Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Caso Cucchi: le sentenze integrali di primo e secondo grado, con le motivazioni dei verdetti


Polizia Penitenziaria - Caso Cucchi: le sentenze integrali di primo e secondo grado, con le motivazioni dei verdetti

Notizia del 19/01/2015

in Il caso.

(Letto 5615 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo


Avremmo tantissime cose da dire dopo aver letto le motivazioni della sentenza d’appello del processo Cucchi. Avremmo tantissime cose da dire e, soprattutto, avremmo tanta voglia di chiedere conto a tutte quelle persone – autorevoli o meno – che dal 2009 a oggi non hanno fatto altro che dichiarare colpevoli senza appello i nostri colleghi (inaudita altera parte)  per la morte del povero Stefano Cucchi. Avremmo tantissime cose da dire ad Ilaria Cucchi …

Ma non possiamo, non vogliamo e non dobbiamo dire niente.

SENTENZA CORTE D'ASSISE PROCESSO CUCCHI (I PARTE)

In uno Stato di diritto devono parlare soltanto le sentenze e perciò ci limitiamo a pubblicare integralmente i due verdetti (quello della Corte d’Assise e quello della Corte d’Assise d’Appello) affinché chiunque possa leggere dalla prima all’ultima riga e trarre le proprie conclusioni.

Sappiamo bene che nemmeno questo potrebbe bastare a ristabilire la verità storica della triste vicenda, perché potrebbero essere troppo poche le persone (rispetto alla vastissima platea dei mass media) che leggeranno davvero la sentenza, ma vogliamo comunque sperare e credere di contribuire così a restituire dignità ai nostri colleghi.

Purtroppo, spesso e volentieri, la stragrande maggioranza della gente apprende le notizie dalla televisione o dai giornali sentendo o leggendo soltanto i titoli di testa.

I risultati di questo superficiale modo di informarsi sono processi sommari e giudizi mediatici dai quali nessuno (come è successo ai nostri colleghi), nonostante le sentenze di assoluzione, riuscirà mai a scagionarsi definitivamente.

Honoré Balzac sosteneva che: “Criticare tutti senza che i criticati possano criticarti è il maggiore privilegio del giornalista.”

Purtroppo, però, i danni provocati dalla gogna mediatica sono, il più delle volte, irreparabili.

Ne sanno qualcosa tutti gli innocenti finiti nel tritacarne di giornali e televisioni. Gigi Sabani, ad esempio, è morto a 54 anni dopo un processo ingiusto, scaturito da accuse infamanti, amplificate e accreditate a lungo dai mezzi d’informazione.

Ma niente dimostra meglio questa perversa dinamica quanto la storia di Gino Girolimoni.

A Girolimoni, con una campagna di stampa senza precedenti, fu affibbiata la nomea di “Mostro di Roma” dalla quale non è più riuscito a liberarsi fino alla morte, nonostante fosse stato scagionato da ogni accusa. E ancora oggi a Roma si usa chiamare Girolimoni qualcuno sospettato di pedofilia.

Eppure, molti giornalisti continuano a essere convinti di avere il diritto/dovere di impartire lezioni di morale e di civiltà per orientare l’opinione pubblica, anche a costo di offendere e screditare ingiustamente il prossimo, lanciandosi in vere e proprie crociate dove la dignità degli altri conta poco e niente.

Tanto alla fine le richieste di rettifica finiscono per essere relegate in fondo a qualche pagina, commentate da malevole risposte in corsivo con cui il giornalista rincara la dose e alle quali non è ammessa ulteriore replica.

Non a caso qualcuno, molti anni fa, ha definito la stampa il “Quarto potere”…

Nel caso Cucchi, infine, anche molti personaggi illustri (Celentano su tutti) si sono sentiti in dovere di intervenire pubblicamente, prima e dopo le sentenze e a prescindere da queste, accusando apertamente i nostri colleghi di cose che non hanno mai fatto.

Anche a beneficio del Re degli Ignoranti, quindi, ecco le due sentenze integrali affinché lui e chiunque altro possano leggere, riga per riga e parola per parola, tutte le motivazioni per conoscere fino in fondo la verità processuale del caso Cucchi.

Tutto quanto d’altro è stato detto, sono soltanto ricostruzioni emotive inquinate da sentimenti e risentimenti.

Per quello che ci riguarda, infine, anche se avevamo sempre sostenuto e creduto nell’innocenza dei nostri colleghi, abbiamo dichiarato fin dall’inizio di confidare nella magistratura e nelle decisioni dei Tribunali e perciò avremmo rispettato le sentenze, comunque fossero.

Così è stato e così sarà, anche per la Cassazione.

La fabbrica dei Girolimoni

 

Caso Cucchi parla uno dei Poliziotti penitenziari: mi vogliono "mostro" a tutti i costi

 

Adriano Celentano denunciato dai Poliziotti Penitenziari coinvolti nel caso Cucchi

 

Caso Cucchi, Sappe risponde ad Adriano Celentano: parla di cose che ignora, continui a cantare che è meglio

 


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere
Tentata evasione dal carcere di Ivrea: detenuto fermato prima che arrivasse al muro di cinta
Detenuto ricoverato, esponente di spicco di un clan di Messina, libero di girare per l''ospedale di Parma
Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

184.73.55.221


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 Riordino: tra formiche e grilli lamentosi

3 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

4 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

5 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

6 Riordino vuol dire mettere ordine

7 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

8 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Cos''è e come funziona la Banca dati nazionale del Dna





Tutti gli Articoli
1 Concorso imminente per 540 Agenti di Polizia Penitenziaria riservato ai VFP1 e VFP4

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

4 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

5 Consiglio dei Ministri: Santi consolo NON confermato nel ruolo di Capo DAP?

6 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

7 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

8 Evasione da Sollicciano: probabile rimozione Direttore e Comandante, ma il Sappe chiama in causa il DAP e Gennaro Migliore

9 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone

10 Detenuto evade dal carcere di Alessandria: era addetto alla pulizia delle aree esterne del penitenziario


  Cerca per Regione