti di lungo corso; sa ascoltare quando deve e non vedere quando serve. Alla bisogna può fare da maggiordomo e impartire ordini agli altri servitori che ruotano intorno al "suo" Dirigente.

Nel suo piccolo, l'autista/perpetua può promettere e anche dispensare favori, ma quasi mai per diretto tornaconto personale: sempre in nome e per conto del "suo" Dirigente che lo saprà ringraziare in altri modi.

Se, disgraziatamente, uno di loro un giorno dovesse diventare “collaboratore di giustizia” e raccontare quello che sa, l’intero DAP potrebbe crollare come un castello di sabbia sotto la risacca ed è per questo che l'autista/perpetua soltanto a prima vista può sembrare una vittima, mentre con il passare degli anni e dei “segreti” assurge, invece, al ruolo di potenziale carnefice perché potrebbe diventare un pericolo se solo dicesse una parola di troppo ad una persona di troppo.

Ma come avviene per quegli animali che vivono in simbiosi anche se apparentemente non hanno nulla da spartire l’uno con l’altro, la nostra coppia di fatto negli anni tesse una fitta trama di favori e confidenze.

Fuori dal contesto lavorativo i due non avrebbero nulla in comune, infatti, solitamente, tanto è più acculturato e di buone maniere l’uno (di solito il Dirigente) tanto è più “ignorante” l’altro.

Ma si badi bene, non “ignorante” nel senso scolastico o culturale, ma nell'accezione volgare del termine di pratico e diretto quando serve.

Per tutti questi autisti/perpetue, e in fondo anche un po’ badanti dei nostri beneamati Dirigenti, dovrebbe essere prevista un’apposita onorificenza: quella di “Medaglia d’oro per i venti anni di benemerito servizio”!

Si potrebbe prevedere anche quella d’argento per i quindici anni, ma nessuno s’illuda di far parte del prestigioso club con solo cinque o dieci anni ...

L’unico, vero, pericolosissimo rischio di questa professione è quello di dimenticarsi da chi si è pagati e per quale ruolo si è stati assunti tanti anni fa, tanto che in alcuni casi l’autista/perpetua si dimentica anche di andare in pensione!

 


Scritto da: Il Realista
(Leggi tutti gli articoli di Il Realista)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Poliziotto penitenziario assolto definitivamente: era accusato di associazione mafiosa ad una cosca di Lamezia Terme
Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 29


Un invito alla lettura....

Forse riuscirete a comprendere, che Porto Santo Stefano e affini, come Parma, trasferte che comportano lo scorrazzamento in auto di parenti ed affini, non sono attività economicamente convenienti, quando poi ti devi pagare un buon avvocato...



Auto blu per Alfonso Papa: rischia il processo insieme alla moglie e ad 8 finanzieri

Il gip Primavera ha invitato il pm a formulare l'imputazione per l'ex deputato PdL, all'epoca vice capo gabinetto del Ministero della GIustizia. Un anno fa la Procura aveva chiesto l'archiviazione
NAPOLI - Uso improprio di un'auto "blu" della Guardia di Finanza per l'ex deputato del Pdl Alfonso Papa, all'epoca vice capo di gabinetto del ministero della Giustizia: per questo motivo rischiano il processo otto finanzieri, tra cui anche alcuni ufficiali, oltre allo stesso Papa e alla moglie Tiziana Rodà.

Il gip del Tribunale di Napoli Amelia Primavera ha infatti invitato il Pm a formulare l'imputazione coatta nei confronti degli indagati con l'accusa di peculato. L'inchiesta, coordinata dal Pm Henry John Woodcock, nasce da quella sulla cosiddetta P4 per la quale Papa è ora sotto processo. Un anno fa la Procura aveva chiesto l'archiviazione per tutti gli indagati. Il gip ha disposto anche l'iscrizione nel registro degli indagati del colonnello Sandro Baldassarri, ex comandante del nucleo di polizia tributaria.

