Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Caro CED ti scrivo … (capitolo due)


Polizia Penitenziaria - Caro CED ti scrivo … (capitolo due)

Notizia del 08/03/2015

in I Mulini a Vento

(Letto 1826 volte)

Scritto da: Informatico Informato

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Sempre per dar voce ai matricolisti della periferia, cercherò di spiegare perchè AFIS, così come è ora, non è un gestionale completo. 

Innanzitutto, va detto che ci sono troppe parti che non aiutano gli operatori a sveltire il lavoro. In particolare, mancano una serie di funzioni che permetterebbero di poter espletare tutti gli adempimenti obbligatori previsti.

Faccio alcuni esempi.

All’ingresso ed all’uscita di un detenuto gli operatori devono, fra le altre cose, trasmettere le comunicazioni di rito alle autorità giudiziarie ed agli uffici competenti per territorio tipo le questure, i commissariati, i provveditorati, gli uffici per le esecuzioni penali esterne (se parliamo di condannati definitivi). 

Ovviamente il tipo di comunicazioni variano in base alla tipologia del soggetto detenuto e, quindi, in base al circuito di appartenenza e al tipo di movimento: ingresso per arresto o fermo, ingresso o uscita per assegnazione, ingresso o uscita da o per fruizione permessi, ingresso o uscita per motivi di giustizia, uscita per scarcerazione e molto altro ancora.

Su AFIS manca tutta la parte relativa alla reportistica automatica per eseguire questi adempimenti.

E' innegabile che sarebbe davvero opportuno che l’Amministrazione penitenziaria svolgesse di nuovo un’analisi di tutti gli adempimenti obbligatori e creasse per ognuno di essi una funzione su AFIS, in modo da rendere davvero efficiente questo settore del cosiddetto "Sistema Informativo Automatizzato".

Un esempio attuale?

A seguito di modifica legislativa che riguarda la misura degli arresti domiciliari è previsto che, all’atto dell’ingresso di un detenuto, si debba interpellare lo stesso sulla volontà di sottoporsi ai controlli con il braccialetto elettronico, in caso di concessione della misura cautelare. Il DAP si è giustamente preoccupato di fare una circolare dove dispone l’attenta e scrupolosa osservanza degli adempimenti di questa innovazione legislativa, ma non ha ritenuto opportuno, oppure si è semplicemente dimenticato, di creare una funzione su AFIS per stampare il verbale in automatico.

In tal modo, si pretende sempre di più dai singoli operatori, senza preoccuparsi di fornire gli strumenti informatici necessari "scaricando" sulla periferia il peso degli adempimenti previsti dalla Legge. 

Adeguare l’AFIS a queste nuove esigenze costa troppo?

Non lo so, non ho sottomano i contratti e i contatti con le Aziende esterne che l’hanno realizzato, mi pongo semplicemente il problema di come attualizzare quello che viene definito un "Sistema Informativo Automatizzato" che (forse) tanto "sistemico" non è.

Un altro esempio attuale?

Esiste un adempimento settimanale che gli uffici matricola di tutte le carceri d'Italia devono trasmettere al Provveditorato di competenza riguardante il numero di detenuti scarcerati a seguito di concessione della liberazione anticipata speciale (75 gg ogni semestre di detenzione). 

Sembra impossibile, ma uffici matricola come Poggioreale, con tutto il carico di lavoro che hanno, devono mettersi a contare a mano e poi fare le comunicazioni (sempre a mano).

In realtà, basterebbe una query per contare automaticamente e questa funzione potrebbe essere usata direttamente da operatori del centro, senza gravare ulteriormente sugli istituti.

Anche questo è un esempio di come AFIS non sia aggiornato con le innovazioni legislative.

Ci tengo a sottolineare che proposte come queste, che provengono dalla periferia, sono state inoltrate in molte occasioni a chi avrebbe avuto la possibilità di intervenire.

Evidentemente, il dialogo non paga ... 

Caro CED ti scrivo (parte quarta): Dati ISTAT

 

Caro CED ti scrivo … (capitolo tre)

 

Caro CED ti scrivo … (capitolo uno)

 


Scritto da: Informatico Informato
(Leggi tutti gli articoli di Informatico Informato)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 5


Caro rai_ispet_tore, si è molto difficile. Prima di tutto perché voi matricolisti di periferia non fate sentire la vostra voce, secondo perché il DAP vive di vita propria. Ormai è completamente dissociato dalla vita reale che si svolge nelle carceri di periferia e per "periferia" intendo anche Regina Coeli, figuriamoci Enna, Tolmezzo o Nuoro. Auguri.

Di  Informatico Informato  (inviato il 22/03/2015 @ 22:32:37)


n. 4


Una considerazione generale: nella maggior parte di istituti, vengono utilizzati programmi "fai da te" che pur non rispondendo a requisiti di uniformità etc.etc. risolvono in maniera "complessiva" le esigenze quotidiane dei singoli matricolisti. Cio' detto, è difficile per le menti superiori (Dap) immaginare di acquisire l'analisi, le query di istituti di diversa tipologia (grandi medi piccoli) e fondere, informaticamente, queste esigenze nell'AFIS?? Evitando così anche la doppia implementazione di due sistemi informatici?'?

Di  rai_ispet_tore  (inviato il 22/03/2015 @ 15:07:55)


n. 3


E si! Giusta osservazione quella del mod. 38.
Certo che si potrebbe fare. Basta volerlo secondo me.

Di  Collega dei conti correnti  (inviato il 19/03/2015 @ 20:03:54)


n. 2


Caro CED ti scrivo anch'io:

non si potrebbe inserire una maschera anche per quanto riguarda il calcolo del modello 38 spede di mantenimento detenuti?

attualmente lo si deve calcolare a mano, sottraendo tutti i periodi trascorsi fuori dall'istituto (es. arresti domiciliari, affidamento ecc.), visto che il sistema AFIS ha già in memoria tutti i movimenti del detenuto, ingresso ed uscita, e con tutte le conseguenze che ci potrebbero essere a carico dell'operatore in caso di errore.

grazie.

Di  Anonimo  (inviato il 19/03/2015 @ 17:48:18)


n. 1


Ci sarebbe molto da fare...
Ma con chi bisogna interfacciarsi?
Qui non si tratta di fare una segnalazione tramite form di help desk, qui c'è da rivedere intere funzioni di AFIS.

Di  Matricolista di periferia  (inviato il 11/03/2015 @ 14:03:07)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.205.8.87


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

6 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

7 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

8 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

9 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione