Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Baschi Azzurri dell''Umbria ... rialziamoci!!


Polizia Penitenziaria -  Baschi Azzurri dell''Umbria ... rialziamoci!!

Notizia del 29/11/2016

in Memoria del Corpo

(Letto 1249 volte)

Scritto da: Fabrizio Bonino

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Quest’anno  2016, per i poliziotti penitenziari umbri, è davvero da dimenticare.

Immani tragedie hanno letteralmente tinto di rosso e sconvolto la quotidianità dei colleghi e delle famiglie di questa nostra piccola-grande comunità di baschi azzurri, che vive e opera in quattro istituti penitenziari.

Come se non bastassero già i problemi legati alla nostra professione, aggravati dal totale abbandono e allontanamento di un’Amministrazione Penitenziaria che ormai naviga soltanto a vista, scollata irreversibilmente dai problemi dei propri dipendenti, un destino crudele ha improvvisamente ed inaspettatamente tolto al nostro affetto e a quello dei loro cari Simone Accettone, Antonio Massaro e Andrea Accettone.

Famiglie devastate e svuotate che non riescono più a trovare stimoli e motivazioni per continuare la loro esistenza e alle quali non rimane altro che l’affetto, la vicinanza  e l’aiuto che tutti noi  colleghi, amici e parenti, riusciremo a fornirgli.

Ci si interroga sul disegno Divino o sulla casualità che determina scomparse e dolori di questo genere e, sebbene ognuno di noi si dia una spiegazione, difficilmente risulta esauriente  e logica; mi consola  però il fatto che nemmeno gli uomini di Dio riescono a fornirla, tant’è che il Parroco che ha celebrato la funzione religiosa del funerale di Andrea ha testualmente detto, nella propria omelia: “…mi si chiede il perché di questa tragedia, ma io non sono in grado di spiegarla, nemmeno un Papa potrebbe rispondere a questa domanda, bisogna avere solo tanta fede in Dio”.

Ed è a questa fede, o a qualunque altra in cui credano, che speriamo possano fare affidamento le famiglie dei nostri colleghi scomparsi, perché solo la fede potrà, con il tempo, rendere quantomeno accettabile la loro perdita.

In mezzo a tutta questa tristezza, però, vi sono delle piccole ma rilevanti note positive che vanno constatate e raccontate: se è vero come è vero che l’Amministrazione Penitenziaria è ormai una lontana ed irraggiungibile chimera, vi sono delle eccezioni che ci rendono ancora fieri di appartenervi.

Non è, infatti,  sfuggito alle centinaia di persone che hanno inteso testimoniare la propria presenza  ai funerali di Simone e Andrea, come il Direttore Chiara Pellegrini, il Comandante Fabio Gallo, ed il Vice Comandante Claine Montecchiani, insieme ad un folto ed ordinatissimo   Reparto di Polizia Penitenziaria di Terni, abbiano partecipato in maniera molto attiva, spontanea, discreta e costruttiva, al dolore di questa famiglia, assicurando sin dai primi momenti della tragedia e fino all’estremo saluto dato ad Andrea,  una presenza constante e confortante in questi giorni così difficili.

Così come non è sfuggito a nessuno che il Direttore di Perugia Capanne, Bernardina Di Mario, insieme al Comandante Fulvio Brillo, in congedo ordinario, hanno raggiunto Benevento a proprie spese per essere presenti ai funerali del nostro compianto Antonio Massaro.

Io sono il primo a essere critico con le persone sopracitate, e talvolta anche molto severo, ma la mia onestà intellettuale, e quella del grande Sindacato che mi onoro di rappresentare, mi impone di sottolineare la bontà di questi gesti che, forse, ci fanno sentire meno soli.

A questi Dirigenti e a questi Funzionari va il mio ringraziamento e quello del personale di Polizia Penitenziaria della Regione Umbria.

In chiusura di questo mio sfogo, avendo avuto modo di costatare in questi ultimi giorni la demoralizzazione che serpeggia tra i colleghi umbri, voglio lanciare loro  un appello a reagire, e a farlo anche in fretta, perché  Simone, Antonio e Andrea vogliono vederci sin da subito pronti e presenti anche nel sostegno morale alle loro famiglie.

Con affetto e amicizia.

 

 


Scritto da: Fabrizio Bonino
(Leggi tutti gli articoli di Fabrizio Bonino)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Va a trovare il marito nel carcere di Torino con droga di ogni tipo nelle zone intime
Alberto Savi della Uno Bianca esce dal carcere in permesso premio per la prima volta
La RAI pagherà 8mila euro al boss mafioso Graviano per le riprese tv: le fece senza il suo consenso
Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere
Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria
Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri
Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità
Fino a 6 mesi di carcere e 1000 euro di multa per chi sporca edifici e mezzi di trasporto, sia pubblici che privati


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 1


Un grazie sincero va anche a te Fabrizio che non ci hai fatto mancare la tua presenza e vicinanza anche in questi momenti di vera disperazione. porteremo per sempre nel nostro cuore simone ed andrea e continueremo a lottare per gli ideali di onesta', correttezza e spirito di servizio che hanno contraddistinto la loro carriera, purtroppo interrotta da questo destino crudele. Ed ora non ci arrendiamo..... I loro cari hanno bisogno di noi.

Di  Luciano  (inviato il 29/11/2016 @ 20:44:53)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.146.176.30


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

2 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

3 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

4 Foibe, il martirio degli Agenti di Custodia

5 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

6 Rapporto Eurispes: la Polizia Penitenziaria sgradita a un italiano su due

7 Diventa anche tu Capo del DAP!

8 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

9 Clamorosa evasione dall''istituto … dal carcere ... insomma quello lì, come si chiama?

10 C’era una volta la sentinella





Tutti gli Articoli
1 Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere

2 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

3 Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri

4 Blitz della Polizia Penitenziaria: tre arresti per spaccio di droga a Napoli nelle prime ore della mattinata

5 Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità

6 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

7 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

8 Bonus 80 euro: quando e come saranno stanziati dopo ennesimo slittamento

9 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

10 Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni


  Cerca per Regione