IL PROCEDIMENTO - Rientra nelle attività di servizio di un corpo di polizia accompagnare la famiglia di un magistrato, poi deputato, al mare, la moglie avvocato in tribunale, i bambini in piscina o a giocare a calcetto, l'amica in giro per Roma? Secondo il gip Primavera no. Perché questi sarebbero alcuni casi di uso improprio dell'auto blu che la Guardia di Finanza mise a disposizione, per circa undici anni, di Alfonso Papa. Il pm Henry John Woodcock, per queste condotte, aveva chiesto l'archiviazione per gli indagati. Tra questi cinque ufficiali. il generale Paolo Poletti, ex capo di stato maggiore della Gdf e numero due dell'Aisi, Ernesto Mottola, Fernando Capezzuto, Angelo Raucci, Giovanni Mainolfi, Alfonso Tuccini. Per tutti l'accusa e' di concorso in peculato. Il gip ha invitato il pm a valutare anche l'eventuale iscrizione nel registro degli indagati del colonnello Sandro Baldassarri, ex comandante del nucleo di polizia tributaria. Inoltre sono indagati anche due militari che svolgevano mansioni di autisti a disposizione di Papa e che hanno rivelato agli inquirenti l'uso improprio della vettura. Un servizio costato all'erario, come emerge dal provvedimento del gip, 350mila euro e svolto i una primissima fase con una Opel e successivamente con una lussuosa Mercedes 320. Uno dei finanzieri autisti ha messo a verbale che il generale Poletti gli avrebbe detto: ''Vedi che macchinone? Questa macchina dimostra come il Corpo ci tiene per il dottor Papa. Cercate di farci fare una bella figura e da oggi in poi fate tutto ciò che vi chiede il dottor Papa. State attenti e cercate di rigare dritto''.

Fonte: http://www.ildesk.it/newslong.php?id=7864

Di  PASQUINO  (inviato il 04/06/2014 @ 15:47:49)


n. 28


mandiamo via tutti i poliziotti pen impiegati come maggiordomi

Di  ennio  (inviato il 16/04/2014 @ 15:25:16)


n. 27


COPPIE DI FATTO E' TUTTA LA POLIZIA PENITENZIARIA: ma quante ore passano agenti e carcerati insieme x 30 0 40 anni ?

Di  a belli  (inviato il 16/04/2014 @ 12:57:58)


n. 26


Ragazzi che corpo di MM io ho finito dopo anni di lacrime e sangue in BOCCA AL LUPO WW quei pochi e sinceri.

Di  79  (inviato il 15/04/2014 @ 18:17:50)


n. 25


La lingua batte dove il dente duole.......

Ammazza, quanti risentiti e risentimenti....

Visto mai che il Realista in buona fede, ha toccato la suscettibilità di qualche "dama di compagnia" travestita da "tutela"

Di  Sonny Barger....  (inviato il 14/04/2014 @ 16:38:48)


n. 24


Forse a qualcuno sfuggono 3 cose:

1) questo non è necessariamente la voce del Sappe. In questo blog hanno partecipato anche persone estranee al Sappe e all'amministrazione penitenziaria. Ognuno può partecipare. Per l'attività sindacale del Sappe c'è www.sappe.it


2) Questo articolo non è un attacco né agli autisti né alle scorte e loro lo sanno perfettamente, anzi... Pensavo che sarebbe bastato leggerlo per capirlo. Mi rendo conto però che c'è parecchia gente che si ostina a non voler capire. A costoro non serve un'attività sindacale incisiva, ma un pellegrinaggio religioso in un santuario a scelta.


3) Partecipare significa anche esprimere le proprie idee e le proprie opinioni. Se qualcuno degli "anonimi" che commenta a vanvera ne ha di migliori è libero di inviarci i propri interventi e se hanno un senso, li pubblicheremo volentieri.

Di  Il Realista  (inviato il 14/04/2014 @ 10:02:55)


n. 23


Come mai nessuno parla dei sindacalisti autisti staccati ai Prap che non fanno niente dalla mattina alla sera, gli intoccabili.
Come mai il SAPPe fa la guerra agli autisti alle scorte etc, forse questa gente ha cambiato sindacato??? per me sono tutti uguali il corpo ha bisogno di progresso.
Pertanto, i sindacalisti che comodamente sono in distacco etc. diano una mano per far uscire la polizia penitenziaria dalle galere.

Di  LUI  (inviato il 13/04/2014 @ 22:46:20)


n. 22


no io ho sempre e solo avuto una tessera che ad ottobre farò la disdetta così inizio a recuperare 70 euro l'anno di quello che non mi danno, poi organizziamoci e fissiamo un appuntamento ed io sarò tra i primi a venire in piazza.e poi sono i sindacati che ci devono organizzare per protestare.

Di  andrea  (inviato il 12/04/2014 @ 21:59:01)


n. 21


Ok, Andrea, tutto bello quello che dici, ma realisticamente?
Cosa proponi? Altrimenti parlare di politici, sindacati, responsabilità, etc. lascia il tempo che trova... Sai quanti ne sento che come te ogni giorno parlano di responsabilità del Sindacato e poi hanno quattro tessere di Sindacato in tasca?

