Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Capo dei servizi segreti vaticani, ex dirigente DAP? Interrogazione parlamentare


Polizia Penitenziaria - Capo dei servizi segreti vaticani, ex dirigente DAP? Interrogazione parlamentare

Notizia del 31/05/2012

in Interrogazioni parlamentari

(Letto 13519 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Al Presidente del Consiglio dei ministri, al Ministro degli affari esteri, al Ministro dell'interno, al Ministro della giustizia - Per sapere - premesso che: 
 
la «Direzione dei servizi di sicurezza e protezione civile» dello Stato della Città del Vaticano è diretta dal signor dottor Cavaliere di gran croce Domenico Giani e il vice direttore è il signor dottor grand'ufficiale Raoul Bonarelli; 
 
Raoul Bonarelli è noto anche per essere stato l'unico indagato nella vicenda di Emanuela Orlandi. Finito sotto inchiesta per depistaggio, Bonarelli, prima di recarsi in procura, come risulta da una intercettazione, viene «consigliato» di non rivelare quanto accadeva in Vaticano dopo la scomparsa di Emanuela; 

il 29 maggio 2012 sul quotidiano La Repubblica è apparso un articolo di Corrado Zunino dal titolo «Hacker e controlli sulle mail così gli 007 del Vaticano vanno a caccia dei corvi. Nei sotterranei sale hi-tech e centri d'ascolto». Nell'articolo è tra l'altro scritto che «Giani, 50 anni (...), nella precedente vita civile è stato finanziere, collaboratore del Sisde, i servizi segreti interni, dirigente dell'amministrazione penitenziaria, addetto alla sicurezza di una presidenza del Consiglio. Tredici anni fa Domenico Giani è entrato nel corpo di vigilanza dello Stato straniero, ha contribuito a trasformarlo, nell'attuale Gendarmeria e dal 2006, quando ne è diventato ispettore generale, ha avviato una riforma radicale seguendo due princìpi: la segretezza necessaria a uno Stato così ricco e influente merita una intelligence da nazione evoluta e, secondo, la filiera del controllo deve restare in due sole mani. Le sue. Come tutti in Vaticano, Giani si muove «sotto protezione». La sua è inattaccabile: Tarcisio Bertone. Lo tutela e gli suggerisce le strategie. Non è un caso che Bertone il 22 giugno 2006, diciannove giorni dopo la promozione del poliziotto di Arezzo a ispettore generale, sia diventato Segretario di Stato. In sei stagioni Giani ha avocato a sé tutti i servigi di sicurezza del governatorato: Protezione civile, vigili del fuoco, le operazioni di gendarmeria. Ha stretto rapporti con i gruppi speciali dei carabinieri, i Gis. (...) Il comandante Giani ha specializzato le sue squadre nel pedinamento e ha creato sottogruppi come il Gir, intervento rapido, e l'Unità antisabotaggio. (...) ha fatto costruire un ufficio per le intercettazioni telefoniche e ambientali e un secondo per il monitoraggio della posta elettronica e dei siti internet ostili. Quest'ultimo, (...) è stato affidato a un giovane hacker. (...) Domenico Giani è al corrente dei segreti di fondo del Vaticano, collabora con monsignor Novacek che in via dei Cherubini 32 guida l'Istituto gesuitico di studi vaghi, il contro-spionaggio ecclesiale (...)»; 

nello Stato Città del Vaticano «La forma di governo è la monarchia assoluta»; 

il «Sovrano dello Stato della Città del Vaticano, ha la pienezza dei poteri legislativo, esecutivo e giudiziario» e che «In qualunque causa civile o penale ed in qualsiasi stadio della medesima, il Sommo Pontefice può deferirne l'istruttoria e la decisione ad una particolare istanza, anche con facoltà di pronunciare secondo equità e con esclusione di qualsiasi ulteriore gravame» (articoli 1 e 16 della nuova legge fondamentale dello Stato della Città del Vaticano) -: 

se risponda al vero che il direttore dei servizi di sicurezza dello Stato Città del Vaticano, Aldo Giani, nato ad Arezzo il 16 agosto 1962, abbia prestato servizio presso la Repubblica italiana in qualità di finanziere, collaboratore del Sisde, i servizi segreti interni, dirigente dell'amministrazione penitenziaria, addetto alla sicurezza di una presidenza del Consiglio e, se del caso, in quali periodi e con quali mansioni; 

se risulti se vi siano state attività di controllo provenienti dallo Stato della Città del Vaticano relative allo Stato italiano, aziende, associazioni, siti o cittadini italiani; 

se il signor Aldo Giani abbia ottenuto il nulla osta di sicurezza (NOS), in che data e, se del caso, fino a quando; 

se risponda al vero e, se del caso, quali siano i rapporti dal punto di vista formale ed operativo con i gruppi di intervento speciale (G.I.S.) dei Carabinieri; 

se risulti l'esistenza di un «Istituto gesuitico di studi vaghi» a Roma ed eventualmente se il Governo sia a conoscenza di quali attività svolga. (4-16353)

MAURIZIO TURCO, BELTRANDI, BERNARDINI, FARINA COSCIONI, MECACCI e ZAMPARUTTI

Interrogazione a risposta scritta 4-16353
presentata da MAURIZIO TURCO 
mercoledì 30 maggio 2012, seduta n.641

 


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie
In arrivo un bando di gara per la fornitura di circa diecimila braccialetti elettronici
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini
Comune di Catanzaro denuncia il DAP per 242 mila euro di risarcimento


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 2


Caro Donato visto che non è possibile inserire commenti nell'articolo dove viene richiesto dal Sappe al Ministro Severino l'inserimento della Polizia Penitenziaria nella D.I.A. e nelle sezioni di P.G. inserisco il mio commento qui con la speranza che tu e i dirigenti del Sappe possiate leggerlo, prendiamo atto che l'unico sindacato che si è mosso in tal senso è il Sappe che spero sinceramente che ne faccia una seria battaglia personale perchè non è più accettabile che solo e ripeto solo la Polizia Penitenziaria sia esclusa dalle sezioni di P.G. e dalla D.I.A., perchè anche se non lo avete scritto anche la Guardia Forestale ne fà giustamente parte e questo grazie ai loro vertici (Capo del Corpo e Ministro) e ai loro sindacati che negli anni hanno saputo lavorare ed hanno raggiunto il traguardo, cosa che per ora per Noi vedo molto ma molto lontano. Spero di potermi ricredere e vorrei sapere a che punto è la richiesta avanzata dal precedente Capo del Dap dottor Ionta il quale chiedeva all'Ufficio legislativo del Ministero della Giustizia una modifica del codice per inserire anche la Polizia Penitenziaria nelle sezioni di P.G. alla luce dell'inserimento della Forestale nelle sezioni di P.G.

Di  Il deluso  (inviato il 02/06/2012 @ 12:14:57)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.166.66.57


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

9 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

10 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


  Cerca per Regione