Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Caso Cucchi: la logica del capro espiatorio


Polizia Penitenziaria - Caso Cucchi: la logica del capro espiatorio

Notizia del 13/11/2014

in Il caso.

(Letto 1505 volte)

Scritto da: Luca Pasqualoni

 Stampa questo articolo


Tra le tante aberrazioni che la nostra società presenta oggi vi è certamente anche quella della giustizia mediatica, dal momento che i media entrati prepotentemente nel processo, e il pensiero non può che correre “A un giorno in Pretura”, hanno finito per divenire essi stessi processo, tanto che la verità mediatica ha finito per soppiantare e soverchiare la verità processuale, soprattutto quando nella vicenda giudiziaria irrompono inveterati stereotipi, frutto di preconcetti ideologici, di convinzioni religiose, di convinzioni etiche, di convinzioni politiche, di locuzioni semantiche di indubbia potenza comunicativa,   e via dicendo.

E così, di fronte alla gigantografia che mostra segni che rimandano ad un “pestaggio” su un corpo di per sé fragile, l’equazione secondino-aguzzino si impone prepotentemente agli occhi del quisque de populo (cantanti compresi) che di quegli archetipi è forse vittima inconsapevole.

Eppure, sul caso Cucchi, se per un certo verso lo Stato ha perso perché non è riuscito (ancora) a trovare gli autori delle percosse, per altro verso lo Stato, quello di diritto, ha retto di fronte a una pressione mediatica e popolare dirompente che voleva a tutti costi un colpevole, anche se accertato innocente: la logica del capro espiatore è sempre dietro l’angolo per un Paese che si professa cattolico .

Rammento in merito quell’adagio popolare per cui è meglio un colpevole fuori, piuttosto che un innocente dentro,  sul quale credo che tutti empaticamente concordino.

Allo stato, quindi, le Corti d’Assise di Roma, in primo e secondo grado, composte da 8 giudici, di cui sei di estrazione popolare e due togati, hanno decretato l’innocenza con formula piena perché il fatto non sussiste, sulla base del copioso mosaico probatorio raccolto, di tutti gli imputati per la morte di Stefano Cucchi, affermando, sotto tale profilo, la vittoria dello Stato di diritto per cui non può essere affermata nessuna responsabilità penale quando la stessa non possa essere accertata oltre ogni ragionevole dubbio: del resto, giudizi sommari, celeri e preconfezionati sono una tipica espressione delle società primitive, dell’integralismo religioso, del fanatismo politico, dei tribunali speciali e soprattutto del pre-giudizio e, quindi, da ripudiare con assoluta veemenza.

 Aspettiamo, dunque, con serenità che sulla vicenda si pronuncino i giudici di legittimità e che la Procura della Repubblica di Roma, in persona del suo Procuratore Capo, valuti se riaprire o meno le indagini,  magari scandagliando orizzonti investigativi non ancora esplorati, affinché il senso di giustizia sia finalmente appagato sia per la società che per la famiglia del giovane Cucchi, di indubbia combattività.

 

 


Scritto da: Luca Pasqualoni
(Leggi tutti gli articoli di Luca Pasqualoni)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Poliziotti Penitenziari aggrediti da un detenuto nel carcere di Busto Arsizio
Ndrangheta: boss impartiva ordini dal carcere de L’Aquila. 12 arresti
Torino IPM. Evasione sventata dalla Polizia Penitenziaria
Biella, agente di Polizia Penitenziaria Aggredito da un Detenuto
Evasione da Sollicciano: due dei tre evasi erano stati arrestati qualche giorno prima
Bonus 80 euro: quando e come saranno stanziati dopo ennesimo slittamento
Sanremo, rissa tra detenuti sedata dalla Polizia Penitenziaria
Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.146.176.30


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

2 Celebrazioni 200 anni di storia del Corpo di Polizia Penitenziaria: autorizzata l’emissione della moneta d’argento da 5 euro

3 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

4 A chi danno fastidio i servizi di polizia stradale della Polizia Penitenziaria?

5 Riordino, organici dirigenziali: tra eccessi e sottodimensionamenti dei dirigenti della Polizia Penitenziaria

6 Foibe, il martirio degli Agenti di Custodia

7 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

8 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

9 Rapporto Eurispes: la Polizia Penitenziaria sgradita a un italiano su due

10 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono





Tutti gli Articoli
1 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

2 Blitz della Polizia Penitenziaria: tre arresti per spaccio di droga a Napoli nelle prime ore della mattinata

3 Detenuto cinese violenta la figlia: compagno di cella marocchino lo sodomizza per un mese nel carcere di Prato

4 Poliziotto penitenziario travolto da auto mentre era in moto: è ricoverato in gravi condizioni

5 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

6 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

7 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

8 Ex scuola della Polizia Penitenziaria di Moastir pronta ad accogliere i migranti: quasi ultimati i lavori

9 Detenuto sorpreso ad aggiornare il proprio profilo Facebook dal carcere di Marassi

10 Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni


  Cerca per Regione