Di  Il Realista  (inviato il 12/04/2014 @ 20:48:43)


n. 20


certamente bisogna scendere in piazza, magari come in Portogallo, farci sentire sempre democraticamente e senza violenza. Essere uniti insieme agli altri sindacati delle forze dell'ordine e non muoverci finchè non abbiamo certezze, ma certezze per gli operai non per i capi............

Di  andrea  (inviato il 12/04/2014 @ 19:46:50)


n. 19


Ok Andrea, allora, "realisticamente", tu cosa proponi? Pensi che i Sindacati (o più realisticamente) i sindacalisti dovrebbero scendere in piazza?

Di  Il Realista  (inviato il 12/04/2014 @ 17:58:11)


n. 18


caro realista. autisti a parte, ti scrivo proprio per il tuo pseudomino REALISTA, E REALISTICAMENTE TI DICO SE SI AVVERA IL BLOCCO DEGLI STIPENDI FINO AL 2020 TRA CUI ASSEGNO DI FUNZIONE E GRADO, I SINDACATI NON HANNO PIU' RAGIONE DI ESISTERE

Di  andrea  (inviato il 12/04/2014 @ 14:57:41)


n. 17


Abbiamo spiegato più volte il perché dei nostri pseudonimi. Per noi sono più importanti le idee che personalizzare le questioni. E' il motivo per cui nell'articolo non facciamo nomi o ci riferiamo a fatti personali. Nell'articolo Il Realista (che non è un autista) esprime una sua opinione a cui, chiunque vuole replicare, può farlo nei commenti oppure inviandoci un'altra sua opinione. Se qualcuno la pensa diversamente può farlo, saremo ben felici di pubblicarlo.

Di  Redazione  (inviato il 11/04/2014 @ 23:05:44)


n. 16


Caro sappe perche non fai scrivere il nome al realista che sicuramente conosci....Il detto dice, dimmi con chi stai, e ti diro chi sei...logicamente chi scrive e un autista ....Sono un servitore....e non un servo,indosso i gradi rossi e non chiedo niente a nessuno...al contrario di qualcuno che che chiama ogni giorno i cosiddetti "Dirigenti"per chiedere favoritismi...ha ha ha che corpo autolesionista.
E come diceva lino banfi continua continua....


Di  dopo il realista  (inviato il 11/04/2014 @ 17:13:48)


n. 15


oltre alle perpetue, c'è chi ruba lo stipendio.

Di  aaooo  (inviato il 07/04/2014 @ 12:23:11)


n. 14


Mio stimato realista , tra breve si potrebbe assistere ad un autistimercato anziché calciomercato ..., si le perpetue individueranno gli autisti più meritevoli che possano intraprendere un futuro perpetuo.., portando i futuri nuovi "capo". Bello nuova stagione, vecchie perpetue.

Di  don abbondio  (inviato il 04/04/2014 @ 21:02:53)


n. 13


haha quante belle passeggiate in quel corridoio piano terra senza concludere niente tanto poi a natale e pasqua con i pacchi se magna.

Di  antonio  (inviato il 03/04/2014 @ 20:29:31)


n. 12


la nostra rovina sono i sindacati da una parte strillano e dall'altra parte magnano e bevono con i padroni.

Di  antonio  (inviato il 03/04/2014 @ 20:26:36)


n. 11


Caro Antonio, con la mia coscienza mi ci confronto ogni giorno. Proprio per questo le "perpetue" e gli "zerbini" mi fanno schifo. A te forse piacciono. Ognuno sceglie le proprie compagnie...

Di  Il Realista  (inviato il 03/04/2014 @ 15:17:53)


n. 10


REALISTA chii ma fammi il piacere fatti un gran bel esame di coscienza.

Di  antonio  (inviato il 03/04/2014 @ 14:49:41)


n. 9


Ciao realista ho capito benissimo il significato del tuo intervento e lo condivido, posso aggiungere che oltre le "perpetue" ho conosciuto nelle altre forze di Polizia autisti "zerbini" e autisti "spioni" e anche i successori di Bruto pronti a darti una coltellata prendi il caso Marrazzo. Tutto il mondo è paese, una cosa posso dire che a casa nostra conosco autisti bravisssimi, pronti, capaci , che si sono messi contro il dirigente, o funzionario vincendo contro di essi, senza essere rimossi, e non si sono mai dimenticati chi sono, cioè Polizia Penitenziaria. Ciao caro forza e onore

Di  Otello  (inviato il 03/04/2014 @ 13:17:53)


n. 8


Per Andrea: non bisogna mollare mai. Non arrenderti. Un caro saluto.


