Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Caro CED ti scrivo (capitolo tre): Direzione Generale Detenuti e Trattamento scrive ai PRAP


Polizia Penitenziaria - Caro CED ti scrivo (capitolo tre): Direzione Generale Detenuti e Trattamento scrive ai PRAP

Notizia del 20/03/2015

in I Mulini a Vento

(Letto 1841 volte)

Scritto da: Informatico Informato

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Come al solito. quando il DAP viene tirato in ballo su questioni che riguardano l’organizzazione del lavoro in generale e soprattutto quando vengono contestati i dati reali, insorge il “singolo”, si adira l’impiegato, grida vendetta il Direttore e si pianificano ritorsioni contro la “spia” che ha osato contestare e sollevare il problema, perché al DAP i problemi non esistono: va tutto bene.

Sono bastati due articoletti per sollevare un vespaio con indici puntati e promesse di vendetta contro lo scrivente e i suoi “amici”, presunti o reali.

Non mi resta che prenderne atto, per l’ennesima volta. Del resto era tutto già stato ampiamente previsto. Scrivo questa premessa con la sola speranza che a forza di leggere e rileggere per cercare una migliore vendetta, forse qualcuno riuscirà anche a capire che le questioni che ho/abbiamo sollevato, non sono semplici diatribe personali, né schieramenti tra clan avversi. Semplicemente sono problemi reali che andrebbero affrontati.

A dimostrazione che qui non si sta cercando di accusare né la singola persona, né il singolo Ufficio, in questa terza puntata ci occupiamo di una questione che riguarda anche la Direzione Generale Detenuti e Trattamento del DAP (con la quasi certezza che almeno il Magistrato chiamato in causa saprà comprendere e apprezzare il mio/nostro spirito costruttivo), con il solo intento di “allargare” il discorso e cercare di dimostrare come il problema non dipenda dal solo Uffico per lo Sviluppo e la Gestione del Sistema Informatico Automatizzato (CED), ma riguarda la struttura stessa del DAP e il suo funzionamento.

 

DIREZIONE GENERALE DETENUTI E TRATTAMENTO SCRIVE AI PRAP

LEGGI LA LETTERA ORIGINALE DELA DGDT (PDF)

Il 5 marzo 2015 il Direttore Generale Detenuti e Trattamento ha scritto ai Provveditorati chiedendo il “numero dei detenuti cittadini UE non italiani che sono stati trasferiti ex artt. 4-8 del d.lgs n. 161 del 2010 (c.d. procedura attiva), se possibile distinguendo tra soggetti stranieri comunitari condannati ad una pena superiore ai 3 anni di reclusione e detenuti stranieri comunitari con pena inflitta inferiore ai 3 anni di reclusione, ma per reati che prevedono una pena detentiva superiore a 3 anni di reclusione. Il periodo di riferimento è quello compreso tra gennaio 2012 e la data odierna. Ai fini di una semplificazione della ricerca, è possibile limitare il campo di indagine ai soli cittadini rumeni trasferiti”.

Confesso che io non c’ho capito nulla, ma il mio amico “dileggiatore” della Matricola sapeva perfettamente di cosa si parlasse e mi ha posto la solite domande che mi fa da dieci anni: “ma perché ci chiedono questi dati? Ma non dovrebbero stare già nell’AFIS?”.

Lui sa benissimo che questi dati non ci sono, infatti la discussione poi è proseguita con le solite considerazioni: “ … ma se nel 2010 è stata prevista una norma che prevede un conteggio e un report simile, ma perché nel 2015 io oggi devo andare (in tutta fretta) a prendermi tutti i singoli fascicoli cartacei della Matricola per ogni singolo detenuto (ormai archiviati) e mettermi a contare “a mano” questa tipologia di scarcerazione di detenuti?”

Ci siamo fatti poi un altro po’ di domande … che allargano il discorso, sempre con la speranza che si riesca ad affrontare i problemi in modo “organico” e non settoriale.

1) nell’era dell’informatica, delle email, dei protocolli elettronici, degli smartphone e dei satelliti e della posta certificata, è mai possibile che una Direzione Generale del DAP scriva ai Provveditorati e questi (o almeno uno di loro) rigiri la richiesta alle Direzioni di propria competenza sei (sei !!!!) giorni dopo?!?

2) è mai possibile che una Direzione Generale continui a scaricare sui singoli operatori delle Matricole tutti gli adempimenti burocratici e legislativi che, da cinque anni, non sono stati previsti nel cosiddetto “Sistema Informativo Automatizzato”?

3) perché la Direzione Generale Detenuti e Trattamento non ha scritto direttamente al piano di sotto, alla sede del CED, per chiedere tali dati ma ha scelto una soluzione che appartiene al secolo scorso e che non è più tollerabile in un’amministrazione pubblica?

 

PROPOSTA/DOMANDA

Sarebbe il caso di aggiungere, tra le voci del motivo della scarcerazione del detenuto, anche l’uscita dall’Istituto per trasferimento ex artt. 4-8 del d.lgs n. 161 del 2010, in modo tale che il prossimo anno la stessa Direzione Generale potrebbe soddisfare molto più celermente la propria “curiosità”?

Chissà se oltre alle inevitabili ritorsioni personali, stavolta non si riesca a stuzzicare la curiosità e l’intraprendenza di qualche “uomo di buona volontà” ...

 

Continua ...

Caro CED ti scrivo (parte quarta): Dati ISTAT

 

Caro CED ti scrivo … (capitolo due)

 

Caro CED ti scrivo … (capitolo uno)

 


Scritto da: Informatico Informato
(Leggi tutti gli articoli di Informatico Informato)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Poliziotto penitenziario assolto definitivamente: era accusato di associazione mafiosa ad una cosca di Lamezia Terme
Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 2


Caro ROMERO63, grazie del tuo apprezzamento, soprattutto perché proviene da un vecchio matricolista senza "peli sulla lingua". Il problema però rimane. Se voi vecchi e nuovi matricolisti non fate sentire la vostra voce, il DAP rimarrà sempre sordo e cieco e voi farete sempre un lavoro da "terzo mondo".

Di  Informatico Informato  (inviato il 22/03/2015 @ 08:47:50)


n. 1


informatico informatico, questa volta (devo dire anche altre volte) ci hai azzeccato in pieno.
Da vecchio matricolista non posso che condividere ed apprezzare quello che hai detto.

Di  ROMERO63  (inviato il 21/03/2015 @ 10:16:27)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.161.168.87


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

6 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

7 Focus su: batteri, virus e malattie infettive nella carceri. Poliziotti e detenuti a rischio contagio

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

10 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere

5 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

6 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

7 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

8 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

9 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

10 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico


  Cerca per Regione