Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Carmelo Cantone rinviato a giudizio: era il Direttore di Rebibbia quando il collega Salvatore Corrias morì schiacciato dal cancello


Polizia Penitenziaria - Carmelo Cantone rinviato a giudizio: era il Direttore di Rebibbia quando il collega Salvatore Corrias morì schiacciato dal cancello

Notizia del 13/02/2014

in Accadde al penitenziario

(Letto 9469 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Dovranno rispondere dell'accusa di omicidio colposo, gli otto imputati, rinviati a giudizio ieri mattina dal giudice per l'udienza preliminare del tribunale di Roma, in merito alla morte dell'agente di Polizia Penitenziaria di Budoni, Salvatore Corrias. Andrà a processo anche Carmelo Cantone, direttore della casa Circondariale di Rebibbia di Roma (attualmente Provveditore della Toscana n.d.r.) e dunque datore di lavoro di Corrias.

L'agente nel 2011, prestava servizio nella struttura ospedaliera protetta "Sandro Pertini" della capitale. Il 20 ottobre dello stesso anno, Corrias, nel tentativo di aprire il cancello d'ingresso scorrevole della struttura era stato travolto da un'anta che da tempo era malfunzionante. Per l'uomo non c'era stato nulla da fare. L'accusa formulata dal pm e accolta dal giudice è quella di omicidio colposo. Il pm ha chiesto il rinvio a giudizio perché si ritiene che si sia omesso di valutare il rischio derivante dall'utilizzo manuale del cancello carrabile da parte dei lavoratori, ai quali veniva fornita la chiave di sblocco per effettuare l'operazione, malgrado le numerose segnalazioni per i difetti di funzionamento e di manutenzione del cancello e la mancanza della certificazione CE (conformità europea).

Quel maledetto pomeriggio, Salvatore Corrias, si trovava sul luogo di lavoro quando è sopraggiunto un'ambulanza con a bordo un detenuto. Il mezzo non è riuscito a passare in quanto il cancello era bloccato e Corrias accortosi del problema è intervenuto sbloccando manualmente il meccanismo. L'anta scorrevole, non avendo più freni, è uscita fuori dai binari ed è andata a finire sopra l'agente sardo causandone la morte. La notizia inizialmente è stata riportata come un incidente sul lavoro, ma la procura della repubblica di Roma, non si è fermata alle prime ricostruzioni.

Come mai quegli agenti erano costretti ad aprire e chiudere manualmente quel cancello che si sarebbe dovuto azionare in modo automatizzato? E perché, nonostante le numerose segnalazioni di malfunzionamento delle ante scorrevoli, nessun è intervenuto per metterlo in sicurezza? A questi quesiti, sollevati dalla procura di Roma, dovranno rispondere gli otto imputati. Salvatore Corrias aveva 45 anni era originario di Budoni e da tempo risiedeva a Roma con la moglie e i due figli.

Tra i rinviati a giudizio l’allora direttore del carcere di Rebibbia Carmelo Cantone che avrebbe trascurato i numerosi avvisi di malfunzionamento segnalati. Accusati di omicidio colposo pure due funzionari dell’ASL B da cui dipende l’Ospedale, il direttore Vittorio Bonavita e il responsabile del servizio prevenzione Giovanni Palombi come pure Francesco Macchia, il direttore dei lavori per la realizzazione del reparto protetto all'ospedale Pertini, nonché Armando Centioni, il collaudatore delle opere. Tra gli imputati anche le ditte che avevano vinto l’appalto del cancello: Giovanni Chiodo della Valsie e Chiara Caucci della Mtm, e per la manutenzione del cancello, Paolo Fusaro della Olicar.

Il Messaggero - Olbia Notizie

 

 


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 3


QUANDO UN POLIZIOTTO PENITENZIARIO VIENE RAGGIUNTO DA UNA AVVISO DI GARANZIA (ANCHE PRIMA) PIU' DELLE VOLTE LO SOSPENDONO DAL SERVIZIO VOGLIO VEDERE COSA FANNO CON QUESTO DIRETTORE>DIRIGENTE GENERALE ...AMMINISTRAZIONE MATRIGNA.

Di  POLIZZIOTTO  (inviato il 15/02/2014 @ 18:49:18)


n. 2


X un cambiamento vero....Responsabilità personale in qualsiasi settore e ruolo....se un dirigente piuttosto un direttore devono pagare con la responsabilità in particolar modo al DAP negli uffici che si occupano della vita degli appartenenti al Corpo...vds 104,mobilita',trasferimenti, piccole lobby di segreterie di direzioni generali etc.....gli abusi e la sciatteria dappiana si deve cominciare a pagare....presto i riflettori su questi squallidi episodi.....viva la polizia penitenziaria, viva il SAPPE!

Di  luca  (inviato il 14/02/2014 @ 22:51:35)


n. 1


Facciamo i complimenti a questo magistrato, finalmente si chiede conto di quella disgrazia a chi doveva provvedere per la riparazione del cancello.
Di solito i Direttori e i Provveditori la fanno sempre franca, non sono mai responsabili di nulla, ma meno male che ci sono anche dei giudici che non guardano in faccia nessuno.
Mi auguro che i famigliari del caro collega Corrias presentino il conto al Ministero della Giustizia, quale responsabile, e che lo stesso Ministero della Giustizia faccia la rivalsa verso chi era il Direttore della struttura.
Io dico che la prossima volta qualcuno le legge le segnalazioni del personale, di solito certe relazioni su mal funzionamento di cose vanno a finire sempre in secondo piano.
Anche se qualsiasi risarcimento non puo' mai ripagare ai famigliari del caro collega, mi auguro che i famigliari vadino fino in fondo.

Di  Poliziotto Penitenziario  (inviato il 14/02/2014 @ 19:40:59)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.197.65.227


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

3 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

10 Dal servizio di sentinella al sistema di videosorveglianza. Ma la tecnologia, da sola, non basta





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione