Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Caso Cucchi: la logica del capro espiatorio


Polizia Penitenziaria - Caso Cucchi: la logica del capro espiatorio

Notizia del 13/11/2014

in Il caso.

(Letto 1539 volte)

Scritto da: Luca Pasqualoni

 Stampa questo articolo


Tra le tante aberrazioni che la nostra società presenta oggi vi è certamente anche quella della giustizia mediatica, dal momento che i media entrati prepotentemente nel processo, e il pensiero non può che correre “A un giorno in Pretura”, hanno finito per divenire essi stessi processo, tanto che la verità mediatica ha finito per soppiantare e soverchiare la verità processuale, soprattutto quando nella vicenda giudiziaria irrompono inveterati stereotipi, frutto di preconcetti ideologici, di convinzioni religiose, di convinzioni etiche, di convinzioni politiche, di locuzioni semantiche di indubbia potenza comunicativa,   e via dicendo.

E così, di fronte alla gigantografia che mostra segni che rimandano ad un “pestaggio” su un corpo di per sé fragile, l’equazione secondino-aguzzino si impone prepotentemente agli occhi del quisque de populo (cantanti compresi) che di quegli archetipi è forse vittima inconsapevole.

Eppure, sul caso Cucchi, se per un certo verso lo Stato ha perso perché non è riuscito (ancora) a trovare gli autori delle percosse, per altro verso lo Stato, quello di diritto, ha retto di fronte a una pressione mediatica e popolare dirompente che voleva a tutti costi un colpevole, anche se accertato innocente: la logica del capro espiatore è sempre dietro l’angolo per un Paese che si professa cattolico .

Rammento in merito quell’adagio popolare per cui è meglio un colpevole fuori, piuttosto che un innocente dentro,  sul quale credo che tutti empaticamente concordino.

Allo stato, quindi, le Corti d’Assise di Roma, in primo e secondo grado, composte da 8 giudici, di cui sei di estrazione popolare e due togati, hanno decretato l’innocenza con formula piena perché il fatto non sussiste, sulla base del copioso mosaico probatorio raccolto, di tutti gli imputati per la morte di Stefano Cucchi, affermando, sotto tale profilo, la vittoria dello Stato di diritto per cui non può essere affermata nessuna responsabilità penale quando la stessa non possa essere accertata oltre ogni ragionevole dubbio: del resto, giudizi sommari, celeri e preconfezionati sono una tipica espressione delle società primitive, dell’integralismo religioso, del fanatismo politico, dei tribunali speciali e soprattutto del pre-giudizio e, quindi, da ripudiare con assoluta veemenza.

 Aspettiamo, dunque, con serenità che sulla vicenda si pronuncino i giudici di legittimità e che la Procura della Repubblica di Roma, in persona del suo Procuratore Capo, valuti se riaprire o meno le indagini,  magari scandagliando orizzonti investigativi non ancora esplorati, affinché il senso di giustizia sia finalmente appagato sia per la società che per la famiglia del giovane Cucchi, di indubbia combattività.

 

 


Scritto da: Luca Pasqualoni
(Leggi tutti gli articoli di Luca Pasqualoni)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere
Tentata evasione dal carcere di Ivrea: detenuto fermato prima che arrivasse al muro di cinta
Detenuto ricoverato, esponente di spicco di un clan di Messina, libero di girare per l''ospedale di Parma
Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.197.159.173


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

4 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

5 Riordino vuol dire mettere ordine

6 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

7 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

8 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

9 Cos''è e come funziona la Banca dati nazionale del Dna

10 Il ruolo della Polizia Penitenziaria tra la scommessa delle misure alternative e la banca dati DNA





Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Consiglio dei Ministri: Santi consolo NON confermato nel ruolo di Capo DAP?

5 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

6 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

7 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

8 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

9 Evasione da Sollicciano: probabile rimozione Direttore e Comandante, ma il Sappe chiama in causa il DAP e Gennaro Migliore

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione