Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Caso Cucchi: la verità, tutta la verità, niente altro che la verità ... (si ma quella di Ilaria Cucchi però)


Polizia Penitenziaria - Caso Cucchi: la verità, tutta la verità, niente altro che la verità ... (si ma quella di Ilaria Cucchi però)

Notizia del 15/09/2015

in Anche le Formiche nel loro piccolo si incazzano

(Letto 2604 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


La premessa è d’obbligo e sincera: siamo e saremo sempre solidali con la famiglia Cucchi per la perdita del loro congiunto, ma ci opporremo sempre, come abbiamo fatto sin dall’inizio, alle “Verità” costruite a tavolino che hanno infangato l’operato dei nostri colleghi e di tutto il Corpo di Polizia Penitenziaria.

La nostra non è mai stata una difesa corporativa d’ufficio (come vorrebbe far credere qualcuno), ma una doverosa difesa derivante da un’attenta lettura delle carte processuali e, soprattutto, dalla profonda conoscenza dell’operato dei colleghi del Tribunale di Roma, dove, secondo la “Verità” della famiglia Cucchi e del loro avvocato Fabio Anselmo, sarebbe avvenuto il pestaggio su Stefano Cucchi che ne avrebbe causato il decesso nei giorni seguenti al ricovero presso l’ospedale Pertini di Roma.

La cosiddetta “Verità”, però, tanto decantata dalla sorella di Stefano Cucchi, Ilaria, è stata non solo smentita da due sentenze di due organi collegiali differenti (che hanno sempre assolto i Poliziotti Penitenziari), ma ora anche dalle clamorose rivelazioni dei giorni scorsi che stanno rimettendo pesantemente in discussione l’operato di alcuni Carabinieri che sono intervenuti la sera e la notte precedente l’arrivo di Stefano Cucchi in Tribunale.

Carabinieri sotto accusa per il caso Cucchi: "è successo un casino, i ragazzi hanno massacrato di botte un ragazzo"

Giustizia: "ha mentito sul caso Cucchi", a Roma un carabiniere sotto inchiesta

Per questo vi proponiamo un breve montaggio con momenti presi dall’intervista a Ilaria Cucchi da parte del giornalista Enrico Mentana, poco prima della messa in onda su La7 del documentario “148 Stefano - Mostri dell'inerzia”.

L’intervista è stata fatta poco dopo la sentenza di primo grado che aveva accusato alcuni medici e infermieri dell’ospedale, ma aveva assolto tutti e tre i Poliziotti Penitenziari finiti sul banco degli imputati, ma soprattutto sulla gogna mediatica da cui, forse, non usciranno più.

Nel documentario invece, oltre alle dichiarazioni di Ilaria Cucchi, ci sono gli interventi dell’avvocato della famiglia Cucchi, Fabio Anselmo, dell’ex Sottosegretario alla Giustizia con delega alla Polizia Penitenziaria, Luigi Manconi (che già nel suo incarico da sottosegretario aveva mostrato di non prediligere la polizia penitenziaria) e del Garante dei detenuti del Lazio Angiolo Marroni, l’unica persona che già dall’inizio, aveva posto un semplice quanto fondamentale interrogativo …

Un interrogativo tanto semplice, quanto invisibile all’impianto accusatorio messo in piedi dalla famiglia Cucchi, per motivi a noi ignoti, ma che dovrebbe far riflettere tutti, soprattutto Ilaria Cucchi, sul concetto di “Verità”.

Ci associamo anche alle parole del papà di Stefano (alla fine del video), che chiede un semplice gesto di umiltà e di giustizia: per la famiglia Cucchi, ma anche per la Polizia Penitenziaria.

E "giriamo" la richiesta del papà di Stefano a tutti coloro i quali hanno accettato acriticamente la versione del pestaggio nei sotterranei del Tribunale di Roma da parte della Penitenziaria. A tutti quelli che così facendo hanno solo speculato sulla morte di un ragazzo ... per incapacità? per malafede? per omertà? per interesse politico?

"Mi sono sbagliato, mi sono sbagliato ..."

 

 

 

 


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana
Riordino Polizia Penitenziaria: nuove qualifiche e nuovi errori
Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 3


manconi chieda scusa alla polizia penitenziaria, chieda scusa a me che onestamente la rappresento. Chieda scusa anche ai miei figli.
CHIEDA SCUSA, E SPERO CHE LO FACCIA, SOPRATTUTTO AI COLLEGHI CHE HANNO SUBITO QUEL PROCESSO. UN PROCESSO FORTUNATAMENTE GIUSTO.

Di  Anonimo  (inviato il 15/09/2015 @ 20:35:39)


n. 2


Stai scherzando vero?
Al massimo il dap si sarebbe costituito parte civile contro i colleghi in caso di loro condanna...

Di  Alessandro  (inviato il 15/09/2015 @ 15:46:15)


n. 1


Ci voleva molto a capire certe cose.....
Spero che su questa storia, dopo che la polizia penitenziaria è stata per anni sotto i colpi di una guerra mediatica, con giornalisti e programmi televisivi che hanno creato un grave danno all'immagine del Corpo e ai suoi appartenenti, il Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria o le rappresentanze della Polizia Penitenziaria, si costituiscano parte civile nel processo bis che vede ora coinvolti nell'inchiesta alcuni appartenenti all'arma dei carabinieri.


Di  Poliziotto Penitenziario  (inviato il 15/09/2015 @ 10:04:41)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.161.227.32


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

5 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Riordino vuol dire mettere ordine

8 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

9 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?





Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

5 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

6 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

7 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

8 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

9 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone

10 Detenuto evade dal carcere di Alessandria: era addetto alla pulizia delle aree esterne del penitenziario


  Cerca per Regione