Per Luca: sp*****are una perpetua non è "reato". Una perpetua non è un collega. Prima lo capiamo è meglio è per tutti!

Di  Il Realista  (inviato il 02/04/2014 @ 21:35:36)


n. 7


Grazie, caro realista non era mia intenzione colpevolizzare solo i sindacati, ma certamente risaltarne la responsabilità. E sono pienamente convinto che grazie anche a noi che succedono queste cose ( a me è capitato ascoltare qualcuno che diceva se non mi fanno questo o quello es. distacco cambio tessera) e questo malcostume ci ha portato alla situazione che siamo oggi. Bisognerebbe avere coraggio di denunciare ma in questa situazione fa comodo a tutti avere un conoscente o un amico che ci fa uscire dai reparti. Però io sono un sognatore e la mia illusione più grande e credere che il sindacato sia la tutela e soprattutto che sia per tutti i lavoratori, ma purtroppo io i 20 anni di servizio questo non lo visto da parte di nessuno, come tutti noi vengo dal sud e siccome risultavo sempre ultimo negli interpelli ho rinunciato al trasferimento,per vedere poi prima ed ancora oggi figli di appartenenti, parenti di amici, amici degli amici con pochi GIORNI di servizio essere distaccati ( anche distacchi sindacali come assegnazioni uffici) e non tornare più. Fai bene a consigliarmi di avere un resoconto dal mio sindacalista ma sono sazio ho visto troppo e purtroppo io credo che il sindacato ( inteso come persone che fanno il sindacato, perché il sindacato vero e proprio è una cosa nobile) abbia le stesse responsabilità dell' amministrazione. Ora non sono iscritto a nessuno ma seguo voi è uil su internet per avere notizie.

Di  Andrea  (inviato il 02/04/2014 @ 18:26:23)


n. 6


sinceramente quando leggo di colleghi che offendono o deridono altri colleghi mi viene il vomito,ho molti amici in altre forze di polizia ma lo schifo che ce in mezzo a noi e stomachevole se dovessimo fare un discorso a 360 gradi forse e dico forse si salverebbero in pochi.ma tutto il resto risulterebbe servo e perpetua dal + alto scranno al + piccolo firmatevi con nome e cognome e vedete lo sp*****amento che viene fuori altro che perpetue e lavandaie.

Di  luca.  (inviato il 02/04/2014 @ 17:56:53)


n. 5


Caro Andrea, io come lavoro faccio "Il Realista" e vedo la realtà per quella che è. Hai perfettamente ragione a tirare in ballo i sindacati, compreso ovviamente il Sappe che è talmente vasto e radicato da sempre nell'amministrazione che è impensabile che non abbia una parte di responsabilità di qualche singolo o di qualche gruppo. Sono sicuro che la stragrande responsabilità dei problemi del nostro Corpo sono da imputare prima di tutto ai nostri Dirigenti che sono persone perlopiù impreparate a svolgere il loro compito. Poi ci sono Dirigenti che negli anni si sono impegnati e altri che sono rimasti "al palo" e per nascondere le proprie lacune, assumono un atteggiamento ai limiti del dispotico se non del penale... Poi però non possiamo negarci che un'altra parte di responsabilità è di tutti noi che per vantaggio o costrizione, ricorrono al sindacato a alla "perpetua" solo per il favore. Questa volta ho indicato le "perpetue" che sono un gradino sotto i Dirigenti (già ampiamente "smascherati" in questo blog), affinché tutti noi iniziamo a prendere coscienza di chi fa il male di tutto il Corpo, anche e soprattutto, quando ci fa il favore personale. Sia esso una "perpetua" o un sindacalista. E' ora di farla finita di fare favori o minacciare persone per gestire il Corpo di Polizia Penitenziaria! Per quanto riguarda il discorso dei sindacati: inizia a pretendere dal tuo sindacalista di riferimento un resoconto delle proprie attività e se fa lo gnorri, passa al SAPPE ; - )

