Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Baschi Azzurri dell''Umbria ... rialziamoci!!


Polizia Penitenziaria -  Baschi Azzurri dell''Umbria ... rialziamoci!!

Notizia del 29/11/2016

in Memoria del Corpo

(Letto 1853 volte)

Scritto da: Fabrizio Bonino

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Quest’anno  2016, per i poliziotti penitenziari umbri, è davvero da dimenticare.

Immani tragedie hanno letteralmente tinto di rosso e sconvolto la quotidianità dei colleghi e delle famiglie di questa nostra piccola-grande comunità di baschi azzurri, che vive e opera in quattro istituti penitenziari.

Come se non bastassero già i problemi legati alla nostra professione, aggravati dal totale abbandono e allontanamento di un’Amministrazione Penitenziaria che ormai naviga soltanto a vista, scollata irreversibilmente dai problemi dei propri dipendenti, un destino crudele ha improvvisamente ed inaspettatamente tolto al nostro affetto e a quello dei loro cari Simone Accettone, Antonio Massaro e Andrea Accettone.

Famiglie devastate e svuotate che non riescono più a trovare stimoli e motivazioni per continuare la loro esistenza e alle quali non rimane altro che l’affetto, la vicinanza  e l’aiuto che tutti noi  colleghi, amici e parenti, riusciremo a fornirgli.

Ci si interroga sul disegno Divino o sulla casualità che determina scomparse e dolori di questo genere e, sebbene ognuno di noi si dia una spiegazione, difficilmente risulta esauriente  e logica; mi consola  però il fatto che nemmeno gli uomini di Dio riescono a fornirla, tant’è che il Parroco che ha celebrato la funzione religiosa del funerale di Andrea ha testualmente detto, nella propria omelia: “…mi si chiede il perché di questa tragedia, ma io non sono in grado di spiegarla, nemmeno un Papa potrebbe rispondere a questa domanda, bisogna avere solo tanta fede in Dio”.

Ed è a questa fede, o a qualunque altra in cui credano, che speriamo possano fare affidamento le famiglie dei nostri colleghi scomparsi, perché solo la fede potrà, con il tempo, rendere quantomeno accettabile la loro perdita.

In mezzo a tutta questa tristezza, però, vi sono delle piccole ma rilevanti note positive che vanno constatate e raccontate: se è vero come è vero che l’Amministrazione Penitenziaria è ormai una lontana ed irraggiungibile chimera, vi sono delle eccezioni che ci rendono ancora fieri di appartenervi.

Non è, infatti,  sfuggito alle centinaia di persone che hanno inteso testimoniare la propria presenza  ai funerali di Simone e Andrea, come il Direttore Chiara Pellegrini, il Comandante Fabio Gallo, ed il Vice Comandante Claine Montecchiani, insieme ad un folto ed ordinatissimo   Reparto di Polizia Penitenziaria di Terni, abbiano partecipato in maniera molto attiva, spontanea, discreta e costruttiva, al dolore di questa famiglia, assicurando sin dai primi momenti della tragedia e fino all’estremo saluto dato ad Andrea,  una presenza constante e confortante in questi giorni così difficili.

Così come non è sfuggito a nessuno che il Direttore di Perugia Capanne, Bernardina Di Mario, insieme al Comandante Fulvio Brillo, in congedo ordinario, hanno raggiunto Benevento a proprie spese per essere presenti ai funerali del nostro compianto Antonio Massaro.

Io sono il primo a essere critico con le persone sopracitate, e talvolta anche molto severo, ma la mia onestà intellettuale, e quella del grande Sindacato che mi onoro di rappresentare, mi impone di sottolineare la bontà di questi gesti che, forse, ci fanno sentire meno soli.

A questi Dirigenti e a questi Funzionari va il mio ringraziamento e quello del personale di Polizia Penitenziaria della Regione Umbria.

In chiusura di questo mio sfogo, avendo avuto modo di costatare in questi ultimi giorni la demoralizzazione che serpeggia tra i colleghi umbri, voglio lanciare loro  un appello a reagire, e a farlo anche in fretta, perché  Simone, Antonio e Andrea vogliono vederci sin da subito pronti e presenti anche nel sostegno morale alle loro famiglie.

Con affetto e amicizia.

 

 


Scritto da: Fabrizio Bonino
(Leggi tutti gli articoli di Fabrizio Bonino)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
La foto del Detenuto Evaso dall''Ospedale di Sanremo. Intanto il Sappe chiede le dimissioni del direttore
IPM Airola Il carcere dei baby boss napoletani: ​in cella con droga e smartphone. Sequestrati dalla Polizia Penitenziaria
Sanremo, detenuto fugge durante visita all’ospedale: è caccia all’uomo
Porta l’hascisc al figlio in carcere, fermata la mamma
Un torneo di calcetto per ricordare “Gigi 48″, agente penitenziario prematuramente scomparso
Intervista all'' atleta della Fiamme Azzurre Clemente Russo: “Sogno Tokyo 2020 per fare la storia del pugilato mondiale”
Cerca di portare la droga al parente detenuto, arrestato
Giornata di campionato di calcio di serie A dedicata alle vittime del dovere


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 1


Un grazie sincero va anche a te Fabrizio che non ci hai fatto mancare la tua presenza e vicinanza anche in questi momenti di vera disperazione. porteremo per sempre nel nostro cuore simone ed andrea e continueremo a lottare per gli ideali di onesta', correttezza e spirito di servizio che hanno contraddistinto la loro carriera, purtroppo interrotta da questo destino crudele. Ed ora non ci arrendiamo..... I loro cari hanno bisogno di noi.

Di  Luciano  (inviato il 29/11/2016 @ 20:44:53)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

23.20.165.182


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Quanto il temporeggiatore arretra ...

3 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

4 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

5 La lingua segreta dei tatuaggi sulla persona detenuta

6 L’indennità per la “presenza esterna”: a chi si e a chi no

7 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

8 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

9 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”

10 Esecuzione penale:come comportarsi quando si opera nei confronti di un minore





Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Forze Armate: NoiPA è diventato un problema?

5 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

6 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

7 NoiPa: Forze Armate in rivolta. E spunta una petizione on line

8 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

9 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

10 M5S chiede intervento Ministro Giustizia: Parlamentari raccolgono allarme agenti Polizia Penitenziaria


  Cerca per Regione