Di  Il Realista  (inviato il 02/04/2014 @ 13:43:16)


n. 4


Caro realista, io non sono un autista ma un "animale da sezione", ho colto benissimo il segno delle tue parole e approvo in pieno, però mi piacerebbe sapere quanti autisti lo sono diventati anche grazie ai sindacati?, quanti sindacalisti si comportano come perpetue e quanti vanno a chiedere favori proprio a quell'autista, magari per un parente? Io colgo l'occasione per far rivendicare ai sindacati la propria funzione, "cacciare quei sindacalisti che si comportano come gli autisti ( anche se portano un sacco di tessere), unirsi per le battaglie serie e comuni come assegno di funzione, grado, contratto, abbigliamento ed altro ancora. Finire di fare proclami ed addossare sempre la colpa agli altri ed iniziamo a far fare ai poliziotti penitenziari la loro funzione smantellando tutti quei posti dove non centriamo niente. Esempio per tutti possibile che negli Istituti manca il personale ed agli uffici centrali ( Dap, Dgm, ISPEE e scuole varie il personale è in esubero? Iniziamo da qui è forse si riacquista fiducia nei sindacati. Grazie anche se sono dubbioso che pubblicherete questo articolo.

Di  Andrea  (inviato il 02/04/2014 @ 13:21:51)


n. 3


Caro Oscar, fai un respirone e rileggi l'articolo se non ti fa male troppo. Non troverai un attacco a tutti quei colleghi che svolgono il proprio lavoro come autista, tra cui, ti assicuro, ho tanti amici veri. Proprio per rispetto a loro e all'intero Corpo di Polizia Penitenziaria, ho voluto scrivere queste parole contro chi ormai, è arrivato a disprezzare gli stessi colleghi e con il proprio comportamento umilia l'intero Corpo. Non so in quale sede svolgi il tuo lavoro, ma dal mio posto di visuale "privilegiata", vedo alcuni (sempre di meno per fortuna) che non si comportano né come poliziotti, né come lavoratori, ma proprio come ti ho descritto. C'è gente che butta anche la spazzatura del "proprio" Dirigente, chi gli fa le pulizie a casa, chi fa altre azioni che non è dignitoso per nessuno stare qui a descrivere. Se ti sei offeso, mi dispiace caro Oscar. Non ce l'ho con la categoria degli autisti, ma, come spero riuscirai a capire rileggendo, con quei pochissimi "colleghi" che hanno fatto giuramento al "proprio" Dirigente. Su questi cercherò sempre di accendere i riflettori e non per ammirarli, ma per indicarli meglio. Ognuno di noi, quando vede una "perpetua" travestita da poliziotto penitenziario, dovrebbe indicarlo con il dito, senza dire una parola. Lui, saprebbe il perché... Ovvio che se invece sei una di quelle "perpetue", caro Oscar, vai a nasconderti sotto un altro sindacato. Qui nel Sappe, tira a favore dei colleghi, non delle "perpetue".

Di  Il Realista  (inviato il 01/04/2014 @ 19:59:09)


n. 2


Sarà perchè magari so di essere un poliziotto penitenziario impiegato come autista, sarà perchè magari sentirsi definire " perpetua, coppia di fatto, animale in simbiosi, ignorante" proprio da un sindacato che dovrebbe, come funzione principale, tutelare l'immagine del Corpo, fatto sta che trovo quantomeno disdicevole questo articolo. Potrei replicare che, tra i compiti previsti per la polizia penitenziaria c'è quello di autista ma non si trova quello di sindacalista a tempo pieno, potrei replicare che alcuni sindacalisti lo fanno da tanto tempo da essersi dimenticati da chi si è pagati e per quale ruolo sono stati assunti. Ma finirei con urtare la sensibilità di coloro che, magari, fanno i sindacalisti per spirito, per missione di vita e non per convenienza personale. Perchè, in fondo, anche loro sono dei miei colleghi. Che non timbrano, non devono chiedere le ferie e non hanno capi da cui ricevere ordini. Ma pur sempre colleghi.

Di  Oscar  (inviato il 01/04/2014 @ 17:34:25)


n. 1


Spesso non sono d'accordo con gli articoli del Sappe ma, questa volta il "realista" ha azzeccato tutto. Bravissimo, un articolo simpaticissimo e sopratutto veritiero. Complimenti.

Di  ROMERO63  (inviato il 01/04/2014 @ 14:51:17)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.157.19.94


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Rosario Di Bella, Sovrintendente Capo della Polizia Penitenziaria è deceduto. Lavorava nel carcere di Imperia

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

6 Focus su: batteri, virus e malattie infettive nella carceri. Poliziotti e detenuti a rischio contagio

7 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!

10 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

7 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

8 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini

9 Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni

10 Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa


  Cerca per Regione